90. quel bugiardo di Napolitano (secondo quel bugiardo di Berlusconi).

«Il Presidente della Repubblica ha insistito su motivi di preoccupazione, che debbono essere comuni, sull’asprezza raggiunta dai contrasti istituzionali e politici, e sulla necessità di un sforzo di contenimento delle attuali tensioni in assenza del quale sarebbe a rischio la stessa continuità della legislatura».

comunicato ufficiale

lo dice, ma non lo pensa davvero, parola di Berluscone.

“Napolitano non pensa a sciogliere le Camere”.

anzi,

ha “garantito che finché vi è un governo che governa e una maggioranza che lo sostiene, non esistono ragioni per sciogliere il Parlamento”.

ma come tutti i bugiardi compulsivi, a Berluscone una bugia sola non basta.

“La Costituzione comunque…

come sarebbe a dire “comunque”?

Napolitano è un galantuomo: se gli ha promesso che non scioglie il Parlamento fin che ha la maggioranza, di che “comunque” si parla?

comunque prevede che senza una formale crisi di governo per interrompere anticipatamente una legislatura occorre che il presidente della Repubblica consulti sia i presidenti delle Camere che il presidente del Consiglio, cioè Silvio Berlusconi”.

fantasie di un bugiardo che è contemporaneamente ignorante:

Art. 88.

Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere o anche una sola di esse.

per sciogliere le Camere, il Presidente della Repubblica non deve affatto consultare il Presidente del Consiglio, ma solo i Presidenti delle Canere stesse.

ma, notare bene, deve soltanto sentire il loro parere: poi è libero nelle sue valutazioni; che sono quelle che Napolitano ha tenuto a far sapere con un comunicato ufficiale che ora Berlusconi cerca di smentire.

ma c’è l’art. 89!

Art. 89.

Nessun atto del Presidente della Repubblica è valido se non è controfirmato dai ministri proponenti, che ne assumono la responsabilità.

Gli atti che hanno valore legislativo e gli altri indicati dalla legge sono controfirmati anche dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

l’art. 89 dice che, se un atto firmato dal Presidente della Repubblica ha valore di legge, deve essere firmato anche dal Presidente del Consiglio.

ma se l’atto rientra negli autonomi poteri del Presidente della Repubblica, come lo scioglimento delle Camere, la controfirma del Presidente del Consiglio è un atto dovuto.

se il Presidente del Consiglio potesse rifiutare la firma, questo dovrebbe essere scritto nell’art. 88.

* * *

beh, le bugie di Berlusconi sono interessanti per confermare lo scenario che avevo profilato un  mese fa, quando sembrava ancora fantascienza, prevedendo che a un certo punto Napolitano avrebbe sciolto il Parlamento e Berlusconi avrebbe rifiutato di rimandare a casa i portaborse che tiene lì dentro a spese nostre. 33-futuro-prossimo-futuro-trapassato-futuro-remoto-futuro-anteriore

l’uomo che pretende continuamente di incorporare la volontà del popolo si guarderà bene dall’andare a verificare se è davvero così anche adesso.

sì, nel nostro futuro ci sta uno scioglimento del Parlamento deciso dal Presidente della Repubblica in base alla Costituzione ed un Parlamento che nel suo 50,1% rifiuta di andare a casa nel nome della Costituzione immaginaria descritta ieri da Berlusconi.

* * *

tutti tranquilli, esiste pur sempre la Corte Costituzionale, a cui dovrebbe rivolgersi il Presidente della Repubblica sollevando un conflitto di competenze.

conflitto di competenza contro conflitto di interessi: che bel conflitto!

qualcuno dice che comunque la Corte impiegherebbe dei mesi a riunirsi e che già solo per questo Berlusconi sarebbe salvo…

oso pensare che la Corte invece metterebbe le ali ai piedi in un simile frangente e deciderebbe in pochi giorni.

ma credete voi che un Unto del Signore come Berlusconi possa stare ad obbedire a 15 giudici comunisti?

e in ogni caso è pur sempre vero che la definizione della data delle elezioni compete al governo e non al Presidente della Repubblica.

insomma, potrebbe anche essere che fra un paio di mesi ognuno di noi debba decidere dove sta il potere legittimo e a chi si sia tenuti a prestare obbedienza.

* * *

(ammetto che è un poco puerile scrivere dei post così, ma il bello dell’Italia, il regno dei ciechi, è che l’orbo la fa da re, e tutti si sentono intelligenti e dei protagonisti della controinformazione se devono commentare le gesta di un leader fuori di testa)

Annunci

Una risposta a “90. quel bugiardo di Napolitano (secondo quel bugiardo di Berlusconi).

  1. Pingback: 94. Capotosti 1 e 2: un costituzionalista al Corriere o due. « Cor-pus·

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...