349. 14 luglio: flare, brillamento solare, fronte terra; terremoti.

un brillamento solare è una violenta eruzione di materia che esplode dalla fotosfera del sole con un’energia equivalente a varie decine di milioni di bombe atomiche.

ieri ne è avvenuto uno molto potente e prolungato, scatenato dalla grande macchia solare AR1520?p=22047

* * *

del resto siamo al massimo presunto di attività dell’attuale anomalo ciclo solare, insolitamente fiacco; le macchie solari a lungo attese e sinora latitanti, che evidenziano le tempeste solari sulla sua superficie, sono finalmente comparse, anche se in numero insolitamente basso, e si fanno sentire.

questo grafico mostra l’andamento dell’ampiezza delle macchie solari negli ultimi 150 anni circa:

* * *

semmai la particolarità è che questo lancio di materiale solare nello spazio è avvenuto  proprio in direzione della terra, ma neppure questo, naturalmente, è un fatto eccezionale.

l’impatto  con l’atmosfera terrestre delle onde prodotte, che viaggiano di solito a 5 milioni di km all’ora, è previsto per domattina alle 10, cioè circa 30 ore dopo l’evento.

niente di particolarmente pericoloso, tranne, in certe situazioni, per le le comunicazioni radio.

al massimo ci saranno delle aurore boreali a latitudini più basse e alcuni problemi sulle linee elettriche.

tranquilli, siamo sopravvissuti anche al flare del 4 novembre 2003, che fu stimato a X45, nella scala di misura dei flare, ed è il più potente mai registrato.

* * *

però qualche dilettante da blog pubblica quest’altro grafico, fatto da lui stesso:

mostra la correlazione fra l’andamento del campo magnetico interplanetario, IMF, ed alcuni terremoti di intensità superiore a 7 nella scala Richter negli ultimi tre anni circa.

questo non significa affatto che dobbiamo aspettarci qualche fortissimo terremoto domani: l’andamento del campo magnetico interplanetario non dipende immediatamente dalle tempeste magnetiche solari, a quanto ho capito, e non esiste ancora alcuna teoria scientifica riconosciuta che stabilisca questa correlazione, che tuttavia questo grafico (se attendibile) rende molto suggestiva, indubbiamente.

si è per ora verificata qualche intensificazione dell’attività sismica terrestre in relazione all’andamento dei cicli solari e soprattutto alla loro influenza sul Campo Magnetico Interplanetario, ma non esistono interpretazioni certe di queste variazioni statistiche.

* * *

ma che relazione c’è tra i flares, le esplosioni solari, e il campo magnetico interplanetario prodotto dal Sole?

questo misura sostanzialmente il vento solare costituito da plasma.

è probabilmente il vento solare che nel corso dei miliardi di anni della sua esistenza ha privato Marte della sua originaria atmosfera.

ma evidentemente questo non rappresenta un problema percepibile per il nostro pianeta.

La correlazione tra vento e macchie solari è stata smentita dal confronto fra il comportamento del sole durante il minimo di attività elettromagnetica del 1996, e quella molto più elevata del 2008.
In modo più evidente, si è manifestata a Gennaio 2012 con la maggiore tempesta solare registrata da sette anni, in corrispondenza di un numero di giorni senza precedenti in assenza di macchie solari.

 * * *

questo post non ha nessuna conclusione, perché è scritto da un ignorante sul tema, da un semplice curioso.

chissà se qualcuno più esperto di me passerà di qui, correggerà errori e aggiungerà fatti ed interpretazioni…

About these ads

3 risposte a “349. 14 luglio: flare, brillamento solare, fronte terra; terremoti.

  1. Per quanto riguarda gli effetti chimico-fisici dei flares solari sulla Terra non credo che si possa fare gran che…mi preoccuperei di più degli effetti devastanti sulla psiche dell’essere vivente, sia esso umano, animale o vegetale, perchè sono queste reazioni a creare gli eventi sociali del domani, immediato o futuro.
    Nel recente passato ci sono stati alcuni ricercatori – Tchijewsky, M. Poumailloux, Malin e Srivastava, Mandeville, R. Reiter, ed altri- che hanno evidenziato queste correlazioni tra la periodicità delle macchie solari e gli eventi storici, ma sono stati snobbati/derisi dagli “accademici con cattedra”…gli avvenimenti purtroppo si ripetono, altrettanto meccanicamente, come le macchie solari e come l’idiozia della Storia (guerre, conflitti, crisi economiche, ecc…).
    E sulle nostre reazioni a questi “venti solari” possiamo certo intervenire, molto più di quanto possiamo fare su un’eruzione vulcanica o su uno tsunami: veramente, la Storia non lo dimostrerebbe, data la sua meccanica ciclicità…ma è l’unica via percorribile e sensata.
    Pino

    • grazie di questo ritorno e di questo commento che apre un aspetto che non avevo affatto considerato nel mio post, quello del rapporto – indiscutibile – fra attività solare e condizione psicologica umana.

      volevo chiederti di approfondire, ma poi ho pensato che era una ricerca piuttosto antiquata: ho fatto una rapida ricerca con google sul primo degli studiosi che hai citato, ed ho trovato questo link, che dà delle informazioni molto precise: http://civiltascomparse.wordpress.com/2012/05/29/ciclologia-e-attivita-del-sole/

      giusto per restare nella classificazione proposta da Tchijevsky l’ultimo periodo di aumento dell’eccitabilità dovrebbe essere stato il 2010-11 ed ora siamo entrati in un periodo di massima eccitabilità 2012-15.

      come il 2000-2003, e, risalendo indietro nel tempo, il 1989-1991, il 1979-1982, il 1967-1969.

      stiamo entrando in un periodo come il 1775-77 (Rivoluzione Americana), il 1788-91 (Rivoluzione francese),
      1803-06 (guerre napoleoniche), 1815-17, 1828-32 (rivoluzioni europee), 1837-40, 1848-51 (il Quarantotto), 1858-61 (guerre del Risorgimento italiano e guerra civile americana), 1869-72 (Comune di Parigi) 1883-86 1893-95 1905-08 (guerra russo-giapponese e prima rivoluzione russa) 1916-18: Prima Guerra Mondiale; rivolte in Irlanda e in India; Rivoluzione Russa; 1925-27; 1937-40: guerra civile Spagnola; Seconda Guerra Mondiale; 1947-51: guerra civile in Grecia; rivoluzione cinese; guerra di Corea; prima guerra arabo-israeliana; 1957-60:

      lasciando aperta la questione, abbiamo certamente di noi l’alternativa guerra rivoluzione, o entrambe.

      aggiungendo però che siamo in un periodo di massimo solare molto anomalo, con la mancata inversione dei due poli magnetici solari, che non abbiamo mai osservato in precedenza, http://expianetadidio.blogspot.it/2012/06/una-stella-che-rischia-di-non-brillare.html, e dunque forse anche i sommovimenti psicologici umani porrebbero essere attenuati

      la seconda sorpresa è che, inserendo in google “macchie solari e eventi storici” il secondo risultato è il tuo commento!!!!
      https://www.google.it/search?sugexp=chrome,mod=7&sourceid=chrome&ie=UTF-8&q=macchie+solari+e+eventi+storici

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...