405. Stuttgart 21.

sotto la pioggia livida e quieta

si preparano la notte fra i rami

del vecchio parco destinato a morte,

nuovi selvaggi dell’era tecnologica,

in cima ai fusti ricoperti di pelouches.

 

sotto alberi che non vivranno più,

schizzando alle velocità previste

nei treni morti, i viaggiatori assenti.

3 risposte a “405. Stuttgart 21.

  1. Pingback: 242. bertolauro, anni senza poesia – versi dal 2011 in su – maggio 2011 « Cor-pus·

  2. Pingback: fuoriblog dal 3 al 7 maggio 2021 – 191 – Cor-pus 2020·

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...