Beppe Grullo, il voltagabbana, e il Movimento delle Cinque Stalle. – 340

8 luglio 2012 domenica 06:26

.

«Un incompetente e in bancarotta mentale»

è Beppe Grillo che parla, crede di descrivere Formigoni, e forse sta facendo il suo autoritratto.

* * *

sono sempre stato convinto che chi sarebbe venuto nella destra dopo Berlusconi a raccoglierne l’eredità sarebbe stato peggio di lui, ma non riuscivo ad identificare il volto disgustoso di chi sarebbe stato più fascista di lui, più populista di lui, più incoerente e manipolatore.

oggi quel volto è chiaro, è quello di Beppe Grillo, il voltagabbana.

in realtà chiamarlo Beppe Grillo è fargli un complimento: usando i metodi che usa lui, il suo vero nome è Grullo.

e incarna allo stesso tempo Mussolini e Bertoldo.

come Mussolini fu un secolo fa esatto per anni leader di una sinistra radicale per approdare all’interventismo e all’appoggio alla prima guerra mondiale, così Beppe Grullo sta sperperando la sua rispettabile tradizione di lotte democratiche, anche se condotte con atteggiamenti scomposti, per farsi portavoce dei peggiori temi propagandistici del leghismo.

ma soprattutto sta introducendo nella vita politica italiana un tasso di violenza, per ora solo verbale, assolutamente pericoloso.

* * *

“Forminchione” se ne deve andare.

e Beppe Grullo no?

il Grullo Parlante ce lo dobbiamo tenere?

la legge non è uguale per tutti i minchioni?

Se non riusciremo a mandarlo via con la legge lo faremo in altro modo. Gli faremo una guerra senza esclusioni di colpi, lo massacreremo ai fianchi, se ne andrà per stanchezza, esausto fisicamente e psicologicamente.

questo linguaggio, forse tollerabile in un comico che fa satira, diventa criminale in un politico che aspira al parlamento con queste parole d’ordine.

* * *

“un uomo che sorride come un chierichetto stuprato dal parroco”, ha detto Grullo di Formigoni.

ma che dobbiamo dire noi di uno che usa la pedofilia ecclesiastica per farci delle battute e ci ride su?

ma tu guarda che cosa mi tocca fare: devo perfino protestare contro un linguaggio inaccettabile e disgustoso che colpisce un avversario politico inaccettabile e disgustoso.

* * *

No Formigoni Day 2012, a Milano, cioè manifestazione dei Grullini Parlanti, detti anche Movimento delle Cinque Stalle, considerando che è pieno di asini e ciucci e di popolo bue.

comunque, per fortuna, c’erano poche centinaia di persone, anche i Like su Facebook sono stati solo 2.811, e insomma è stato un vero flop.

la protesta contro Formigoni continua, ma senza il metodo Boffo contro di lui.

* * *

Vent’anni fa ho fatto una pubblicità. Ma poi ho capito alcune cose sulla pubblicità.

Quindici anni fa me la prendevo coi politici. Ma poi ho capito alcune cose.

Beppe Grillo

cioè, poi mi sono messo in politica anche io, a fare e dire le stesse cose di Bossi e Berlusconi.

Beppe Grullo e il Movimento delle Cinque Stalle

10 risposte a “Beppe Grullo, il voltagabbana, e il Movimento delle Cinque Stalle. – 340

  1. antonio E-mail caino64@alice.it
    Commento sei un patetico italiota egocentrista del nulla

    di fronte a commenti di questo tipo, io li pubblico e li commento, ma non direttamente, come se fossero spam, per non dare il libro incondizionato accesso al mio blog ai loro autori (dato che wordpress funziona così)

    mi fa ridere sentirmi dare dell’italiota da un italiota almeno nel modo di commentare senza avere argomenti da portare…: italiota a me, che sono praticamente tedesco! 🙂

  2. Sono d’accordo su tutto ma soprattutto sul discorso del linguaggio. Stiamo assistendo ad un imbarbarimento che parte e coinvolge il modo stesso di comunicare. Tutto ciò è pericoloso e non porta da nessuna parte.
    Un saluto a te.

    • grazie del commento:la cosa che più mi dispiace è di essermi in parte adeguato anche io a questo linguaggio: la degenerazione linguistica colpisce noi stessi.

  3. Si cade un po’ nella comunicazione corrente esserne del tutto esenti è difficile .
    Detto ciò il titolo mi fa ridere , e sul resto concordo .
    Non perché sono trascorsi dieci anni , la pensavo così anche allora .

    • lui po’ qua e là dice anche cose giuste, ma come personaggio e leader politico a me pare il peggio del peggio.
      poi, quando è cominciata la canea mediatica contro di lui, mi è toccato anche difendere certe sue proposte azzeccate contro il conformismo filo-padronale.

      • Si un po’ qua è un po’ là predica bene lui e razzola male . A me pare giusto difendere certe proposte di Grillo per il valore che ha e per andare contro un conformismo propotente assai frequente. Ciao

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...