275. chi è cinzia red? e perché ha tanta paura di morire?

. . .

chissà se cinzia red esiste, forse è un algoritmo, forse è una macchina trita-spam.

mi scrive da anni messaggi deliziosamente senza senso, ma ostinatamente mono-tematici, per non dire mono-maniaci, ma non capisco che cosa starebbe pubblicizzando o dove mi vorrebbe portare.

se fosse una persona, che cosa sarebbe: una vecchia suora di clausura entrata in possesso di un laptop; una signora con l’Alzheimer in una casa di riposo; una mia coetanea messa precocemente in pensione per disturbi nervosi? o forse una ragazzetta genialoide e nervosa che scrive recitando una parte quando è particolarmente fumata?

mi libero qui degli ultimi tre commenti suoi, scritti in un delirante stile surrealista, dove io ho introdotto solo qualche segno di punteggiatura o sciolto qualche abbreviazione nel suo fluviale flusso, come dire?, di incoscienza.

me ne libero in questo modo per cacciare da me torbide paure e peste e malocchio.

. . .

perché cinzia red parla di morte e di cadaveri, a ciascuno il suo, vade retro a chi ha paura o fastidio di sentirsi parlare di decomposizione.

carissimi atei che avviate la causa contro la persona di jesus per troppe papere marchiane / anziché far coniugare me fa incinta una depravata che Mara Venier ci pone come identikit italiana rovinando la reputazione e la dignità / continuate con le vostre sconferenze andate avanti perchè il cristianesimo è una delle tante religioni colonne portanti della sciagura…. del proibizionismo dell’etnìa / i vostri libri li ho letti tutti con entusiasmo ma per esempio i gay non hanno un loro movimento del gay pride? e l’isola dei famosi non è un rompere i big nel cuore? / per esempio oggi per i morti esiste l’aido donazioni organi, perchè tutte quelle lapidi mi sa di mancanza di rispetto del defunto,  di— noi che morremo in una bara striminzita / ah ho visto una innovazione una bara più lievitante ed un loculo piccolo per degnare la vita eterna: io ho proposto l’ibernazione ma – costa un po’, 7.000 euro di euro / io ho deciso mi farò imbalsamare, è più umano / ecco tutto mentre ascolto i pink floyd uomini di ingegno e di enorme pazienza / Roger Waters ci scambiamo le musiche, ottimo uomo ma ha la sua età, ben presto morirà in quelle insulse bare strette oimè, e in un loculo per disgaziati pensate se io non debba aiutare / uh un momento di sconforto, come scrive Saba al vecchio non piace la morte, a me quei cimiteri non mi vanno a genio.

trattamento dei morti– che siamo noi, morti tra vent’anni / scrivo sulla condizione disumana da degrado del trattamento dei defunti una vera disgrazia: uno il colore viola che da allora odi perennemente, due il carro funebre orrore su orrore ci mettono la statua di gesù che più brutta dello stesso carro funebre, tre in chiesa incensazione / insomma morire è disgustoso non solo ma ti propongono una bara – strettissima, va il morto a mala pena dentro / tre il loculo tutti insieme appassionatamente / signori anziché triturare i vangeli ognuno è libero provvedere ad una morte graziosa, le pompe funebri un vero orrore per chi le vede, si arricchiscono su di noi / aiutiamo

….. dicevo anziché sbobinarvi le vs letture cooperiamo 1 perchè la morte salti in alto, 2 sia gradevole, 3 sia umana. cooperiamo con idee nuove architettoniche / tanto tu imbecille nella vita… eterna sarai m…a /sono io a morire di sventure /quando morrò in una condizione di degrado umano io per es mi farò imbalsamare perché non voglio scomparire dal mondo col mio fisico voglio che rimanga un ricordo di me, posso capire le teorie sulla decomposizione ma oggi mi servono maggiori contenuti per debellare la nostra sciagura umana: la morte.

cara cinzia, hai proprio scritto all’uomo sbagliato: mica ho paura di morire, mi farò cremare, e sarebbe bello farlo in Nepal, sulle rive del fiume.

lotto contro ogni tipo di imbalsamazione da una vita, nessuno avrà bisogno di cercare una mummia per sapere di me.

saprà dove trovarmi chi vorrà cercarmi, anche quando il mio corpo sarà tornato il nulla che era prima di essere generato.

ed io con lui, a men.

Advertisements

17 risposte a “275. chi è cinzia red? e perché ha tanta paura di morire?

  1. quel giorno.il barone rosso sulle montagne innevate si nascondeva con due pistole cariche,vestiti di nero con stivali scuri mentre la famiglia ebraica era al pic nic lui il barone rosso li freddava mentre degustavano vivande yddishiane invidiosi dei parti stupravano col mitra le donne in attesa vediamo come così inizia la giornata del nazismo in italia e in europa che culmina col oggi di furer mania cult vediamo l’ampia rassegna rai 1 per non dimenticare città ebrea dilaniata come noi tutti da un pessimo regime sto col mio occidente no vado lontana da me adeguo le mie mani sui canti nazisti urlati dalle radiofonie locali udamole insieme per non commettere mai errori dare la vita per un oggetto mutevole augiramoci libertà e pace nella civiltà barocca.

  2. torno a rinnovare i ringraziamenti alla casa editrice Feltrinelli e alla grande artista cinzia leone che hanno ben risposto ai miei dubbi sulla morte fisica sono persone che amano profondamente la vita,ostacolata dai dirupi che pone ogni giorno la sua sentenza come aferma lo scrittore oscar wilde ogni giorno è giuda a scriverne la biografuia ed pè sempre giuda a commentare la vita andata. grazie cinzia red.

  3. no non siamo come la trasmissione misteri di alda Eusanio rica di ideologie oltere la vita ma chiarire dei punti nevralgici che sono in disaccordo con dio e l amadonna troppo malvagi, cattivissimi e parziali di vedute molto miopi anche sfacciatamente campane buone campoane e cattive campane. quindi per il tema vedersi i dialoghi avviati nel 30 denari tv yuo tube internet,.

  4. .- tornando cari lettori scienziati di facebook,no nessuno ha provedduto ad alleggerire il trattamento mortuario anzi chissà chi ha questo pessimo gusto di farmi passare un carro funebre ogni 10 minuti io odio il trattamento mortuario ma voi avete sopportato questa ingiustizia e,ve ne siete lavati le mani ridurre il defunto in una bara striminzita è degrado ancor più in loculi stretti che a malapena c’entra no non siamo in sintonia il trattamento dei cadaveri in obitorio che sicuramente è un modo indegno della soportazione psicologica quindi vi propongo per chi come me si occupa del motivo da anni,l’imbalsamazione ,– preservare il corpo non espresso per anni — la mummificazione del corpo ricordo che nell’antico egitto i faraoni si facevano mummificare così cleopatra imbalsamare nei sarcofagi è un modo più creativo di affrontare la morte. per chi voglia sentire musiche .. es. dark celtic music o musica new age. purtroppo chi la respinge è causa di motivo di culto. rispondetemi grazie ricordo il giovane ivan che ha accokto il tema bravo sei snsibile al tema freddo ciao. cinzia red.

  5. — il dibattito web sulla morte ha raggiunto i lettori che carissimi ci hanno risposto con amore per la vita affrantare un gusto del macabro non sono alda Eusanio con le bnerosi con i misteri sono buona vi risolvo i grandi dubbi della vita roger waters che pensa che io lo curi lo ringrazio ma è un idiota non devi parare di me ma da scienziato risoverci i guai caro anche tu hai tremato grazie il più bravo è ivan m perdtinente– ho trovato bono vox morto nel bagno chimico una soluzione acido bagno .arrivederci cinzia red. buon natale.

  6. —ebbene arrivano l’irlandese e gli scienziati medici a risolvermi il dubbio posto negli state sulla morte come chi come me ne ha ul terrore,quindi il bagno chimico ftreddo è la solution acid medicine stop.

    • bene, e con questo abbiamo escluso finalmente che tu sia uno stranissimo spam e cominciamo a considerarti una presenza viva e ri-corrente…

      una specie di happening permanente, ma a singhiozzo.

  7. bene, torno a rispondervi, ho avuto un momento nero di malattia macabra sul punto di abbracciare la– noiosa morte,..ma ho ricevuto un miracolo una grazia dal cielo
    oggi sono con voi a scrivervi perché chi ne parla come noi con ironia piradello, la morte non arriva salta in alto
    veramente anche il signore la respingeva
    un altro tema urlereste prima di sapere della fine??
    come vi comportereste bestemiando o sorridendo però è da imbecilli ridere non so…
    scriviamoci tvb cinzia red.

    • be`, che tu abbia avuto una brutta e quasi macabra malattia proprio dopo avere commentato questo post sulla morte, non suona di buon auspicio per i commentatori di questo blog.

      è vero che poi non è manacata a te la grazia dal cielo; ma mi domando se se la possono legittimamente aspettare anche i miei lettori, tutti per la verità piuttosto mis-credenti, a parte una certa pervicace lucia.

      gelsobianco ha raccontato commentando un post sul tema scritto l’altro-ieri della commovente morte sorridente di suo padre; mi pare veramente fuori posto offendere chi muore sereno e in pace con se stesso.

  8. caro ivan vedo che sei preiso preparato che ami i disegni,

    la morte non esiste perché è prea da un concerto di musiche dark

    ecco perché non sapevamo del tuo amore per falco nero geronimo

    gli indiani- che esistono vivono ancora i pellerossa sono uomini come tutti noi moto afascinanti

    ti regalo un sorriso un cartone animato capitan harlock

    buona navigazione

    ciao cinzia rossi.

  9. il Nepal, appunto, per le pire va benissimo…

    quanto al morire, avendolo schivato per un soffio a febbraio, devo dire che non me ne sarei neppure accorto…

    fregatura anche nella curiosità.

    invece quella volta che sono stato sul punto di annegare a 11 anni, me lo ricordo ancora: sceneggiatura da Oscar, con tanto di luce bianca che avvolge tutto e una grande felicità.

  10. Io vorrei essere cremato su una pira, come i guerrieri sioux nei film western:)
    Oppure lanciato in orbita, come lo studioso che scoprì Plutone.
    Ma credo che semplicemente butteranno le ceneri nel cimitero di lambrate.
    Cmq spero, che quando sarà il momento io sarò li pronto senza paura, anzi con un po’ di curiosità.
    Ciao ivan

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...