Chandra theertam: battesimi nei cortili del tempio di Ramanathaswamy a Rameswaram, Tamil Nadu – videoclip indiano, 6 45 – 70.

immaginatevi di poter arrivare, uscendo da una porta del tempio di Ramanathaswamy a Rameswaram, in uno dei suoi cortili, a sorpresa, sulle rive del Giordano duemila anni fa, e di trovarvi nel pieno di un rito di battesimo di gruppo, dove i fedeli in fila si sottopongono volentieri ad essere irrorati di una secchiata d’acqua, che li purifica e li assolve da tutte le inevitabili bassezze esistenziali.

immaginate dunque che quella porta abbia avuto al capacità di riportarvi indietro nel tempo e di farvi attraversare la soglia dimensionale invisibile che allontana la nostra cultura razionale ed esatta, quella della “scienza intesa allo sterminio”, per portare al mondo magico in cui le divinità erano ancora vive.

certamente state sbagliando qualcosa, perché siete ancora nel Tamil Nadu presente e state assistendo invece ad un rito presente ed attuale, che ha in comune solo vaghe somiglianze formali col battesimo ebraico (che a sua volta non era quello cristiano, ma assomigliava di più a questo).

però questa suggestione fondata su questa semplice vaga analogia non potrà mancare.

* * *

in realtà il farsi bagnare dalle acque dei diversi pozzi presenti nei molti ampi cortili luminosi del tempio – acque rapidamente portate alla luce con secchi e rovesciate addosso ai fedeli in un unico scrosciante getto da diversi addetti – ha qui un significato diverso da quello del battesimo cristiano: i pozzi sono 22 (nel videoclip ne sono stati ripresi soltanto tre) e ciascuno ha un significato particolare.

quello su cui più si soffermano le immagini è il Chandra theertam, che non solo elimina tutte le malattie degli anziani, ma dona “la conoscenza del passato, del presente e del futuro” e con questa permette a chi se ne fa bagnare di “raggiungere tutti i mondi che vuole”.

* * *

purtroppo io sono rimasto escluso dal rito, in quanto non indù: ma mi sarebbe bastata e mi basta la conoscenza di questo piccolo mondo presente sotto il nitido sole, che guardo con amore.

2 risposte a “Chandra theertam: battesimi nei cortili del tempio di Ramanathaswamy a Rameswaram, Tamil Nadu – videoclip indiano, 6 45 – 70.

  1. Oggi stavo giusto pensando a te quando mi è capitato tra le mani un giornale in cui c’era un articolo che parlava della persecuzione dei musulmani da parte dei buddisti del Myanmar. E’ stata la prima volta che ho avuto occasione di leggere che i musulmani vengono addirittura perseguitati dai buddisti, che sono di solito per la non violenza. Ma te che sei stato là hai mai sentito qualcosa a riguardo?
    Devo dire che questo battesimo di gruppo indù mi ricorda molto il battesimo cristiano, almeno quello eseguito dal Battista, visto che poi nella chiesa cattolica le cose son cambiate e il battesimo lo si fa solo ai bambini e non agli adulti. Però vedo che anche per gli indù il significato è simile 🙂

    • cara amleta,

      la persecuzione degli islamici da parte dei buddisti nel Myanmar è stato uno degli argomenti centrali che ho trattato nel mio viaggio in quel paese.

      il primo approccio al problema è qui:
      https://bortocal.wordpress.com/2012/03/10/storie-di-ordinario-pick-up-my-myanmar-16/

      ma il mio post centrale su questa questione è questo, che dovrebbe quasi concludere l’edizione virtuale del mio libro sul Myanmar, che sarebbe praticamente già pronto.:
      https://bortocal.wordpress.com/2012/10/26/530-yvama-addio/

      ma poi c’è anche questo post:
      https://bortocal.wordpress.com/2012/10/08/502-myanmar-islamico/

      in questo post c’è il link ad un piccolo video mio che sta ottenendo un piccolissimo successo su You Tube in confronto ad altri proprio perchè indirettamente almeno fa riferimento a questo problema e dunque certamente è cliccato e ricercato dai perseguitati islamici birmani.

      ricordo anche la terribile e sanguonosa persecuzione operata dai buddisti in Sri Lanka, che è diventata un vero e proprio genocidio della minoranza tamil con decine di migliaia di morti in una guerra civile durata vent’anni e finita nel massacro:

      a metà filmato si vedono le tracce della guerra civile nel n-W dello Sri Lanka

      no, solo abusivamente ho chiamato battesimo questo rito hindù, che è molto diverso per significato dal nostro: non purifica dal peccato, ma fa acquistare nuove capacità. come ho scritto qui sopra… 🙂

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...