186. se il Corano diventa gay.

* * *

La Stampa riporta una notizia della televisione Al-Arabya: Ludovic Zahed Mohamed (un convertito francese di origine algerina) e il suo partner Qiyam al-Din Qiyam (di nazionalità sud africana) non hanno ottenuto dallo stato francese l’autorizzazione ad unirsi in matrimonio e si sono rivolti ad un imam, Jamal (nato nelle isole Mauritius), che li ha sposati “secondo la Shari’a”, la legge islamica, e ha benedetto la loro unione nella moschea di Sevran.

possibile? non sarà una pia bufala buonista?

accompagnata perfino da una festa  di matrimonio nella moschea con canti cattolici, islamici, ebraici: questo è troppo!

è vero che ci sono molte più cose sotto il cielo che idee nei nostri pregiudizi…

ma non si possono far crollare tanti pregiudizi tutti assieme: si rischia di farsi male.

* * *

ma qui c’è perfino tanto di fotografia…

e Zahed ha appena pubblicato un libro, “Le Coran et la chair” (Il Corano e la carne) per conciliare omosessualità e islam; forse sta cercando di fargli pubblicità.

ma chi se lo leggerà in Italia?

adesso non ho tempo, ma nei prossimi giorni prometto di fare qualche ricerca per verificare se la notizia è inventata; se poi qualcuno dei miei lettori volesse aiutarmi, grazie.

* * *

in ogni caso, visto che uno dei fanatici imam dell’islam ha avuto il coraggio di un gesto del genere, quanto dovremmo aspettare perché un prete del democratico e illuminato cattolicesimo dell’Europa democratica faccia altrettanto?

è vero che già lo fa la chiesa anglicana e che in Danimarca una legge impone di farlo ai pastori protestanti (con diritto all’obiezione di coscienza per loro e a un sostituto per i coniugi).

ma i cattolici no, mai! la chiesa cattolica si sta duramente scontrando ovunque nel mondo contro le proposte di legalizzazione delle unioni gay, a cominciare da quella di Obama.

* * *

e invece no, ragazzi, è già successo perfino questo: vicino a Locarno : l’unione di due ragazzi omosessuali è stata benedetta in chiesa.

solo che si trattava della Chiesa che si definisce veterocattolica e si è formata nel 1873 in polemica con la proclamazione del dogma dell’infallibilità papale.

e infatti è così vetero- che il sacerdote era una donna.

* * *

 
Niente bufala, solo una notizia un po’ vecchiotta: il matrimonio omosessuale islamico (tra l’altro, non certo il primo della storia: matrimoni di questo tipo se ne registrano tantissimi) è avvenuto in febbraio – ma la Stampa se n’è resa conto solo adesso…

I due sposi collaborano al nostro progetto MOI Musulmani Omosessuali in Italia, sul sito puoi trovare sia il racconto del matrimonio sia la presentazione del libro di Zahed.
Due precisazioni:
– il matrimonio non è avvenuto in moschea, perché, semplicemente, i musulmani non si sposano in moschea,
– il matrimonio non serve a pubblicizzare il libro, dal momento che i due sono sposati da un anno.

da un anno o da febbraio? o da febbraio dell’anno scorso?

bortocal 14 aprile 2012 alle 14:41

grazie delle informazioni integrative, che colloco nel mio post.

una sottoprecisazione: non ho scritto, a legger bene, che il matrimonio si è svolto nella moschea, ma soltanto che l’imam ha benedetto la loro unione e che nella moschea si è svolta un festa di matrimonio: forse la notizia inesatta è questa seconda, la festa è stata da qualche altra parte?

bortocal 14 aprile 2012 alle 14:58

ho scritto il mio commento prima di leggere i vostri link, ora tutto è chiaro, grazie.

* * *

ecco la vera storia di quel matrimonio, anzi di quei matrimoni, raccontata da Zahed stesso:

Io e Ludovic ci siamo conosciuti nel 2010 a Città del Capo, nel mio paese natale, il Sudafrica (…). Solo nell’aprile 2011 abbiamo deciso di portare la nostra relazione ad un livello più profondo, più impegnativo: una relazione a distanza non era quello che volevamo (…) perché, infatti, abitavamo in due paesi diversi, anzi abitavamo persino in due continenti diversi: io in Sudafrica e lui in Francia. (…) Alla fine, il 12 agosto 2011, prima che Ludovic ripartisse per la Francia, ci sposammo- in Sudafrica -. Alla cerimonia erano presenti la mia famiglia e i miei amici.

Io (…) lo avrei dovuto raggiungere in Francia e infatti ottenni unvisto Schengen, valido per una permanenza di tre mesi. Fu dura separarci di nuovo per qualche mese. Dopotutto eravamo sposati in Sudafrica (è per questo che riuscii ad ottenere il visto per visitarlo la prima volta). Comunque, anche se i matrimoni tra persone dello stesso sesso non sono riconosciuti in Francia, abbiamo celebrato il rito religioso a Parigi, con la famiglia di Ludovic, il 18 febbraio 2012 (…). Un imam e poi un rabbino e un prete (…) hanno recitato i versi del Corano e altre preghiere tradizionali per benedire la nostra unione.

ma qui c’è una appendice della storia sempre più sorprendente:

Ora stiamo tentando di capire se possiamo sottoscrivere un PACS qui in Francia, visto che non riconoscono il nostro matrimonio.

Il problema, però, è che i miei documenti sudafricani dichiarano che sono sposato. Ciò rappresenta un ostacolo per poter concludere il PACS, perché per la legge francese devi essere single per poter siglare un’unione civile. Il fatto che siamo legalmente sposati tra di noi non cambia una virgola.

Ci hanno anche suggerito di divorziare per poter poi concludere un PACS. Noi, invece, abbiamo deciso di scrivere una lettera ufficiale al presidente della Repubblica francese per risolvere questo pasticcio giuridico.

Annunci

15 risposte a “186. se il Corano diventa gay.

  1. L’islam nn é mai accettato un matrimonio gay sai cosa ti dico io nn sto qua a rispondere un scemo cm te ti dico sl vaffanculo !

    • beh, intanto mi hai risposto, anche se in un modo per niente civile, però ti ho fatto passare il commento fatto di insulti, giusto perché documenta un certo atteggiamento.

      io non sono mica musulmano e la questione non mi riguarda proprio, credimi: se hai qualcosa da dire prenditela con i tuoi correligionari che non la pensano come te.

    • ma non vale! adesso sono riuscito a leggere il link e dice esattamente il contrario di quel che gli vuoi far dire tu!

      “I rabbini appartenenti alla comunità zionista hanno deciso di sposare uomini gay con donne lesbiche per non violare la loro fede proibizionistica nei confronti dei matrimoni omosessuali.”

      sposano uomini gay non con altri uomini e donne lesbiche non con donne lesbiche, ma celebrano dei matrimoni di facciata, per non andare contro alla proibizione della Bibbia: cioè celebrano l’ipocrisia, in poche parole…

      mica mi pare una buona idea, no no.

      “Il rabbino Areleh Harel, secondo l’Haaretz, pare aver già praticato 50 di questi specie di matrimoni e con i suoi colleghi ha istituzionalizzato l’iniziativa, appoggiato da altre comunità religiose che praticano i matrimoni combinati.

      Haaretz riporta:
      I matrimoni gay-lesbica sono da sempre stati praticati tra gli ultra-ortodossi, ma questa iniziativa è differente: non vuole tenere nascosto il problema ma vuole riconoscere l’omosessualità e questo grazie anche a quattro organizzazioni per religiosi omosessuali (Havruta, Bat Kol, Hod e Kamocha).

    • grazie della segnalazione, che aggiunge qualche importante informazione sulla vita di Zahed, sulla sua infanzia di bambino effeminato, sui tormentati percorsi della sua fede, sulla sua sieropositività.

      rimango perplesso comuqnue sempre su queste battaglie condotte per concliare l’omosessualità con le religioni, tutte concordi nel considerarla una aberrazione MORALE, come se fosse un fatto volontario.

  2. Niente bufala, solo una notizia un po’ vecchiotta: il matrimonio omosessuale islamico (tra l’altro, non certo il primo della storia: matrimoni di questo tipo se ne registrano tantissimi) è avvenuto in febbraio – ma la Stampa se n’è resa conto solo adesso…
    I due sposi collaborano al nostro progetto MOI Musulmani Omosessuali in Italia, sul sito puoi trovare sia il racconto del matrimonio sia la presentazione del libro di Zahed.
    Due precisazioni:
    – il matrimonio non è avvenuto in moschea, perché, semplicemente, i musulmani non si sposano in moschea,
    – il matrimonio non serve a pubblicizare il libro, dal momento che i due sono sposati da un anno.

    • grazie delle informazioni integrative, che colloco nel mio post.

      naturalmente mi interesserebbe sapere qualcosa di più sull’affermazione che “matrimoni di questo tipo” (“matrimonio omosessuale islamico”) se ne registrano tantissimi”…

      una sottoprecisazione: non ho scritto, a legger bene, che il matrimonio si è svolto nella moschea, ma soltanto che l’imam ha benedetto la loro unione e che nella moschea si è svolta un festa di matrimonio: forse la notizia inesatta è questa seconda, la festa è stata da qualche altra parte?

  3. santa romana chiesa e’ talmente dogmatica che alla fine resta lei stessa intrappolata in quel groviglio da lei stessa creato.tempo fa’ parlando con un sacerdote,che e’ anche mio paziente,gli ho chiesto,visto l’eterno interesse della chiesa verso l’imene di maria,se la madonna non fosse l’unico caso di una donna deflorata dal figlio.infatti se la chiesa insiste sulla fecondazione per opera dello spirito santo e’ ovvio che durante la gravidanza era vergine.ma essendo avvenuto il parto per via naturale…………..le conseguenze parlano da sole.
    “vergine madre figlia di tuo figlio”…..anche dante,come il mio paziente,mi avrebbe tacciato di ignobile provocazione.
    ho imparato che in fatto di dogmi la chiesa non ammette l’uso della logica

    • santo cielo, quale approssimazione nel campo dei dogmi cattolici.

      la Madonna è rimasta vergine sia prima sia DURANTE il parto, sia dopo, naturalmente!

      e poi dici che nei dogmi cattolici manca la logica!

      informati, Santo Cielo, prima di parlare… 🙂 🙂 🙂

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...