122. diffida legale a Beppe Grillo in base al Non statuto.

quell’imbroglione di Beppe Grillo o Grullo! 😉

ha dato al suo Movimento 5 Stelle un Non statuto per potere fare a meno di rispettarlo, pare!

* * *

caro Beppe Grillo, i patti sono patti: nello Statuto del tuo Movimento sta scritto che riconoscete “alla totalità degli utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi”.

a questo punto io pretendo che tu mi consenta di decidere attraverso la Rete che cosa dovete fare in parlamento e che tu apra una consultazione sul tuo blog.

ti ricordo che nella Circoscrizione estera, al Consolato di Stoccarda, ho firmato per consentirti di presentarti alle elezioni, nel presupposto che tu rispettassi gli impegni presi pubblicamente attraverso la rete; quindi ho acquisito dei precisi diritti di tipo contrattuale rispetto al tuo Movimento.

questa parte del mio post la vado a pubblicare anche sul tuo blog come commento: sono sicuro che i commenti qualcuno li legge, dato che hai fatto cancellare i miei precedenti.

e siccome nel Regolamento sta scritto che i contatti col tuo Movimento si mantengono solamente attraverso il tuo blog, credo che questo valga anche come precisa diffida legale.

spero quindi che tu non mi costringa a portarti in tribunale per farti rispettare questa precisa clausola.

lo farò, se non rispetterai gli accordi, nell’interesse del tuo stesso Movimento e della sua credibilità.

(ecco fatto: ho commentato il post di Grillo Minacce al MoVimento 5 Stelle, mi è sembrato il più appropriato :)).

* * * 

vediamo bene adesso che cosa sta scritto in questo documento chiamato Non Statuto del MoVimento 5 Stelle, che poi se lo scarichi dalla rete ti compare comunque col nome di Regolamento: 

http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Regolamento-Movimento-5-Stelle.pdf

partiamo da una premessa importante:

ARTICOLO 1 – NATURA E SEDE
Il “MoVimento 5 Stelle” è una “non Associazione”. Rappresenta una piattaforma ed un veicolo di confronto e di consultazione che trae origine e trova il suo epicentro nel blog http://www.beppegrillo.it. (…)

ARTICOLO 2 – DURATA
Il MoVimento 5 Stelle, in quanto “non associazione”, non ha una durata prestabilita.

ARTICOLO 3 – CONTRASSEGNO
Il nome del MoVimento 5 Stelle viene abbinato a un contrassegno registrato a nome di Beppe Grillo, unico titolare dei diritti d’uso dello stesso.

* * *

osservazioni diverse sono già state fatte su questo: una non associazione con un proprietario, e si è chiesti se questa poteva essere riconosciuta come partito politico, e si è risposto di no; ma tanto in Italia manca una legge che lo determini.

l’art. 49 della Costituzione dice:

Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.

a norma di Costituzione democratica, dunque, i partiti devono essere più di uno: chi si propone il 100% delle adesioni si pone fuori dalla democrazia.

l’associazione dei cittadini nei partiti è libera, quindi i partiti hanno il diritto di organizzarsi come meglio credono.

tuttavia questa libertà di organizzazione ha un limite nel metodo democratico della loro vita interna, che deve assicurare la finalità loro assegnata dalla Costituzione.

* * *

il Non statuto del Movimento 5 Stelle risponde a queste condizioni di fondo?

non tutto è chiaro, per una parte importante no, ma per a parte essenziale la mia risposta di fondo è sì, ma solo a condizione che il Regolamento sia interamente rispettato.

vediamo meglio.

* * *

contorta e pasticciata è la premessa del Regolamento:

ARTICOLO 4 – OGGETTO E FINALITÀ

Il “MoVimento 5 Stelle” (…) va a costituire, nell’ambito del blog stesso, lo strumento di consultazione per l’individuazione, selezione e scelta di quanti potranno essere candidati a promuovere le campagne di sensibilizzazione sociale, culturale e politica promosse da Beppe Grillo così come le proposte e le idee condivise nell’ambito del blog http://www.beppegrillo.it, in occasione delle elezioni (…)

dunque il blog personale di Beppe Grillo è lo strumento di consultazione del Movimento per la selezione delle candidature (come avvenuto per le parlamentarie).

però i candidati a loro volta sono selezionati per sostenere le campagne promosse dal proprietario del blog.

il rapporto interno tra il blogger e i candidati è dunque un rapporto padronale.

da questo punto di vista i candidati del Movimento 5 Stelle, come del resto ha dichiarato Beppe Grillo stesso pubblicamente, entrano nel parlamento con un preciso vincolo di mandato, cioè contro la Costituzione.

Art. 67.

Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.

da questo punto di vista il Movimento di Grillo è un movimento anticostituzionale e non dovrebbe essere ammesso in Parlamento, come negatore di aspetti fondamentali della vita democratica.

* * *

tuttavia, proseguendo nella lettura del Non Statuto, si trovano anche affermazioni di natura completamente diversa.

questo stesso articolo 4 si conclude dicendo:

Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Esso vuole essere testimone della possibilità di realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità degli utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.

la frase di nuovo non è chiarissima, però sembra assodato che il Movimento riconosce alla totalità degli utenti della Rete il ruolo di governo e di indirizzo del Movimento stesso.

questa scelta di essere un movimento non di cittadini ma di internauti è naturalmente discutibile, ma siccome la Costituzione garantisce ai cittadini di associarsi liberamente, se agli aderenti al Movimento sta bene, va bene per tutti.

e poi anche nelle associazioni degli alcolisti anonimi a votare sono sono gli alcolisti, quindi… 🙂

* * *

però, a questo punto riprendo una proposta che ho già letto in rete: il Movimento 5 Stelle non deve riunire a Roma i propri eletti perché si sentano dire da Beppe Grillo o Grullo che cosa devono fare.

questa è una violazione del suo stesso non Statuto: va applicato lo Statuto del Movimento, ops, volevo dire il Non Statuto del Movimento.

quindi Beppe Grillo o Grullo deve aprire una consultazione sul suo blog per far decidere a tutti gli internauti d’Italia che cosa deve fare il suo Movimento.

* * *

ah, ma quello è un Non Statuto?

bisogna rivolgersi al tribunale per farlo applicare?

va be’, allora Beppe Grullo è un imbroglione. 

50 risposte a “122. diffida legale a Beppe Grillo in base al Non statuto.

  1. Sei un grande. Sciapò, come dice Crozza quando imita Conte. 😉
    Sono curioso di vedere che fine fanno i tuoi commenti sul blog di grillo.
    Bellissima la mossa di rivendicare il diritto in base al sostegno da circoscrizione estera.
    Come mossa successiva alla eventuale cancellazione dei commenti bisognerebbe forse scrivere a Time.

    • prendimi pure per matto, ma appena ho tempo vado davvero da un avvocato a sentire che cosa mi dice.

      sono disposto a buttarci via fino a 2000 euro su questa faccenda: se poi ci fosse una sottoscrizione pubblica e cominciassimo a fare causa in tanti per truffa… 🙂

      i farabutti non li sopporto…

  2. Bravo Mauro.
    Se fossi una psichiatra tratteggerei bene il profilo psicologico di Grillo, invece ho solo delle intuizioni.
    La prepotenza di Grillo supera persino quella di Berlusconi che, essendo un aziendale, è, in certi casi, più strutturato di Beppe. Grillo è preda di una sola ossessione: la rivalsa all’oscuramento subito per decenni dalla tv. Per la sua vendetta sacrifica i poveri manipolati che lo servono e spendono i loro soldi per l’organizzazione (e lui è milionario); cavalca l’irritazione per gli altri politici inefficaci o corrotti.
    é un bambino furbo e maligno, dittatore al 100%, inconcludente e senza alcun progetto serio. Persino in questi giorni il suo blog parla di notiziole dispersive su ambiente o altre questioncine, perchè non ha mai avuto l’intenzione di risolvere problemi, ma solo di catturare l’attenzione dei citrulli.
    Nessun progetto serio. Però mi preoccupa molto lo stesso, la sua carica distruttiva è notevole.
    Io spero solo nei suoi sostenitori, che forse un giorno si accorgeranno di stare in una nave la cui unica rotta è il capriccio di un tiranno infantile. Ma in Italia non si sa mai.
    Conosco personalmente due o tre di loro, ragazzi di Lecce. Ora non credo che, una volta approdati in senato, con lo stipendio che prendono (erano a basso reddito), abbiano più tanta vogia di scherzare come lui, inoltre loro hanno delle idee e vorrebbero…contribuire con il loro lavoro.
    Mah

    • è una fortuna, patrizia, che tu non sia una psichiatra, ma una scrittrice.

      il tuo ritrattino mentale di Beppe Grillo è impagabile; aspetta che lo rileggo ad alta voce…, eh eh:
      è un bambino furbo e maligno, dittatore al 100%, inconcludente e senza alcun progetto serio. i suoi sostenitori forse un giorno si accorgeranno di stare in una nave la cui unica rotta è il capriccio di un tiranno infantile.

      la cosa più acuta è questo affondo sulla psicologia da onnipotenza infantile di Grillo…

      anche io conosco diversi grillini che sono ottime persone: spero che non facciano la fine di quelli che si iscrivono a Scientology… :), ed è questo che mi dà un po’ di speranza.

    • certo, anche se non mi sembra proprio un commento in tema; anzi è urgente farlo, soprattutto considerando le tante cazzate che girano sul tema.

      pensa poi che io ne parlerei per dire che è bello ancora oggi: sono stufo dei sudisti dell’euro che sognano di fare la secessione per ristabilire la schiavitù.

  3. Il tema te lo spiego io. E’ a tema perchè state cercando di trovare di tutto per minimizzare un ”movimento” che più di altri ha colto il lamento del popolo. Presumo che non sia urgente farlo, tanto gli italiani hanno già capito, che affarone è stato questo meraviglioso mondo dell’euro, su quello che hai aggiunto dopo inerente alla schiavitù, forse non te ne sei accorto, siamo già schiavi, schiavi di una elitè europea che non votiamo, non conosciamo ma che decidono per noi. Inoltre che l’euro fosse un fallimento era prevedibile già alla fin del XV secolo l’europa aveva mostrato delle differenze tra le varie economie. Come sempre è stato un piacere, vado a lavorare, fino a quando il meraviglioso mondo dell’euro me lo consentirà. buona giornata.

    • è un po’ dura commentare senza leggere chi si commenta, saverio.

      considero Grillo un pazzo, ma ho scritto anche che il Movimento 5 Stelle ha vinto le elezioni e che l’incarico dovrebbe essere dato a qualcuno designato da lui: dal Movimento, intendo, non da Grillo.

      spero che Napolitano lo faccia.

      sull’euro, vorrei umilmente farti notare che se uno ha la febbre, non è detto che la colpa sia dell’aspirina.

  4. Può essere anche che mi sia sfuggito il tuo passaggio sulle elezioni vinte dal movimento 5 stelle, condivido le tue speranze e spero anche che, un eventuale rappresentante italiano, vada in ”europa” verticalmente. Per quanto riguarda Napolitano, e lo dico da campano, spero che non faccia più niente, ha fatto già abbastanza. Per il discorso euro, può essere pure che uno ha la febbre e la causa non sia l’aspirina, ma che importanza ha quando: si è in arresto cardiaco??????

    • ehi, scusa se mi tocco le palle: sono andato in arresto cardiaco giusto un anno fa, e mi sono ripreso miracolosamente da solo, tirandomi su col mento tagliato (mi hanno dato 5 punti) e facendomi portare in ospedale: quindi…

      guarda che sono un uomo mentalmente libero e non sono portato a schierarmi su posizioni precostituite; prova a leggere anche il mio post di poco fa dedicato a Bersani, per favore.

      che Grillo stava vincendo l’ho scritto 15 giorni prima delle votazioni, ma sinceramente mi aspettavo da lui qualcosa di diverso, come moltissimi, sento attorno a me.

      su Napolitano concordo: ha avuto un ruolo storico fondamentale, ma nell’ultimo anno quel che ha fatto è stato devastante.

      un’ultima domanda, non per provocazione: che cosa dite voi delle 5 stelle sui marò?

  5. Mi dispiace per la vicissitudine fisica, spero che le cose vadano meglio. Su Bersani non voglio parlare è inutile, come è inutile parlare di destar e di sinistra, inoltre non sono un Grillino e non ho votato nessuno alle ultime elezioni (non amo essere preso per i fondelli). Napolitano per me è una chiavica come uomo e soprattutto come politico, in quanto è la vergogna di tutti i comunisti. Ciò posto, qualche tempo fa sul tuo blog, vidi una foto di una vecchia dieci mila lire e una foto che ritraeva un volto. il volto era di un certo Bagnai. A dire di molti, costui era un docente universitario un po stano, che asseriva quello che in vent’anni nessuno aveva osato dire, quasi fosse un credo religioso. Sono rimasto un po sulle mie e in verità non sapevo a chi credere se agli adepti di Bagnai, oppure credere agli europeisti convinti come Prodi Boldrin, ecc ecc. Siccome ragiono con la mia testa e qualche esame di economia l’ho dato, in illo tempore, qualche settimana fa ho avuto la fortuna di assistere al confronto televisivo tra Bagnai e Fassina (colui il quale dovrebbe essere il responsabile della politica economica del PD) dire che quest’ultimo mi ha fatto pena è poco. si è rivolto a ,udite udite : Tremonti, bisognevole di consenso domandando all’ex ministro: è vero che se cade l’euro finisce l’Europa? secca la risposta del Berlusconiano: l’euro non è l’europa. Quindi, credo e concludo che l’euro e i vari trattati ex post ex ante ad esso, non erano negli interessi del popolo Italiano e il movimento 5 stelle del pazzo, come tu lo definisci, è la prova evidente.

    • scusa saverio se non ti rispondo su Bagnai; se per caso ti interessa sapere che cosa penso di questo cattivo guitto, metti Bagnai sul motore di ricerca in alto a destra della homepage di questo blog.

      mi fa solo specie che tu, che qualche esame di economia l’hai dato, ti rimetta ai giudizi di Tremonti per valutare (ma non ho capito in che contesto) le tesi di Bagnai sull’euro.

  6. tutto questo per cosa ?? per la fiducia ? la fiducia non va data perche la maggior parte che ha votato M5S non vuole ne fiducie ne alleanze … chi dice il contrario è un infiltrato !!!

    • ma io come faccio ad essere un infiltrato se non faccio parte del MoVimento? 🙂

      e la metto sul ridere, perché su un commento così ci sarebbe piuttosto da piangere, ma mi sembrerebbero lacrime sprecate,

  7. Ho conosciuto ”Bagnai” sul tuo blog. mi attirò un volto su una vecchia banconota di 10 mila lire come scrivevo prima. So benissimo come la pensi su Bagnai e per quanto riguarda Tremonti si limitò a rispondere, ad un economista del PD(quindi grande sostenitore della moneta unica) bisognevole di consensi, che nella circostanza mi fece anche un po pena, quello che tutti sanno: l’europa non è l’euro, Unione europea non è l’euro. i miei giudizi riguardano il confronto tra Fassina e Bagnai che ha visto miserabilmente perire il primo.

    • se l’Unione Europea deve restare un’area di libero scambio e un’unione commerciale, certamente l’euro non è l’Europa.

      se è un primo passo sulla strada di Unione Europea anche politica, certamente l’euro è l’Europa del futuro, perché non può esistere un’entità politica che non abbia una propria moneta.

      scusa se dico delle ovvietà che sfuggono a Bagnai.

  8. il primo passo come lo chiami tu dovrebbe essere l’unione fiscale, l’unione previdenziale, un’ uniformità nel mercato del lavoro, nella formazione e nell’istruzione…..e poi alla fine la moneta unica. non puoi iniziare una cosa dalla fine. infatti per queste ragioni mundell nel 1961 con le Aree valutali ottimali ha vinto un premio Nobel. Mundell, non Bagnai. lo sai cosa diceva Mundell? Guarda io non ce l’ho con gli europeisti convinti, io ce l’ho contro gli euristi convinti. quelli che credono che la grecia abbia falsificato i bilanci, insieme a Portogallo, Irlanda, Italia, Spagna…..tutti cattivi, tutti monelli!!!!!!!SVEGLIA!!!!!!!!!!

    • l’Unione Europea storicamente è nata in un certo modo, che ha le sue spiegazioni, ma sarebbe tropo lungo parlarne.

      era viene Bagnai-Bartali, il professorino, a spiegarci che è tutto sbagliato e tutto da rifare.

      anche dove ha qualche ragione sulle critiche specifiche è l’atteggiamento di fondo che è sbagliato.

      non ci sarà un secondo tentativo di fare l’Unine Europea; anche se questo è nato storto per qualche verso, occorre provarsi a raddrizzarlo, e non estirpare la mala pianta.

      la storia dell’Europa ricorda molto da vicino quella della Grecia della decadenza, dove a un paio di secoli di guerre tra le polis seguì il tentativo di costituire le anfizionie, delle leghe tra città che potrebbero ricordare le nostre forme di unione politica imperfetta; le leghe fallirono, e poco dopo la lega cade sotto il dominio della monarchia macedone, una specie di anticipazione della moderna Cina autoritaria, forse.

      per il resto è vero che la Grecia falsificò i bilanci, questa non è un’opinione.

  9. Nata in un certo modo con il consenso popolare dell’europa, unitamente a tutti i trattati che sono seguiti. solo a pensarci ho i conati. Forse se il palazzo fosse partito dalle fondamenta, sarebbe stato meglio, invece di iniziare dal tetto. Su l’atteggiamento, Fassina poteva rispondere e argomentare e non lo ha fatto, forse perché non aveva nulla con cui porre in essere le sue ragioni. era la prima volta che vedevo Bagnai in televisione. La storia d’europa, per tornare ad un tuo esempio, ricorda anche la rivoluzione dei prezzi (XVI SECOLO) e già allora dimostrò le diversità tra le varie economie, senza andare indietro di molto. Certo certo, ha falsificato i bilanci come il Portogallo, l’Irlanda e l’Italia,ah!!! dimenticavo la Spagna. chissà chi li ha aiutati a falsificarli?? Qualche tempo fa ho contratto un mutuo, ansi per dirla in modo ”europeo” : ho incontrato un capitale. La banca nella circostanza mi ha chiesto anche quante carie avevo in bocca. Hanno dato troppa fiducia alla Grecia??????Bene ha sbagliato anche chi ha prestato. Il default non è UN DIRITTO è UNA POSSIBILITA’. Ah ah ah, quasi dimenticavo, vogliamo parlare della riforma Hartz e dei mini Job tedeschi???Vogliamo dire che dopo il fallimento della L.B., la Germania si è rivolta subito agli amici Greci, non potendo usare il pugno duro con gli stati uniti?????Parliamone giusto così!!!!!!!!

    • non intendo parlare di un dibattito che non ho visto e che mi avrebbe comunque interessato poco, visto chi erano i due interlocutori.

      e credo che una discussione utile debba porre sul tavolo questioni chiare e ben definite delle quali dibattere senza emotività.

      ma mi pare difficile che si possa farla con te se alla sola parola Europa sei preso da conati di vomito.

      forse perché ho qualche anno più di te riesco invece a vedere bene i molti passi avanti che l’Unione ha fatto fare all’Italia.

      scegli un tema se vuoi continuare: la riforma Hartz e i mini jobs vanno benissimo; io in Germania ci ho vissuto fino a poco tempo fa e sto per tornare a viverci; ne ho anche parlato di recente anche qui.

      prego, accomodati…

  10. Non mi sono spiegato, ho i conati di vomito per i trattati, sono un europeista convinto ma, quello che i tanti non intendono è che sono contrario a questo tipo di moneta unica. Ho pagato el tasse per entrare nel meraviglioso mondo dell’euro, le sto pagando per rimanerci. questo è quanto. Buona serata!!!!!!!1

    • be’, io l’europeista me lo immagino un poco diverso, in tutta franchezza.

      il meraviglioso mondo dell’euro in cui stai tanto a disagio ti sta salvando da un destino molto peggiore: spero solo che non dobbiamo sperimentarlo, anche se questo non mi impedisce una battaglia per correggere le storture attuali, numerose e radicate: che si possono cambiare da dentro e non da fuori, evidentemente,

      buona serata a te.

  11. da che cosa mi sta salvando, dalle locuste dall’angelo della morte, dall’uccisione dei primogeniti maschi. Spiegami sono curioso, ho rispolverato i due esami di economia fatti per conseguire la laurea in scienze politiche, spiegami sono curioso!!!!!!!!!!!!!!!!!TANTO CURIOSO!!!!!!!!!!!!

    • dal fallimento dello stato italiano, con 100 miliardi di titoli comperati dalla Banca Centrale Europea l’ultimo anno.

      ma mi pare che questi non fossero argomenti degni del tuo corso di economia.

  12. a che tasso d’interesse sono stati comperati? ovvero sia che tasso stiamo pagando per rifinanziarci???Come avviene la ridistribuzione, visto che nel 1981 c’è stato il divorzio tra il ministero del Tesoro e la BC e da quel momento in poi il debito pubblico è sempre aumentato. Perchè non mi parli anche del debito privato e del debito estero. Perchè non dici che i soldi dell’IMU hanno finanziato il MES (altra cosa scelta in modo molto democratico come solo l’europa sa fare) per salvare le banche spagnole e greche debitrici nei confrontio della Germania. come mai il debito pubblico dopo l’Imu è aumentato. Il tuo corso di economia le spiega queste cosE????????????????

    • a qualunque tasso siano stati comperati qualunque corso di economia anche elementare dice che i tassi di mercato sarebbero saliti se non lo fossero stati.

      e a questo riguardo ricordo che da quando ha aderito all’euro l’Italia ha usufruito di un sostanzioso risparmio sui tassi dei suoi titoli di debito pubblico, che ha portato ad un vantaggio economico in 12 anni di diverse centinaia di miliardi di euro, che abbiamo preferito dissipare anziché investire e impiegare nella dilatazione berlusconiana dei consumi sostenuta dal debito pubblico che qualcuno chiama bestemmiando neokeynesismo,

      e credo che una discussione sia seria se si affrontano i problemi solo uno alla volta, senza tirare in ballo altri argomenti per nascondere che si ha torto su quello che si sta trattando, quindi lascio perdere le manovre diversive.

  13. ….e qui ti volevo!!! sul vantaggio dell’euro per l’italia nei primi anni della moneta unica e ovviamente a Berlusconi…..è ovvio. Adesso ti spiego un corso elementare di economia. Tante persone con il tuo stesso pensiero sostengono che dovevamo approfittare del momento e ridurre il dbito pubblico??correggimi se sbaglio. ritorno al discorso fatto prima inerente al divorzio. i tassi ”allettanti” dal 1999 al 2008 mediante il la predetta separazione ha fatto esplodere il debito da 60 a 120 punti di PIL. il periodo”dove noi potevamo usufruire dei vantaggiosi tassi” era dovuto ad un eccesso di risparmio globale che contribuì all’abbassamento del costo del denaro!!!!Inoltre sui tassi di interesse del”buon corso di economia” a toccato tassi dell’11%(sul debito pubblico) si sono registrati solo in economie relativamnete arretrate, paragonare l’Italia al messico è abbastanza ardito, ma a voi euristi convinti non manca la fantasia!!!!!!!!!!

    • prima di impartirmi un corso di economia, vedi di informarti sui dati minimi del problema: il debito non è passato dal 60% a 120% del PIL dal 1999 al 2008.

      se scartabelli questo blog prima di parlare a vanvera trovi le percentuali reali e i grafici dell’andamento del debito pubblico italiano, e poi ne riparliamo.

      buona serata.

  14. sulla convenienza dell’entrata nella moneta unica dell’Italia, puoi consultare l’atto parlamentare 24945 VII legislatura seduta della camera dei deputati il 13 dicembre 1978. dove un vecchio comunista asseriva che entrare nello SME padre dell’euro non era conveniente. il tutto avveniva prima di vendersi come l’ultima prostituta sulla faccia della terra!!!!!!!!!!!

  15. Com’è fammi capire quello che dici tu è il ”verbo”. quello che dico io sono stupidate. I miei dati sono del Fondo monetario internazionale….le tue??????Dell’università di Pescorocchiano. Buona sera a te. EVVIVA L?EURO!!!!!!!!!!!

    • basta andare mica tanto lontano, ma su wikipedia per scoprire chi racconta balle qui tra noi due.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Debito_pubblico

      nel 1995 il debito pubblico italiano era al 120% come l’anno scorso, sostanzialmente.

      se guardi il grafico vedrai la riduzione realizzata dal centrosinistra con i suoi governi e l’esplosione del debito sotto Berlusconi, e su questo basta, perché non ho tempo da perdere con chi parla a vanvera.

      ma che ti parlo a fare? tu sei solo un disturbatore.

  16. wikipedia…fonte molto attendibile. la riduzione del debito è dovuto ad un afflusso maggiori di capitali al settore privato. Ovviamente i privati avevano più soldi in tasca e quindi riuscivano a pagare le tasse. Poi è avvenuto il ”sudden stop” (economia) e il debito è salito. scusami ti sto disturbando, non ti sto facendo vedere il tuo programma preferito:”Ballarò” o anche ”cazzarò”. Per le fesserie che dicono!!!!!!!!!

  17. bella analisi, sia sullo statuto con rispetto alla Costituzione.
    cose che già sostenevamo, ma è bene argomentarle “testo alla mano”.
    quanto alla diffida, idea semplicemente geniale… anche se non mi pare proprio che stia rispondendo.

      • mi ero perso questa tua risposta.
        francamente mi baso solo su quel poco che si sente, ma si potrebbe provare ad intentarla come inadempimento contrattuale. a condizione di trovare qualcuno che risulti in qualche modo “iscritto” ad M5S ai sensi del non-statuto (inviare il documento per votare basta?)

        • l’inadempimeto a mio parere esiste anche verso un elettore che ha sottoscritto per la presentazione delle liste sulla base del “NON STATUTO”, credendo che venisse applicato e non fosse un truffa per i gonzi.

          ma ho ragione? Saverio mi ha quasi convinto a farla questa causa, se ha solo un 50% di probabilita’.

  18. Anche a Cipro sono dei cattivoni, imbroglioni ecc ecc . e la lista si allunga e c’è ancora qualcuno che asserisce che l’euro è un affare!!!!!!Certo è un affare per il mercato che è, e resta in mano ai banchieri. Dopo che per vent’anni hanno asserito che l’euro è tanto bello!!!!!!!

    • è il caso di cominciare a dire: sutor, ne ultra crepidam.

      forse è il momento che i calzolai si limitino a parlare di scarpe e non di cose che non capiscono.

  19. Prima charitas incipit ab ego! Questo è il mio pensiero. Per quello che hai scritto inerente alle scarpe, ti invito a riflettere!!!!!!

    • latino sgrammaticato, mica per niente la frase l’ha messa in circolo Bagnai

      in latino corretto si dice Prima charitas incipit a me ipso.

      beati comunque coloro che sanno riconoscere i loro interessi.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...