la fede di Münchhausen – borforismi [162]

28 novembre 2012 mercoledì 16:51

.

il credente è una persona che ha così poca fiducia in se stesso che si crea un altro io immaginario, che chiama Dio.

e a quell’Io o Dio sospeso sul nulla che lo ha spaventato il credente attacca la sua vita.

come il barone di Münchhausen che, per non cadere, si teneva sospeso in aria per i capelli.

e il fatto meraviglioso è che, a sentir lui, ci riusciva anche.

8 risposte a “la fede di Münchhausen – borforismi [162]

  1. il paragone è fantastico, perchè mostra proprio il castello di carte che abbiamo costruito sulla religione: tanto ridiamo di Munchhausen, tanto la prendiamo seriamente.
    se vedessimo la stessa assurdità anche nella fede, sarebbe crollata da tempo

  2. l’ultima riga di redpoz mi lascia perplesso…!!
    Tertulliano il cui pensiero non era certo banale se ne usci con la famosissima. ..”credo quia absurdum”

    • rispondo a te ed anche a red con un commento solo.

      tertulliano dice che si crede proprio perché la fede è assurda.

      è evidente che da un certo punto di vista dice il vero: infatti, se la ragione fosse in grado di dare delle risposte agli enigmi della vita, non ci sarebbe neppure bisogno di credere.

      ma da un altro punto di vista Tertulliano ha torto: chi crede a certe panzane superstiziose non ci crede PERCHE’ sono assurde, dato che non è un intellettuale come Tertulliano, ma perché neppure si rende conto che sono assurde.

      quindi, da questo punto di vista ha ragione redpoz e non Tertulliano che dà dignità intellettuale a certe forme di fede che non ne hanno nessuna: la cosiddetta e iperlodata “fede dei semplici”…

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...