182. ladri di democrazia, ladri di presidenza.

vogliono rubarci anche il Partito Democratico, e il grimaldello per farlo si chiama Renzi.

la campagna per cancellare anche la democrazia, dopo il comunismo, da questo paese, continua martellante grazie all’omino di plastica Renzi.

i contenuti di questa campagna possono essere riassunti qui, in questa specie di notizia che dà il Corriere:

Carlo Freccero: Renzi è interessante perché appartiene alla categoria del nuovo, ma ancora del leaderismo. La sua grande novità è che non è né di destra né di sinistra.

sembra che Freccero non sia abbastanza grande da doversi ricordare la Democrazia Cristiana, che era appunto così, né di destra né di sinistra: di entrambe.

se è vera la mancanza di una bussola per Renzi, allora la sinistra, scegliendo Renzi come leader, dovrebbe fare il piacere, per chi comanda questo paese, di smettere di essere sinistra.

sarebbe bello, eh?

e la grande novità di questo paese sarebbe per la sua elite il potere per il potere, senza progetti.

* * *

ma non vogliono rubare solo il Partito Democratico, stanno per rubare al paese anche la Presidenza della Repubblica, vogliono sfasciare l’unica istituzione che l’ha tenuto insieme negli ultimi vent’anni, in cui l’Italia non è crollata del tutto solo perché ha avuto sempre un presidente della repubblica antiberlusconiano (Scalfaro, Ciampi, Napolitiano, anche se con uno sbiadimento progressivo).

per fare il Presidente, tanto più in un momento del genere, occorre avere un profilo alto, essere conosciuti e apprezzati sul piano internazionale: il presidente rischia, come è già successo a Napolitano, di dovere esprimere quasi direttamente un PROPRIO governo, da imporre al Parlamento.

bene: si consente a Berlusconi di avere voce in capitolo in grazia al 30% dei consensi; si patteggia con lui una mezza calzetta, che possa essere spazzata via senza difficoltà dopo le prossime elezioni, per la svolta presidenzialista.

l’errore sarebbe mortale.

* * *

ci sono solo due candidati all’altezza: Prodi e Bonino.

le mie preferenze politiche vanno a Prodi, naturalmente; ma il requisito che qui cerco è un certa garanzia di correttezza nell’esercizio della carica e la Bonino mi convince quasi di più su questo piano; inoltre non sarebbe male in questo paese maschilista una presidente donna.

ovviamente a Berlusconi non piace né l’uno né l’altra.

* * *

ottimo motivo per votare uno dei due, entrambi peraltro graditi all’elettorato a 5 Stelle.

Prodi piace anche a Renzi, che lo sente affine perché ex democristiano; però non può essere definito un uomo né di destra né di sinistra: ha un profilo.

Prodi però non piace ai leader del Partito Democratico perché poco controllabile.

un ulteriore motivo per scegliere lui o la Bonino, che dà le stesse garanzie di indipendenza e perdipiù è laica.

soltanto, sbrigatevi.

5 risposte a “182. ladri di democrazia, ladri di presidenza.

  1. io vado matto per Emma Bonino,una donna grandissima con alle spalle epiche,eroiche battaglie.
    purtroppo e’ una laica anticlericale e i tanti devoti che militano a destra e sinistra boicotteranno in tutti i modi questa candidatura.

    • la Bonino è culturalmente di destra, ma come presidente andrebbe bene anche a me.

      purtroppo il prossimo presidente, se Berlusconi non cede a Bersani (e credo che lo farà alla fine), sarà quello che avranno votato i Grilletti.

  2. la banda craxi berlusconi,gasparri ,cicchitto ,dell’utri,fini..ecc ecc .ha molto sputtanato il concetto di ” uomo di destra”.
    la riabilitazione sara’ lunga e difficile

    mi consola IL FATTO CHE “L’UOMO DI SINISTRA” NON E’ AFFATTO MIGLIORE.

    • dovesse servirti un uomo di destra non sputtanato e mantenutosi onesto nello sfascio berlusconiano del concetto, sappi che potrai sempre contare su di me, edoardo… 😉

  3. Pingback: Napolitano nove anni nei miei blog: 2013, come si (ri)elegge un presidente – 57. | Cor-pus·

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...