abbasso l’euro e il dollaro, viva lo scudo! quello antimissile. 235

21 maggio 2012 lunedì 06:24

.

la notizia che il vertice NATO di Chicago ha “lanciato la prima fase operativa dello scudo antimissilistico” lascia senza parole.

scusate, ma non c’è la crisi? non avevate deciso di rilanciare lo sviluppo (la solita tiritera senza significato che perfino Repubblica definisce “un mantra”)?

ah, è questo lo sviluppo? bene, adesso abbiamo capito meglio per che cosa dobbiamo distruggere lo stato sociale.

eh no, qui qualcuno sta barando, allora.

eh no, mica è possibile trovarsi tutti d’accordo, compreso il neoeletto Hollande in questa scelta che appare insensata.

lo scudo contro chi? contro la Russia? contro la Cina? contro l’Iran?

“A Lisbona avevamo concordato di creare lo scudo antimissile e oggi a Chicago questo progetto è diventato una realtà”

Rasmussen segretario generale della Nato

siamo tutti veramente orgogliosi della vostra coerenza!

ma Lisbona era a novembre 2010, un’era geologica e mezzo fa dal punto di vista economico!

e lì Francia e Germania avevano anche litigato, raggiungendo un compromesso in extremis: la Germania rinunciò a legare il lancio dello scudo a un impegno collettivo al disarmo, e la Francia ad esigere che la difesa antimissile fosse esplicitamente descritta come semplice complemento alla dissuasione nucleare: scaramucce verbali in un momento in cui c’era tempo e voglia per farle.

e adesso invece nessuno dissente?

La Russia non dovrebbe temere nulla dal nostro scudo che è puramente difensivo e non è indirizzato contro nessun paese in particolare.

A Lisbona, abbiamo invitato la Russia a cooperare e questo invito resta valido.

ma a chi volete farla intendere?

“non dovrebbe”: bella ipocrisia! è evidente a tutti che questa è una mossa contro la Russia e la Cina, una mossa che prepara possibili futuri scenari di guerra: ci si sigilla dentro un anello protettivo di missili per poter attaccare chi non lo ha?

lo scenario futuro di carenza di risorse è dunque così grave da farci preparare una nuova possibile guerra mondiale?

non credete a chi minimizza: il significato reale di queste decisioni è questo.

Abbiamo “approvato oltre 20 progetti di cooperazione multinazionale che ci consentiranno di dotarci dei mezzi di difesa di cui abbiamo bisogno a prezzi sostenibili”.

sarebbe la strategia della ‘smart defense’, cioè della difesa intelligente, “con la quale l’Alleanza cerca di mantenere inalterata la sua capacità difensiva pur in una situazione di tagli ai bilanci della difesa e di austerità economica”.

sarà anche intelligente, ma se lo dicono da soli: per me è cretino destinare in questa situazione risorse agli armamenti.

E’ il primo passo verso un obiettivo di lungo periodo di provvedere una protezione completa per i nostri paesi e le nostre popolazioni.

è sempre Rasmussen che parla alla stampa…

qualcuno ci protegga da loro, invece: anzi, dobbiamo proteggerci noi dai nostri capi fuori di testa, direi.

5 risposte a “abbasso l’euro e il dollaro, viva lo scudo! quello antimissile. 235

  1. bhè, Lisbona 2010 non era così lontana dal punto di vista della crisi economica… se pensi che tutto è partito fra 2007 e 2008, c’erano ampissimi margini per prevedere l’attuale evoluzione.
    La verità è che questa non influisce minimamente sulle scelte strategiche di geopolitica… vedi anche la questione degli F35. Per questi i soldi si trovano, sempre.

    Scudo diretto alla Russia? Ovviamente sì, ma non solo.
    Verso i Russi serve soprattutto per confermare l’impegno NATO in Europa, per dare una chiara indicazione di come il continente non resterà sguarnito di protezione USA, nel caso dovessero avere qualche ambizione verso l’est.
    Ma appunto per questo, non si esclude una collaborazione: la Russia può essere sia un “chiaro avversario”, sia un “alleato complicato”, dipende da come decide di orientarsi (e a non pochi in Europa piacerebbe di più come partner). Insomma, dissuasione e offerta per trattative.
    E non è un caso che ciò avvenga sotto la presidenza di Obama, mentre Bush ne faceva un chiaro strumento di contrapposizione (ricordiamoci della guerra in Georgia).

    Ma è anche diretto ad altri, all’Iran in primis: non a caso è stato riorientato verso il sud-Europa (Grecia-Turchia). Anche per questo interessa che la Russia collabori: sarebbe un grande segnale politico all’Iran ed un potentissimo strumento strategico, semmai.
    ….

    Ho meno, anzi: nulla, da ridire sulle tue altre considerazioni. Le quali, però, devono sottostare alle condizioni della Realpolitik…. (sic)

    • meno male che almeno tu hai commentato questo post che dà da solo il segnale dell’impotenza di chi cerca con uno strumento circoscritto come questo del blog di richiamare l’attenzione su problemi veri…

      le tue precisazioni sono tutte corrette, però la scelta di impiegare all’unanimità risorse così ingenti per uno scudo missilistico continentale dice che gli scenari futuri ai quali ci si prepara sono di guerra.

      e questo è il cuore del problema, altrimenti la strada imboccata sarebbe un’altra, quella del disarmo controllato.

      capisco di apparire come una Cassandra, però…

      • A quanto pare sono lo specialista nei post più bistrattati ;-).
        Deformazione personale.

        Temo tu abbia ragione sugli scenari futuri… in fondo, è semplice logica! E per confermarla, basta pensare a quanto accaduto coi trattati START degli anni ’90….
        Incrociamo quindi le dita

        • dei post più trascurati, direi, più che bistrattati!

          magari qualcuno li bistrattasse: sarebbe pur sempre un segno di attenzione!

          incrociamo pure le dita, però mi piacerebbe che la sinistra italiana, anziché protestare in modo molto miope sull’IMU o sui sacrosanti licenziamenti degli statali lazzaroni sapesse ancora affrontare dei problemi che vanno aldilà della propria punta del naso e mettesse in campo una qualche opposizione a queste scelte.

          però, me lo domando da solo, prima che me lo chieda tu: quanto costa un chilo di pane di utopia? :=

          a proposito di utopia: buona Africa! aspetto di leggerti e mi mancheranno i commenti, ciao.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...