222. l’angelo? sterminatore.

. . .

secondo la profezia di Malachia Pio XII, quello che mia madre chiamava il papa fascista, era il Pastor Angelicus.

Pio XII era un angelo protettore, intitola Radio Vatikan, un sito internet tedesco, sottotitolo “La voce del Papa e della Chiesa mondiale”.

poi ha come un sussulto di buon senso e fa precedere la frase, virgolettandola, da una semplice attribuzione al Vaticano, come a dire: è il Vaticano che lo dice, noi non c’entriamo.

e sicuramente “ANGELO protettore” vuol ricordare la profezia.

secondo la quale siamo al penultimo papa della storia, non sappiamo ancora – a volerle credere – se perché dopo il successore di Ratzinger finirà  la storia umana per mancanza di materia prima, oppure semplicemente finirà la Chiesa.

comunque, contenti loro…

in ogni caso se dopo questo papa ce ne saranno almeno altri due, forse potremo essere sicuri che Malachia scrisse una boiata e dunque finiremo di dover considerare per forza papa Pacelli un angelo, papa Giovanni XXIII un navigatore e papa Paolo VI un fior dei fiori.

* * *

anche perché papa Pacelli un angelo non fu di sicuro…

eccolo qui a colloquio con Hitler, di cui agevolò l’ascesa al potere: il partito democristiano tedesco fece parte del governo Hitler e aveva addirittura il vicecancelliere, e con lui stipulò uno di quei famosi concordati con i quali la Chiesa si pone come potenza politica che amministra e governa il bisogno religioso dei suoi fedeli sudditi e lo gestisce in un accordo tra poteri statali.

l’ombra più ripugnante nella vita di papa Pacelli fu il personale razzismo antisemita, delle cui manifestazioni mi sono già occupato in altri post, e il silenzio al limite della complicità con il genocidio degli ebrei, seguito dalla attiva protezione concessa ai criminali di guerra nazisti dal 1945 in poi, molti dei quali poterono rifugiarsi sotto falsa identità in America Latina grazie ad una rete di appoggio organizzata dalla Chiesa Cattolica.

ma del filofascismo e del filonazismo della Chiesa cattolica negli anni 20, 30 e 40 dobbiamo dimenticarci a forza di campagne di propaganda, dato che la Chesa non fu certo politically correct in quegli anni, ma della cosa oggi dovrebbero vergognarsi, a quel che pare,  soprattutto coloro che si ostinano a ricordarlo.

dimenticare la Chiesa che benediva la conquista italiana dell’Etiopia, che definiva Mussolini uomo della Provvidenza, dimenticare il suo ruolo centrale nella salita al potere di alcune dittature fasciste “minori” come quella di Franco in Spagna, di Salazar in Portogallo, di Horty in Ungheria e di Dollfuss in Austria (prima che Hitler lo ammazzasse conquistando il paese).

* * *

da anni la Chiesa si affanna a giustificare il silenzio di Pio XII sugli ebrei come un atteggiamento di prudenza che consentiva alla chiesa il salvataggio di molte vite.

teoria poco compatibile con l’esaltazione cattolica del martirio per motivi di fede.

ma ora finalmente dagli archivi vaticani esce un documento importante sul punto.

è una lettera del cardinale Pacelli del 9 gennaio 1939, un paio di mesi prima di essere eletto papa nel più breve conclave della storia: era allora ancora Segretario di Stato, in pratica il ministro degli esteri vaticano, e scriveva a 64 arcivescovi del mondo (non ho virgolettati nel testo, e quindi non li userò neppure io, ma fornisco un semplice riassunto):

sulla base delle nuove leggi razziali tedesche e dopo la notte del 9 novembre (in cui erano stati compiuti pesanti progrom antisemiti in Germania) il segretario di stato Pacelli prega di impegnarsi, anche costituendo appositi comitati, per ottenere un visto d’entrata per almeno 200.000 profughi dalla Germania.

“Si trattava di persone perseguitate in Germania per la loro razza”, così commenta il sito Radio Vatikan, prima di abbandonarsi ad un enfatico peana di lodi per questo papa, di cui finalmente si sarebbe documentato che si diede da fare per salvare gli ebrei.

* * *

purtroppo la realtà rimane disgustosa come prima, anzi abbiamo una ulteriore sconcertante prova del razzismo di quest’uomo posto al vertice della chiesa cattolica per farne uno dei pilastri dei fascismi trionfanti e a volte la protagonista diretta di azioni di pulizia etnica come quelle condotte nei Balcani dagli ustascia suoi alleati durante la seconda guerra mondiale.

il diavolo si nasconde nei dettagli, come è noto.

a voler considerare una citazione testuale un dettaglio!

l’articolo infatti arriva ad un certo punto al virgolettato, cioè ad alcune parole autentiche della lettera del Segretario di Stato Pacelli, e – potete restare shockati oppure no, dipende da quanto riescono a farvi il lavaggio del cervello – dagli uffici del Vaticano si scriveva  agli arcivescovi del mondo di darsi da fare per i visti di almeno 200.000 “cattolici non ariani”.

salvate i cattolici non ariani! scriveva Pacelli.

la profonda compromissione della chiesa cattolica con i nazisti non è già chiara da questa sola espressione che recepisce e fa propria, per prima cosa, la teoria nazista della razza?

* * *

il sito Radio Vatikan ovviamente sostiene che si trattava di un eufemismo, e che tra le righe ci si voleva riferire semplicemente agli ebrei da salvare.

sarebbe bello pensarlo.

ma, se così fosse stato, 200.000 visti non sarebbero certo bastati; ne sarebbero serviti 6 milioni, quante furono le vittime dei campi di sterminio…

la verità è che la chiesa dell’epoca Pacelli si preoccupò solo di provare a salvare gli ebrei convertiti.

e tutti gli altri li abbandonò, già dal 1939, al loro destino.

l’angelo protettore era in realtà un angelo sterminatore.

* * *

“errori umani”, sento dire, ma l’istituzione non sbaglia mai.

slogan degno di un partito stalinista.

ma, scusate, una istituzione in cui gli uomini sbagliano esattamente come altrove, se non di più, quale altro titolo ha per farsi considerare divina?

o anche semplicemente umana, ma funzionante correttamente?

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...