la casa dei Moustache Brothers a Mandalay (e le statistiche dei miei video su You Tube). – 401

12 agosto domenica 08:00

col ritorno in Italia e la disponibilità del computer fisso che ha il programma di gestione dei montaggi video, ecco che ho ripreso a pubblicare sul mio canale You Tube la documentazione visiva del mio viaggio in Myanmar di febbraio.

non ho poi nulla da aggiungere, sul piano narrativo, al racconto di quel che è successo nel pomeriggio, passato a riposare e dormire, e la sera del 29 febbraio quando ho raggiunto lo spettacolo dei Moustache Brothers all’altro lato di Mandalay, battendo con un nuovo motodriver ogni record di velocità: 107-come-sono-entrato-nella-compagnia-dei-moustache-brothers-di-mandalay

si tratta di un gruppo di attori che sostiene e ha sostenuto la battaglia democratica di Aung San Suu Kyi, pagando dei prezzi elevati, come i 5 anni di carcere duro che uno di loro ricorda ancora, esibendo delle catene, ora solo simboliche e recitate, sulla povera scena ricavata nello stanzone più grande della loro casa.

* * *

guardare il video permette oggi di approfondire l’analisi, ad esempio scoprendo il filo segreto dello svolgimento dei fatti, che era sfuggito al momento in cui li si era vissuti.

dall’arrivo la mattina al porto fluviale di Mandalay, dove per la prima volta impatto con la vita popolare del Myanmar, alla presenza ricorrente dei ritrarti di Aung San nel paesino di Mingun e nei battelli che fanno la spola di turisti e viaggiatori locali (su imbarcazioni separate) da Mandalay, ecco che la figura di questa donna che ha alla fine vinto la sua battaglia contro la dittatura (e contro l’egemonia cinese) è gradualmente emersa come tema centrale di questa giornata.

e lo spettacolo di questa compagnia, che era ed è un piccolo segno di appoggio a questa lotta per tutti i turisti che sono andati a vederlo a Mandalay, me compreso, chiude la giornata marcandone il senso.

quel che avviene in scena è un po’ gracile, ma denso di colore locale, e sta anche in questo il suo bello – anche se poi nel montaggio video risulta più interessante di come probabilmente la stanchezza dei due esasperati giorni precedenti me lo faceva ricordare.

ad esempio, c’è un’altra continuità, forse meno visibile, con i video precedenti della giornata, ed è quella che collega le marionette dei negozietti artigianali di Mingun con le movenze, i gesti, l’abbigliamento e il trucco degli attori quando danzano e cantano: vi è un gioco di riferimenti culturali e forse addirittura di citazioni che a noi, turisti occidentali, rimane sostanziale precluso: però cerco almeno di farvelo notare anche se sono sicuro, per quello che sto per dire, che poi nessuno andrà affettivamente a guardarselo, questo video.

* * *

mentre ero in Germania ho guardato la pagina con le statistiche degli accessi al mio canale You Tube, di cui quasi ignoravo l’esistenza prima, e così ho appreso casualmente che quasi nessuno arriva ai video a partire dai miei post qui: solo 6 contatti negli ultimi 30 giorni; potrei quindi considerare tempo totalmente buttato questi post, se non servissero a me stesso e non fosse gratificante per me scriverli e rivedermi i video.

* * *

colgo l’occasione per fare il punto per me stesso su quel che succede al mio modestissimo canale video di You Tube nel so insieme: spero che proprio nessuno perda tempo a leggersi il resto, anche se capisco che un certo amore per il pettegolezzo e le notizie inutili potrebbe indurre qualcuno a varcare la soglia del mio sorridente divieto.

l’unica cosa eventualmente utile è questo link che dà l’accesso al quadro di insieme dei miei video che al visitatore comune vengono normalmente presentati in modo molto confuso e scoraggiante per il pubblico di chi conduce delle sequenze organizzate come me:

* * *

il canale, dedicato ai miei viaggi, esiste da quasi sei anni ed ha accumulato sinora la somma modestissima di un po’ più di 70.000 contatti con i suoi 264 video, quasi tutti di viaggio (alcuni video privati, non accessibili al pubblico, sono dedicati alla vita strettamente familiare, e riguardano figli e nipoti).

sono stati dunque in media circa 12.000 contatti all’anno, cioè 1.000 al mese, in media.

ma la media ovviamente si è via via alzata nel tempo, se non altro per il numero dei video; è possibile cliccare sulla pagina mostrata sopra in alto su “analytics” ed avere il quadro interessante della distribuzione dei contatti adesso: ad esempio negli ultimi 30 giorni sono stati un po’ più di 2.600, quasi 90 al giorno, un terzo circa dei contatti medi giornalieri del blog.

e qui potete vedere quali sono i video che fanno da traino: analytics

* * *

onestamente non è un gran vedere: in testa quello che sta diventando il mio video più cliccato, al quale ho deliberatamente dato un titolo civetta per verificare quanto fosse stupida la platea degli spettatori di You Tube: Mister Anaconda, the biggest penis in the natural world. My first Sri Lanka 42.

e l’ho perfino monetizzato, giusto per vedere, guadagnando sinora la somma di 18 centesimi di dollaro che non so neppure come mi verrà recapitata! 🙂

ma siamo sempre nell’ambito di 6.000 clic circa, mica i milioni di clic di video dal titolo simile, o i 10 milioni che hanno cliccato un video che promette di mostrare l’autoevirazione di un africano, nuovo Origene cristiano…

* * *

il secondo video più cliccato nell’ultimo mese e il più cliccato in assoluto è invece un piccolo gioiellino di poesia, dedicato a una mendicante indiana che gira in treno con i suoi due bambini cantando per chiedere l’elemosina.

e poi ci sono i video dedicati alla parata gay di Stoccarda dello scorso anno, e via via quelli che insomma si possono vedere dalla tabella, senza perderci altre parole.

* * *

altri dati interessanti riguardano la distribuzione geografica di chi arriva al mio canale video: distribuzione delle visualizzazioni

il dato più sorprendente, ma interessante per me, è che il paese in cui sono più guardato (si fa per dire) è la Germania, con 410 contatti, segno forse evidente della mia avvenuta tedeschizzazione; poi gli Stati Uniti, con 399, l’Arabia Saudita (mistero!) e l’India, entrambe con 252 contatti, gli Emirati Arabi Uniti, con 222 contatti, e sesta, solamente sesta, l’Italia con 207 contatti in un mese.

è evidente in particolare per questo ultimo dato che, dal punto di vista del successo del mio canale, si tratta di una catastrofe totale, però a me va bene così.

* * *

l’ultimo dato che dà da pensare è la distribuzione demografica dei miei spettatori, o almeno cliccatori: Dati demografici

quasi l’82% sono uomini e appena più del 18% donne.

ma ancora più sorprendente è la loro distribuzione per classi di età: provo a ricopiare i dati

Principali posizioni per visualizzazioni
Visualizzazioni
13-17 anni
18-24 anni
25-34 anni
35-44 anni
45-54 anni
55-64 anni
65+ ann
Germania
410
7,5%
6,3%
6,2%
10,7%
10,5%
58,7%
0,0%
Stati Uniti
399
0,0%
13,2%
10,5%
32,3%
23,8%
14,3%
5,8%
Italia
207
7,2%
7,8%
16,3%
15,6%
5,2%
47,9%
0,0%

l’impaginazione è uscita male, però si capisce che in Germania e in Italia sono guardato prevalentemente da persone tra i 55 e i 64 anni! mentre negli Stai Uniti mi guardano in prevalenza fra i 35 e i 44 anni, lascio a chi sa cercare di capire che cosa possa voler dire questo; ovviamente i grandi assenti dal mio canale sono le persone con meno di 25 anni: il 13,8% in Germania, il 13,2% negli USA, il 15% in Italia.

trovo non solo questa corrispondenza sorprendente, ma misteriosa la capacità del pubblico di orientarsi in modo molto preciso nella scelta del video, prima ancora di vederlo!

* * *

ps. credo che i link che ho postato siano dei link permanenti a dati che continueranno a variare nel tempo: era possibile anche scaricare le tabelle ed inserirle nel testo, ma mi pareva francamente esagerato…

Una risposta a “la casa dei Moustache Brothers a Mandalay (e le statistiche dei miei video su You Tube). – 401

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...