540. se il voto dev’essere segreto…

la richiesta del PdL di applicare al voto sulla decadenza da senatore di Berlusconi il voto segreto, attraverso l’appello di Alfano e di altre 21 colombe (certo che chiamar colombe quelle facce…), deve essere presa con la massima serietà e con la massima serietà deve essere respinta dopo una attenta analisi, del tipo di quella che proverò a fare.

perché la libertà di tutti è importante, anzi importantissima, ma la libertà dei delinquenti un po’ meno.

* * *

intanto in premessa è inutile appellarsi alla prassi in generale, perché la legge Severino viene applicata in parlamento per la prima volta e dunque precedenti diretti non ce ne sono.

dunque chi strepita perché vengono cambiate le regole, semplicemente mente sapendo di mentire.

* * *

poi è falsa l’affermazione che “Non vi può essere infatti alcun dubbio sul fatto che il tipo di votazione in esame riguardi una persona e che dunque… debba avvenire a scrutinio segreto”.

questo è proprio il contrario della verità: la valutazione sulla persona e sui suoi comportamenti l’ha fatta, come doveva, il tribunale; il parlamento deve soltanto convalidare l’applicazione di una norma generale, valida per tutti: il condannato per reato volontario a più di due anni di carcere non può stare in parlamento per sei anni (norma oltretutto molto blanda, direi; io avrei preferito: per sempre).

il rifiuto del Parlamento di applicare la norma potrebbe anche esserci, ma di fronte a condanne palesemente strumentali e politiche, non sostenute da prove o testimonianze; e non è questo il caso.

neppure i difensori di Berlusconi hanno il coraggio di dirlo e si appellano a confusi problemi di costituzionalità, cioè contestano la legge in generale e non nel caso particolare, oltretutto.

* * *

non si può neppure stabilire il principio che per i parlamentari, e solo per loro, nell’applicazione di una legge sulle conseguenze politiche di loro azioni illegali, esiste un quarto, anzi un quinto grado di appello, dopo la Cassazione e dopo il ricorso alla Corte Europea per i diritti dell’uomo, che del resto Berlusconi sta già preparando…

quindi questo non è un giudizio ad personam: per uno strano paradosso soltanto con un giudizio ad personam si potrebbe affermare che lo sia.

* * *

Alfano chiede però a Grasso di discostarsi dal parere della Giunta appellandosi al comma 5 dell’Art. 113 del Regolamento del Senato.

e su questo provo ancora una volta a fare chiarezza: questo articolo è disponibile per tutti, perfino per i gionalisti del Corriere, o per Civati e per la Bindi, che parlano a vanvera, non è troppo lungo né troppo difficile, e quindi basta leggerselo per sapere; ad esempio cliccando su questo link.

* * *

comma 2:

L’Assemblea vota normalmente per alzata di mano, a meno che (…), per i casi consentiti dai commi 4 e 7, venti – Senatori – chiedano quella a scrutinio segreto.

dunque un voto sulla composizione del Senato, che non è una valutazione ad personam, va normalmente svolta per alzata di mano, cioè con voto palese.

le eccezioni previste nel comma 4 riguardano le votazioni che riguardano “le minoranze linguistiche” e quelle “che attengono ai rapporti civili ed etico-sociali di cui agli articoli” dal 13 al 32 della Costituzione, esclusi gli articoli 23, 28 e 32 primo comma: che sono i diritti inviolabili della persona e nessuno di questi diritti riguarda l’elettorato passivo.

* * *

l’articolo della Costituzione che regola l’eleggibilità al Senato è il n. 58: “(…) Sono eleggibili a senatori gli elettori che hanno compiuto il quarantesimo anno”.

dunque una legge che fissa una motivata eccezione alla eleggibilità dell’art. 58 non tocca principi costituzionali fondamentali sui diritti inviolabili della persona, che sono quelli per i quali è ammesso che sia richiesto il voto segreto (ma non è poi neppure necessario che sia sempre applicato).

* * *

tutto questo è confermato dalla nota 3 del Regolamento del Senato, entrata “immediatamente in vigore” il 6 maggio 1993, che prevede il voto segreto “per le autorizzazioni a procedere concernenti la sottoposizione all’arresto, alla perquisizione personale e domiciliare o ad altra privazione olimitazione della libertà personale, attenendo le deliberazioni stesse ai rapporti di cui agli articoli 13 e seguenti della Costituzione”.

l’eleggibilità non è tra i diritti personali inviolabili dell’individuo e dunque il voto segreto in tale materia è escluso dalla coerenza complessiva dell’ordinamento.

il diritto soggettivo individuale ad essere eletto va infatti contemperato con diritto ancora più importante dei cittadini a non essere rappresentati da dei delinquenti.

* * *

infatti il voto palese è esplicitamento previsto come OBBLIGATORIO per un altro caso analogo, che non limita nessuna libertà individuale fondamentale del parlamentare, ed è l’autorizzazione a procedere in giudizio:

Le deliberazioni sulle proposte della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari in materia di autorizzazione a procedere in giudizio sono sottoposte alla disciplina generale relativa ai modi di votazione e, pertanto, devono essere votate in maniera palese”. 

* * *

quindi, per chiudere questo post strettamente tecnico, ha ragione Alfano a citare il comma 5 di questo articolo: quello che dice che, se qualcuno ritiene che siano messi in discussione i diritti fondamentali sopra elencati e “solleva incidente”, “la questione è risolta dal Presidente sentita, ove lo creda, la Giunta per il Regolamento”.

ma che motivo avrebbe il presidente Grasso di accettare queste motivazioni palesemente pretestuose?

* * *

ah, proprio perchè è lui, dite…

ma allora al massimo può rimandare la questione alla Giunta e fare un altro po’ po’ di manfrina.

tanto di fretta di decidere non ne ha nessuna, pare…

* * *

disinformate, disinformate: qualche cosa resterà.

2 risposte a “540. se il voto dev’essere segreto…

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...