viva la cioccolata! – 405

16 agosto giovedì   07:21

.

chi l’ha detto che bisogna sempre scrivere dei post seri, politici o filosofici?

anzi, chi l’ha detto che un post sulla cioccolata non possa essere a sua volta politico o filosofico?

del resto non è neppure la prima volta che mi occupo di cioccolata.

un altro inno alla cioccolata fu praticamente uno  dei primi post che scrissi quando iniziai a tenere un blog: 45. Il federalismo fa male alla salute (la cioccolata no) e, come vedete, era perfino un post vagamente politico.

e al momento di concepire questo secondo post dedicato al cacao meravigliao, ho giusto finito di mangiarmi mezza tavoletta di cioccolata.

* * *

per la verità il medico mi ha proibito di mangiare la cioccolata, assieme a tante altre cose dolci; io, senza dirgli niente, ho fatto un compromesso silenzioso e mangio solo la cioccolata amara, che oltretutto mi piace molto di più, perché contiene molto più cacao.

avevo delle aritmie del cuore continue e molto fastidiose praticamente da due giorni ininterrottamente: la cioccolata, assieme a una gita al fresco a 2.000 metri, in un paio d’ore me le ha fatte passare: d’altra parte, messo di fronte ad una scelta, penso che sia meglio morire per la cioccolata che per la mancanza di cioccolata.

* * *

ho aperto Repubblica  con la bocca ancora piena dell’ultimo boccone e, viva la serendipity, ci ho trovato questi cento motivi per continuare a incioccolatarmi un poco tutti i giorni.

anzi, se stiamo a quello  studio dell’università di Zurigo di cui mi ero occupato nel gennaio 2006, per garantirsi una  buona salute, bisognerebbe mangiare 40 grammi di cioccolata ogni 8 ore.

dite che sono troppi? che l’Università è svizzera e probabilmente si è venduta alla Nestlè?

non mi importa nulla, del resto questo nuovo studio e del “team di Geriatria dell’ospedale di Avezzano e dall’Università dell’Aquila”, mica  dell’Università di Perugia, ed è stato “pubblicato sulla rivista Hypertension, testata dell’American Heart Association”; dice Repubblica perfino che “ha suscitato immediata eco nella comunità scientifica internazionale”.

* * *

strano, perché dice esatte esatte le stesse  cose che avevo letto 6 anni fa e che poi ho sentito tante altre volte, provare per credere:

il primo studio dice che “il cioccolato fondente può ritardare l’indurimento delle arterie nei fumatori”, il secondo parla di “miglioramento della funzione cardiovascolare”.

il primo studio dice che “il cioccolato nero aveva quasi dimezzato l’attività delle piastrine e incrementato i livelli di antiossidanti; il secondo che “è stata inoltre rilevata una riduzione dello stress ossidativo”.

insomma, il cioccolato mantiene più giovani e combatte l’Alzheimer.

Il cacao contrasta l’invecchiamento delle cellule cerebrali.

insomma una ricerca scopiazzata? un’altra prova del basso livello delle università italiane, nessuna delle quali sta nelle prime cento delle classifiche internazionali?

vinciamo alle Olimpiadi, ma perdiamo nelle olimpiadi nascoste della cultura?

* * *

no, una novità c’è nella ricerca italiana: il preciso rapporto del cacao con l’insulina.

“L’effetto positivo sembra essere mediato principalmente da un miglioramento della sensibilità all’insulina”.

insomma, tutti voi che siete affetti da diabete senile, come me, sappiate che il cacao contrasta il diabete (“gioca un ruolo fondamentale nel tenere sotto controllo la glicemia”, che vi dicevo?): unitevi dunque per imporre al vostro medico di farvi mangiare, anzi “assumere”, un poco di cacao al giorno.

già, ma quanto?

è qui la principale novità, non bella, di questa ricerca: se gli svizzeri avevano sperimentato gli effetti positivi di 40 grammi di cacao ogni 8 ore, e la cosa poteva starmi bene in questi termini, i ricercatori di Sulmona  hanno misurato gli effetti positivi a partire da 5-10 grammi al giorno per 8 settimane.

* * *

beh, se 10 grammi fanno bene secondo l’università di Sulmona, 40 fanno meglio secondo l’Università di Zurigo, io sto con gli svizzeri, basta che il cioccolato sia amaro.

12 risposte a “viva la cioccolata! – 405

  1. Infatti solo che io ne ho mangiate tavolette intere amara ma non troppo …Come potrei ,diversamente ,pensare ,immaginare e sentire qualcosa di più dolce ?

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...