478. Hegel e le pisciate filosofiche.

devo a un altro blog, che temo possa avere citato per ammirazione, queste frasi di Hegel:

Infimo ed eccelso

by md

«Ché lo spirito è tanto più grande, quanto più grande è l’opposizione dalla quale ritorna in se stesso.»

«Il profondo che lo spirito trae dall’interno all’esterno […]  è la medesima congiunzione dell’eccelso e dell’infimo, che nell’organismo vitale l’innocenza della natura esprime nella congiunzione dell’organo della suprema perfezione, quello della procreazione, e dell’organo del pisciare.

Il giudizio infinito, come infinito, sarebbe il compimento della vita comprendente se stessa: ma la coscienza della vita che resta alla rappresentazione, si comporta come funzione del pisciare.»

Hegel, Fenomenologia dello spirito

effettivamente da duecento anni queste pisciate dello spirito vengono considerate filosofia.

ecco un caso nel quale la filosofia è un romanzo di Ponson du Terrail solo molto più noioso, una cattiva riproduzione delle avventure senza verosimiglianza del contemporaneo  Rocambole, applicate alla mente. 

ecco un caso nel quale la filosofia è addirittura peggio della fede.

e le imitazioni di questa melma linguistica non sono ancora finite.

povero pensiero critico se, tanto per cominciare, non riesce neppure a distinguere la filosofia dal suo contrario!

9 risposte a “478. Hegel e le pisciate filosofiche.

  1. beh, però decontestualizzato così…
    ché poi, in effetti, la Fenomenologia dello spirito è davvero un romanzo!
    ad ogni modo mica tanti filosofi si sono sporcati le mani con gli umori del corpo, mentre un Hegel sorprendentemente alchemico lo ha fatto

    • ma non sei stato tu a decontestualizzarlo, scusa? 🙂

      sono contento del successo della definizione di Hegel come romanziere.

      perché poi anche la tua critica è sorprendentemente letteraria:

      filosoficamente non mi interesserebbe tanto lo splendore dell’esposizione, ma la solidità delle acquisizioni…

  2. certo è che non si può dire che questo tuo post sia molto amichevole.
    spero almeno che tu ne abbia ricevuto dei vantaggi … in qualche modo (che ovviamente non riesco a capire)

    • questo commento mi disorienta.

      oserei dire che neppure lui è molto amichevole, e non capisco perché.

      ogni tentativo di interpretazione mi porta ad approdi negativi, anche pesantemente negativi.

      forse sto equivocando, forse ti interesserà cercare di spiegarti meglio.

  3. Pingback: rozmilla, l’infelice fine di un namasté. « commentando·

  4. Pingback: come si calcola la #miniIMU – oppure no? – 26. | Cor-pus·

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...