Dbc1, una nuova scoperta contro lo sviluppo del cancro, e contro il cancro dello sviluppo. – 391

3 agosto 2012 venerdì  07:37

.

questa notizia della scoperta di una nuova proteina capace di far ripartire il meccanismo che porta le cellule tumorali a invecchiare e poi a morire, che ieri ho trovato on-line solo sul Fatto Quotidiano, me la segno sul blog, e chi legge se la segni sul suo o da qualche altra parte; e diamoci un appuntamento con l’Istituto nazionale dei tumori di Milano al 2015, per dire, per vedere che fine avrà fatto.

sappiamo tutti bene che anche l’informazione scientifica è un mercato, che nella vita di una ricerca occorre anche una certa azione promozionale sulla stampa, e dunque occorre fare una certa tara sugli annunci periodici che vengono fatti qua e là su importanti scoperte, tuttavia questa scoperta mi pare di oggettivo e indiscutibile rilievo, anche dopo avere tolta la tara necessaria.

la tara da togliere, del resto, è presto detta, e consiste nella ripetizione del mantra “prima di avere un’applicazione clinica saranno necessari alcuni anni”, dietro il quale poi notizie strepitose scompaiono per sempre, tanto nessuno se le ricorda più.

però noi vigileremo, che non ci venga soltanto raccontato qualcosa per farci credere che le ricerche servono davvero.

* * *

per la spiegazione tecnica della scoperta potrei semplicemente rimandare all’articolo del Fatto, ma vorrei esporla a modo mio, per dare più evidenza ad alcuni passaggi un po’  paradossali.

normalmente, “quando le cellule del corpo umano presentano una grave alterazione del” loro programma genetico contenuto nel “Dna, si attiva la proteina p53, ‘il guardiano del genoma’, che determina l’apoptosi, cioè la morte, della cellula anomala”.

questo suicidio cellulare è essenziale, perché evita che cellule con il patrimonio genetico alterato possano continuare a crescere in modo incontrollato e potenzialmente si trasformino in cellule tumorali.

* * *

un inciso: sono sempre rimasto stupito dalla straordinaria analogia che esiste fra i meccanismi del cancro nell’organismo umano e il funzionamento della civiltà umana nel pianeta terra, se visto come organismo vivente.

la presunzione della crescita infinita è delle cellule tumorali come degli esseri umani, e la conclusione di questa anomalia consiste nella morte dell’organismo, che ovviamente diventa anche morte delle cellule impazzite, sia nell’uno sia nell’altro caso, corpo umano o pianeta vivente.

ma queste cellule che agiscono come se fossero immortali, perdendo il senso della loro connessione con l’organismo complessivo che le mantiene in vita, proprio in quanto tali, non possono rendersi conto delle forze malsane che le animano, e cioè di essere l’agente di una malattia mortale e non possono che comportarsi secondo la loro natura genetica.

* * *

gli organismi viventi, corpo umano oppure Gaia, l’unico grande organismo vivente che è il nostro pianeta, hanno dei meccanismi interni di autodifesa, ma ci sono casi, i casi del tumore, oppure quello della globalizzazione capitalistica, in cui questi meccanismi non solo non si attivano, ma dall’organismo stesso provengono elementi di rinforzo che sostengono lo sviluppo delle cellule tumorali che operano come se fossero immortali.

nell’organismo umano, ad esempio diventa molto alto il livello di una proteina Sirt1, che blocca la p53, agendo come una sua antagonista, e quindi mantiene in vita le cellule tumorali per un periodo superiore alla norma; l’articolo la definisce “l’elisir di lunga vita delle cellule” tumorali.

* * *

questa ricerca ha scoperto una nuova proteina, Dbc1, in grado di contrastare l’altra e di far ripartire il meccanismo che porta a invecchiare e poi a morire anche le cellule tumorali.

Lo squilibrio tra i valori di Dbc1 e Sirt1 all’interno delle cellule tumorali era un fenomeno già noto.

Ciò che non era conosciuto era il tipo di rapporto che lega queste due proteine.

I ricercatori hanno aumentato artificialmente il livello di Dbc1 in cellule del tumore mammario.

Conseguenza di questa variazione è stata una diminuzione di Sirt1.

Alla riduzione di questa proteina è corrisposto quindi un aumento di p53 e si è intensificato il fenomeno di morte programmata delle cellule tumorali.

Sulla base dei risultati, i ricercatori hanno anche compreso perché nei tessuti di tumori del seno e dello stomaco dalla prognosi particolarmente infausta si registrano valori alterati delle due proteine.

In pratica, senza l’effetto dell’interruttore la lunga vita delle cellule tumorali è assicurata.

non è una terapia, ma la comprensione di un meccanismo naturale che potrebbe aiutare in maniera decisiva la messa sotto controllo dell’incontrollato sviluppo tumorale.

* * *

nuove speranze per i malati?

aspettiamo a dirlo, i tempi delle soluzioni applicative potrebbero essere tali che le speranze riguardano più che altro i sani, cioè coloro che non si sono ammalati, se lo faranno in tempi ragionevoli con quelli della ricerca…

* * *

si aspetta l’invenzione dell’equivalente della proteina Dbc1 nel campo dello sviluppo socio-economico per evitare la morte del pianeta…

Fonte –AdnKronos Salute

7 risposte a “Dbc1, una nuova scoperta contro lo sviluppo del cancro, e contro il cancro dello sviluppo. – 391

  1. Peccato ma non è andata come doveva, anche se il sole è diventato più potente, è un decorso fisico naturale che si ripete .
    Quel 20% che potevamo fare non lo abbiamo fatto .
    Non ci speravo granché , solo il 5 /% che è insito anche nell’uomo /donna più infami .
    Così mi pare sia avvenuto ,ma non basta ! Avremmo ritardato un po’ i tempi.
    La realtà dei cicli climatici dovuti al sole resta , come l’ insensatezza umana .
    Siamo inferiori alle formiche ,ora assai numerose eppure ancora sensate …
    Fa male pensarlo, verbalizzarlo acquista maggiore potenza . Scusami Ciao 😉

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...