il trenino di Arcore. – 570

24 novembre 2012 sabato 00:29

.

“Ad Arcore durante le serate “facevamo anche un ‘trenino‘ cantando ‘pe-pe-pe-pe-pè.

Comunque nessuna scena a sfondo sessuale, era solo un trenino allegro”.

e anche di molta eleganza.

la testimone, per quel trenino, percepisce tuttora “2.500 euro al mese” e l’affitto pagato, così come tutte le altre ospiti di quelle cene eleganti, e lo dice sotto giuramento in tribunale.

gli avvocati di Berlusconi sono così bravi che tra un poco mi convincerò anche io che in quelle cene non c’era altro che un povero vecchio rincoglionito e impotente che dilapidava cifre folli per divertimenti di questo genere.

* * *

ora delle scene francamente e virilmente porno ad Arcore gli italiani a Berlusconi potrebbero anche perdonarle.

ma questa confessione, fatta per interposte testimoni prezzolate, di essere solo un guardone frustrato è veramente la sua fine politica.

18 risposte a “il trenino di Arcore. – 570

  1. Devo pur dire che tantissima gente si è stancata di questa storia di puttanizia, eleganza e trenini… e nemmeno le sente più certe notizie. Poi alla prossima discesa in campo vediamo cosa succede.

    • tra questa gente ci sto anche io, ma ogni tanto mi capita di togliermi qualche ultima soddisfazione…

      Berlusconi deve capire se può essere l’ago della bilancia necessario per tenere in piedi Monti.

      e siccome non si fida più nemmeno del suo stesso partito, sta calcolando se presentarsi in proprio.

      se non lo farà, sarà perché avrà capito di essere diventato ininfluente, e allora credo che se andrà dall’Italia prima che sia troppo tardi.

  2. qui ti sbagli perche’ sopravvaluti il popolo di “santi navigatori e puttanieri”…io ho sentito troppa gente ammirare il decrepito che rifiuta la realta’…!!

  3. diciamocelo pure, quel trenino fa proprio schifo.
    se il maschilismo macista italico poteva anche tollerale le nottate di sesso, il trenito proprio no….
    è proprio una manifestazione rozza, volgare, da parvenus che il sabato sera devono sfogare la frustazione della settimana.
    poveretti.

    • e fu così che Silvio Berlusconi da modello di vita su cui fantasticare si è trovato trasformato, pur continuando a fare le stesse cose che faceva, in un incubo che dimostra all’italiano medio la frustrazione della sua vita.

      se si può essere dei frustrati anche con tutti quei soldi, allora il difetto sta in quello che si è non in quello che si ha, potrebbero cominciare a pensare.

      ma che pro? tanto mica si può essere diversi da quel che si è, mentre può essere diverso quel che si ha.

      • non credo sia una scoperta rivoluzionaria: infatti, non ci mancano gli esempi di ricconi con una vita grama….
        semplicemente, scopriamo con troppa lentezza che i soldi non fanno né la qualità, né la felicità della vita.

        il caso di Berlusconi è emblematico: comunque la si giri, la storia di come spende i suoi soldi (perchè è provato che li spende) in sesso o trenini è deprimente…. infatti, qualsiasi uomo comune potrebbe tranquillamente soddisfare tali voglie senza quei miliardi.

        • sono perplesso, red.

          appartengo ad un mondo, forse in via di estinzione, dove qualunque uomo comune quelle voglie, di far fare il trenino alle ragazze, per esempio, non si sognerebbe neppure di averle.

          semmai altre, da conquistarsi in altro modo, questo sì.

          • mettiamola così, bortocal, neppure io credo alla storia del trenino.
            ma, pur aberrando queste scene di sregolatezza danzante, non possiamo negare che accadano (i trenini sono più o meno uno sport nazionale)…. quindi, qualcuno -specie come il nostro- potrebbe anche avere voglie simili….

            • ma no! io ci credo, invece.

              il trenino discende strettamente dalla concezione del sesso che ci sta dietro!

              togli un po’ di ormoni, per via dell’età, aggiungici l’operazione alla prostata, e il risultato finale è questo…

              • ah, ma quindi accettiamo la teoria dell’operazione alla prostata.
                il trenino come sostituto fallico… stupendamente freudiano.
                facciamo anche un volgare paragone su partecipanti e dimensioni?

                • mica è una teoria l’operazione alla prostata di Berlusconi, è un fatto.

                  che getta una luce assurdamente irreale su tutte le sue prodezze sessuali, nonostante i miracoli del viagra.

                    • ma no, dai: ringraziamo piuttosto il cielo che non lo abbia ancora fatto! 🙂

                      (che schifo…) 😉

                      e comunque l’impotenza non spegne la voglia, nei vecchi sporcaccioni…

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...