basta IMU – 675.

impossibile scrivere per il blog nella giornata destinata al pagamento dell’IMU per le 12 unità immobiliari (comprese autorimesse, ripostigli e scale) di cui sono stato proprietario fino al 27 marzo e che ho poi regalato ai miei figli: ultima corveé per le tasse dei primi tre mesi dell’anno.

ho fatto i calcoli (per conto mio, ostinato come sono), sono andato in banca a pagare; li ho mandati anche per mail ai miei figli, visto che dovevano pagare i 3/4 residui, pregandoli di controllare.

mi segnala Marta che lei ha fatto i calcoli su un sito dei tanti e i risultati sono diversi.

vado a verificare e trovo di avere effettivamente fatto un errore di calcolo, moltiplicando per 1,06, anziché per 1,6: a giugno avevo fatto giusto, ma poi mi ero convinto di avere sbagliato perché il fattore per la sovraimposta comunale è passato dall’1,06 all’1,106, e quindi io ho sostituito l’1,6 con l’1,106, dimezzandomi quasi la tassa.

ci avete capito niente, vero? quasi quasi neppure io.

* * *

a questo punto però, anche se correggo l’errore, i risultati automatici dei miei calcoli sul foglio excel, fatti inserendo i parametri di legge, questa volta giusti, non coincidono MAI con quelli dei siti internet.

a questo punto mi rassegno e inserisco comunque i valori incomprensibili che risultano dal sito dei Comuni italiani: http://www.amministrazionicomunali.it/imu/calcolo_imu.php

la cosa interessante è che questo sito segnala e calcola delle riduzioni per edifici di carattere storico; alcune unità immobiliari che possedevo sono in effetti in un antico palazzo bresciano di fine Cinquecento, con vincolo della Sovrintendenza ai monumenti.

una breve ricerca in internet mi porta a diversi siti che negano che queste riduzioni si possano fare; però il sito dei comuni italiani le prevede.

ovviamente scelgo quest’ultima strada.

e domani mattina riparto per la banca ad integrare i versamenti…

* * *

e qualcuno pensa a scrivere post sulla situazione italiana in questo delirio, che non ha neppure cause politiche, ma è inefficienza pura, originaria, irrimediabile…

e pensare che per il monolocale che ho in Germania non devo fare assolutamente nulla: pensa lo stato a calcolare quello che devo e a trattenermelo dal conto corrente che ho dovuto comunicargli quando l’ho comperato, con l’atto notarile; attualmente sono 18 euro ogni tre mesi e non ci penso neppure.

e poi esistono i blogger che perdono il loro coltissimo tempo a parlare male della Germania, con citazioni dottissime, e ad accusarla dei nostri guai…

ed esistono benestanti che passano il loro tempo a protestare contro il pagamento dell’IMU!

io non protesterei neppure, se lo stato italiano funzionasse come quello tedesco.

16 risposte a “basta IMU – 675.

  1. 12 unità immobiliari!?!?
    Scusa, ma salta all’occhio… !

    Detto questo, condivido il tuo disappunto!

    Parlavamo con un’amica e mi diceva che, non solo ci si “ammazza” dissanguardosi per costruire casa (terreno, progetto, lavori vari, concessioni e quindi bolli su bulli, atti e documenti vari…) poi si continua a pagare sempre. Non solo, non è nemmeno chiaro e certo per almeno qualche anno l’ammontare della cifra!

    No, di anno in anno c’è sempre qualcosa che si aggiunge!

    Non conosco la Germania ma so, ad esempio, che in Australia c’è un unica tassa a fine anno. Non balzelli diffusi per le cose più impensabili e già pagate e ripagate!

    buona serata
    .marta

    • dai, ho già detto che ci sono dentro anche cantine o scale, però capisco la meraviglia: sono stato un buon amministratore, considerando che non ho mai avuto un grande stipendio e che ho sempre agito correttamente: diciamo che tre le ho ereditate, per le altre ho fatto mutui, e due di questi, gli ultimi, non sono ancora finiti di pagare…

      adesso comunque ho solo il monolocale in Germania, e mi basta.

      però sto per ricominciare, ho in vista un altro acquisto con relativo indebitamento, per via del mio mal della pietra.

      ma se andrà in porto, verrete adeguatamente informati… ;), anche perchè è collegato a un’altra cosa importante che ho messo in piedi in queste settimane e che potrebbe alla fine coinvolgere perfino il blog (mistero mistero… ;)).

      io non mi lamento di pagare le tasse, perfino se le sto pagando ampiamente su affitti che non riscuotevo perchè avevo molti inquilini extra-comunitari con consistenti difficoltà a pagare e non mi sento di sfrattarli.

      trovo perfino giusto che siano i proprietari a pagare, anche se i guadagni si vanno progressivamente riducendo quasi a nulla.

      chiedo però una cosa sola, e molto modesta: la chiarezza su quanto devo pagare.

      non credo di essere poi un totale idiota e non cerco di evadere: ma due anni fa mi hanno fatto pagare 18.000 euro di arretrati in una botta sola di cui 2.500 di multa: l’anno dopo me ne hanno rimborsati 13.000, e due giorni fa sono stato convocato all’ufficio delle imposte che alla fine si è corretto davanti a me dicendo che avevo pagato 150 euro di troppo di qua e 200 di meno di là…

      insomma, essere OBBLIGATI a pagare un commercialista per pagare le tasse è una barbarie solo italiana che fa assomigliare il nostro stato a un sistema feudale….

  2. Qui da me il comune fa eseguire il calcolo direttamente sul sito e stampa i fogli da presentare alla posta. E’ una vera comodita 🙂

        • ahi ahi, quanti errori in una frase così semplice…

          “nicht eine” è un errore madornale :), si dice “keine”; non si può usare il “nicht” con l’articolo indeterminativo.

          ma poi Fräulein è di genere neutro, in quanto diminutivo, di Frau, e quindi “kein”, non “keine”..

          poi forse è preferibile il Mädchen, ragazza, che il Fräulein, signorina.

          Ich bin kein deutsches Mädchen.

          se poi vuoi essere colloquiale, viola pure la regola grammaticale e togli il pronome personale (delitto secondo le regole, ma in Germania oramai si fa così, nel parlato):

          … bin kein deutsches Mädchen.
          .
          🙂 – quanto mi dai per la lezioncina di tedesco pratico? 😉

          • Come vede professore il mio tedesco è così arruginito e sonnacchioso che merito una bella insufficienza, sì. Spero di prepararmi meglio per la prossima volta. la lezioncina mi fa piacere, ma non volevo affaticarvi e mi scuso per aver disturbato il vostro riposo di vegliardo stanco.

            • veramente sono in piedi dalle 7 per seguire dei lavori di rifacimento serramenti nelle case dei miei figli… 🙂

              siccome stanno lavorando nella casa in cui abito, ai piani di sotto, stamattina ho il piacere di poter fare un salto al computer per risponderti… 😉

              quindi tranquilla, che il riposino lo faccio più tardi: puoi continuare al lanciare le tue frecciatine senza problemi e con qualche possibilità di ricevere risposte, fino a che non arriva la prossima camionata di finestre… 😉

              • L’infaticabile “Vater” ha quindi molti impegni oggi e sta qui a spiegare ad una allieva “svampita” la filosofia di Platone. Che valoroso spirito che si destreggia tra le sue finestre aperte e le mie porte chiuse! Buongiorno allora, my teacher 🙂 Avete già preso il caffè? Vi danno un bel da fare i vostri figli, ma un padre affettuoso come siete voi sicuramente sarà ricompensato con tanto affetto e devozione filiale 🙂

                • ahha, era solo per spiegarti come mai ero discontinuo al pc…

                  stamattina invece le finestre sono tutte a posto, vedi? e sono ancora a letto a rispondere ai commenti…

                  mi sa che hai soltanto sbagliato giornata…

                  buon venerdì, comunque… 🙂

                  ah, non bevo caffè, soltanto nello Yemen… 😦

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...