445. quando nevica controcorrente.

questo è un articolo sulla neve in Italia, e un articolo controcorrente: un post molto molto fastidioso, fate conto che lo abbia scritto un tedesco che parla molto bene l’italiano…

* * *

sono vissuto in Germania quasi sette anni e per tre di queste sette anni d’inverno ha nevicato quasi tutti i giorni; agli altri quattro ha pensato l’effetto serra con qualche spruzzatina sporadica insignificante.

prendiamo l’anno scorso: ha nevicato per giorni all’inizio di dicembre (mentre io ero in India); poi per 45 giorni, da prima di Natale al 2 febbraio, tanto o poco, tutti i giorni; poi c’è stata una ultima ondata di nevicate di una decina di giorni verso marzo.

in Germania non esiste nessun servizio pubblico di pulizia antineve delle strade o delle autostrade.

a spalare la neve dei marciapiedi cittadini devono pensare i proprietari di casa, ognuno per il tratto davanti a casa sua; e se non lo fai, e qualcuno cade e si fa male, sono cavoli amari, perché la colpa è tua e gli devi pagare i danni – punto.

neppure si giudica necessario intervenire sulle strade o sulle autostrade: il sale è antiecologico e basta l’obbligo di legge per tutti di usare d’inverno le gomme antineve; e poi sarebbe inutile spalare la neve che tanto cadrebbe di nuovo il giorno dopo: se è poca, ci vai sopra lo stesso con le gomme adatte; se è tanta, usi i mezzi pubblici che viaggiano lo stesso sotto ogni tipo di nevicata.

se la neve cade in misura contenuta, ci pensano le macchine stesse con le gomme antineve a tenerla pulita passando; e non ci sono TIR che si mettono di traverso perché non sono attrezzati per la neve: provate a bloccare un’autostrada con un TIR di traverso, in Germania, e vedete che cosa vi succede!

mi sono trovato una volta, appena arrivato nel 2004, di sera in un’autostrada dove erano tutti bloccati e nevicava forte mentre il buio si faceva impenetrabile; ho avuto una bella paura, ma a passo di lumaca comunque qualche ora dopo sono arrivato a casa lo stesso.

ben deciso a non muovermi alla prossima nevicata, con la macchina.

* * *

naturalmente, arrivando a casa comunque in ritardo in una giornata di neve in Germania, dopo questi disagi, nessuno si mette a strillare che c’era la neve con l’aria di chi chiede che ci sia un qualche padreterno a impedirla: è la neve, ragazzi!

ma in Italia invece strillano tutti: strillano gli autisti dei TIR che avevano il camion non a norma, strillano quelli che potevano stare a casa e prendere il treno; strillano, perché in questo piagnisteo collettivo si perdono le responsabilità individuali e ognuno si lamenta per nascondere le proprie, grandi o piccole, e prevale l’omertà.

* * *

il vero problema è invece di capire come mai in Italia la neve impedisce ai treni di funzionare: non dovrebbe!

i treni italiani non sono strutturalmente diversi da quelli tedeschi; i binari sono fatti alla stessa maniera; gli scambi sono internazionali e standard.

forse i ferrovieri si mettono a giocare a palle di neve e si perdono le coincidenze e in questo modo si determina un caos a catena?

che allora la neve italiana sia diversa da quella tedesca? eppure la formula chimica dovrebbe essere la stessa.

ma forse è diversa la formula culturale che fa di un italiano un italiano e di un tedesco un tedesco.

* * *

Italia, paese magico e incomprensibile: per cui, ritornato qui, in quella che dovrebbe essere la mia patria, ascolto questi cori insulsi di lamenti scuotendo la testa.

Italia, paese di bambini piccoli, dove nessuno sembra in grado di prendersi le sue responsabilità, neppure quelle che vengono da una semplice nevicata.

state a casa, se nevica, invece di lamentarvi che poi c’è la neve: la neve c’era anche prima di partire.

 neve a Stuttgart dalla finestra di casa mia.

Annunci

4 risposte a “445. quando nevica controcorrente.

  1. vero… verissimo. Io prendo sempre i treni per andare all’università. Ti assicuro che al primo fiocco di neve hanno mezz’ora di ritardo. Il fatto è che non riesco a capire perché un treno, che viaggia su binari, deve avere quel ritardo. Capisco che ci sono problemi quando c’è mezzo metro di neve… ma 5 cm non sono mica la fine del mondo.

    Da quando sono qui ho notato che alla prima neve, c’è un caos totale. TV che gridano alla rivoluzione… la fine del mondo. Nel mio paese… ciascuno si arrangia come può. Sarà perché è un paese povero… boh…

    Forse la gente non è abituata alla neve. Il clima italiano è più mite. Quindi il problema secondo me è prima di tutto psicologico.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...