com’era nero il mio canone – 607.

forse perchè sto uscendo dalla malattia che mi ha tenuto chiuso in casa tutta settimana, ma oggi mi pare di poter vedere qualche cosa di buono e sono felice di dare qualche piccola positiva notizia.

* * *

nel settembre scorso a Roma il Comune (nuovo sindaco Marino), la Regione Lazio (a guida centro-sinistra) e  le tre università statali romane hanno sottoscritto un Patto antievasione con la Direzione Regionale Agenzia delle Entrate del Lazio. 

è stata avviata una campagna contro gli affitti in nero agli studenti universitari, mettendo loro a disposizione un numero, il 117, per segnalare situazioni irregolari; è stata creata un’apposita casella di posta elettronica, helpaffitti.roma@gdf.it: e decine di studenti hanno inviato le loro segnalazioni alla Finanza.

decine, a guardar bene, non sono poi tantissimi, visto che gli studenti delle università romane si contano a decine di migliaia, ma sono un piccolo segno di una nuova coscienza civica che avanza, e forse l’avanguardia di un provvedimento che sarebbe necessario in un paese ad alto tasso di evasione come l’Italia: quello che introducesse qualche forma di premialità per chi segnala un abuso fiscale.

* * *

comunque: segnalazioni: +250%; controlli +179%. 

dal mese di ottobre ad oggi sono stati effettuati 132 controlli e 92 situazioni sono risultati irregolari.

attenzione: il campione non è casuale; questo non significa che a Roma su 132 contratti di locazione a studenti i due terzi sono irregolari, come avevo cominciato a pensare superficialmente anche io; significa soltanto che i due terzi delle situazioni segnalate come irregolari lo erano veramente.

sono quindi risultati 1,7 milioni di euro di imponibile non dichiarato.

un momento, questo significa in media che ogni situazione individuata occultava 20.000 euro di reddito, cioè di affitto in nero?

sì, la proporzione è questa.

* * *

nel complesso dall’inizio dell’anno è stata smascherata sugli affitti un’evasione di 12 milioni.

qui non abbiamo a che fare col piccolo imprenditore in difficoltà che evade il fisco per non fallire, secondo la volgata falsa e buonista dei difensori degli evasori: casi che a volte esistono, ma che vengono usati per la copertura di ben altre forme di evasione.

qui abbiamo a che fare con lo strozzino che se ne frega della collettività in mezzo alla quale svolge la sua vita da parassita.

per esempio un ottantenne evasore totale, che aveva 47 immobili tra Ardea e Roma – Tor Vergata, per un valore di 13,5 milioni.

oppure un sessantenne proprietario di sei appartamenti in zona Magliana, locati in “nero” a comunitari ed extracomunitari, non registrati: il reddito non dichiarato era di 171.305 euro in un anno (circa 2.500 euro di affitto al mese per appartamento); abusivi anche gli allacci alla rete idrica ed elettrica. 

* * *

leggo anche che 13,5 milioni è il valore degli immobili sequestrati. 

e vorrei dire che di bello c’è questo: che, finalmente, a fronte di un’evasione dell’affitto, si passa al sequestro dell’immobile; se non mi accorgessi che la cifra coincide con la proprietà di un unico evasore, e dunque il sequestro è stato uno solo.

come mai?

non basterebbe introdurre il sequestro automatico di un immobile affittato in nero per vedere ridurre un’area di evasione che certamente non trova attenuanti sociali di nessun genere?

7 risposte a “com’era nero il mio canone – 607.

  1. Mi sto rendendo conto che alla fine del commento non scrivo i saluti.
    Me lo sono appena chiesta il perchè, dopo che ho inviato il commento …be’ sai perchè?
    Succede quando leggo i post dove inizio ad avvertire un leggero dolorino al fegato…ecco.

    Buona domenica Bortocal
    ciao
    .marta

    • ehi, marta, se mi poni davanti all’alternativa di rinunciare ai post che ti fanno venire mal di fegato oppure ai tuoi saluti, scelgo i saluti, naturalmente…

      comunque, non preoccuparti se a volte tralasci di esprimerli verbalmente: in fondo ad ogni tuo commento, io so che loro ci sono, quando scrivi tu…

      buona domenica a te, la mia finora è passata davvero serena.

  2. se affitti una casa legalmente,e non puoi chiedere quello che vuoi, devi inserire il ricavato nel 730 o 740.praticamente meta’ del ricavato se lo prende lo stato.
    con la quota restante devi pagare le tasse,il condominio,che qui a milano e’ carissimo varie gabelle tipo la registrazione annuale ed almeno un paio di spese straordinarie l’anno.
    praticamente il guadagno effettivi e’ di circa un quinto del ricavo.
    senza contare che il bene immobile non e’ piu’ tuo perche’ le lungaggini giudiziarie ( se non ti chiami berlusconi ) ed periodici slittamenti degli sfratti esecutivi TI ALIENANO LA PROPRIETA’.

    a questo punto uno pensa che è meglio tenerlo sfitto….e’ nel tuo diritto….. ma lo stato ti raddoppia le tasse perche’ ti sei rifiutato di entrare nel girone infernale…!!

    DICTUM SAPIENTI SAT EST

    • conosco bene la situazione, perchè prima della donazione di tutte le mie proprietà a miei figli, fatta a marzo, avevo una decina di appartamenti.

      tutto quello che dici è vero: però quel 20% che ti rimane in tasca alla fine non è poco, è ottenuto senza grandi fatiche e insomma, affittando case, non mi risulta che nessuno si sia impoverito, anche pagando regolarmente le tasse come io ho sempre fatto.

      è un’impresa economica come altre: ci sono anche le annate nelle quali ti capitano i grossi lavori di manutenzione e vai perfino in rosso, oppure l’inquilino, disonesto o anche onesto, non vuole oppure non può pagarti…

      e allora? il bello del capitalismo non è forse il rischio?

      il profitto non è forse il premio del rischio?

      se togliamo il rischio, il capitalismo non diventa semplicemente usura?

      il peggiore peccato contro natura agli occhi di dio, pensava ancora Dante con tutto il suo tempo…

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...