280. anonimo per due amanti afgani.

non si sanno i vostri nomi, non si sa

neppure se siete reali (se eravate veri)

oppure semplice propaganda shakespeariana

lassù al confine montagnoso del Tazikistan.

.

.

neppure il villaggio ha un nome,

sotto il controllo dei ribelli:

Mullah Quli, anzi Dasht-e-Archi,

ma sono nomi? ignoti al “Maps”.

.

.

nel mondo misterioso fuori web

tra montagne così aspre

da restare senza immagini

ricorro a dei sinonimi  di foto.

.

.

troppi luoghi sono chiamati Dasht

e sono troppo uguali

a un villaggio da cui si fugge

per essersi innamorati.

.

.

a un villaggio al quale si ritorna,

per essere ancora innamorati,

ma ahimè, tu eri già sposato,

nozze decise dal consiglio di famiglia.

.

.

ma dov’erano i vostri genitori

quando i vicini di casa

si son chinati a raccogliere

i sassi delle vostre ossa spezzate?

.

.

che debolezza confessarsi amanti

dove si vuole la perfezione!

o corpi attraversati

dalla impura passione.

.

.

e dunque in piedi, le mani legate,

uno accanto all’altra, siete stati

lapidati vittoriosamente assieme

dalla coscienza dei giusti.

.

.

e neppure so se un qualche perché

si è scardinato nella mente

guardando gli occhi intenti

a colpirvi nei punti mortali.

.

.

eccovi ora  finalmente casti,

restituiti morti alle vostre case

e ripuliti da quel sangue oscuro,

tesi come corde di cetra spezzate.

.

.

7 risposte a “280. anonimo per due amanti afgani.

  1. già già, ora vi sposto al post giusto, qui siete fuori proprio contesto… 😉

    ma quale post: il 279 oppure il 281?

    opto per il primo, mi sembra ovvio…

  2. caro Miki, ben tornato da queste parti!

    quando si parla di Costituzione tu non puoi mancare.

    e io ricordo “La casa del vento” come una esperienza bloghhistica straordinaria.

    di ci che c’era scritto sulla scheda?

    e tutti a ripetere che c’era scritto sulla shceda solo perché l’ha detto Lui…

    ma qualcuno se le ricorda le schede di quelle maledette elezioni del 2008 durante le quali io ho annullato la scheda scruivendo “NON VOTO IN ELEZIONI ANTICOSTITUZIONALI?

    guarda, ora ci faccio un post, vai a leggerlo…

    e grazie dello spunto!

  3. Pingback: 242. bertolauro, anni senza poesia – versi dal 2011 in su – maggio 2011 « Cor-pus·

  4. Pingback: fuoriblog dal 3 al 7 maggio 2021 – 191 – Cor-pus 2020·

  5. Buongiorno Amico
    i tuoi versi toccanti, privi di retorica, è amore umano universale, è rispetto!
    Dei giovani che dire… Lacrime e dolore. Rinnovo la mia rabbia impotente mi viene in mente ‘L’Urlo” di Munch, è Violenza mortale senza pietà, è disumana, è negazione della vita in nome di una religione inconsistente e inesistente… Sono croci che si ripetono. Basta con le croci! È orrore…. Delinquenti gli autori…

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...