oltre Nibiru; scoperto un nuovo sistema solare: il nostro – 348.

a pag. 22 del numero di maggio delle Scienze stanno due brevi articoli su due scoperte recenti riguardanti il nostro sistema solare, che, a combinarle fra loro, producono un effetto notevole.

* * *

la prima è questa.

finora si sapeva che i quattro grandi pianeti gassosi del nostro sistema – Giove, Saturno, Urano e Nettuno – hanno tutti degli anelli di materiale incoerente che ruotano attorno a loro, più o meno visibili e consistenti; ma di recente si è scoperto che almeno un altro dei corpi che ruotano attorno al Sole ha due anelli, formati di polveri e ghiaccio, probabile resto di qualche antica collisione cosmica, non ancora ricompattati a formare un piccolo satellite: ed è un asteroide, Chariklo, del diametro di 250 km.

gli anelli sono larghi il primo 7 e il secondo 3 km e sono separati da uno spazio vuoto di 9 km;, e sono stati scoperti perché l’asteroide, o meglio forse dovremmo chiamarlo pianeta nano, ha avuto il buon gusto di passare sopra una stella, dal punto di vista terrestre: il che ha permesso questa scoperta straordinaria.

naturalmente la scoperta che gli asteroidi, per quanto piccoli, possono avere degli anelli al seguito, complica di molto il problema dei rischi che possono rappresentare per la vita sulla Terra e rende molto più precaria l’ipotesi di poterli tenere sotto controllo.

ma non è neppure questo l’aspetto più interessante della faccenda.

* * *

pianeta nano?

il concetto è stato introdotto nel 2006, declassando Plutone dal ruolo di nono pianeta e facendone un esponente dei cosiddetti pianeti nani, che attualmente sono 5, assieme a lui, e fra questi c’è anche Cerere, il maggiore degli asteroidi, scoperto nel 1801, con un diametro di quasi 1.000 km.

gli altri pianeti nani che stanno con Plutone nella fascia di Kuiper, ai confini conosciuti (in qualche modo) del sistema solare, sono più grandi di Chariklo, e si chiamano Quaoar, Orco e Sedna.

il diametro di Plutone è di circa 2.300 km; quello della Luna, per avere un termine di paragone, è di quasi 3.500, circa un quarto di quello terrestre.

ma la novità più straordinaria sta nel fatto che, secondo le stime attuali, attorno al Sole nella fascia di Kuiper ruotano addirittura migliaia di pianeti nani come i quattro sinora individuati.

è dalla fascia che li contiene che partono molte comete verso l’interno del sistema solare.

* * *

non bastasse, l’esame delle orbite di due di questi pianeti ha fatto sobbalzare gli scienziati: appaiono infatti turbate dalla probabile influenza gravitazionale di un corpo oscuro ed invisibile che dovrebbe avere una massa pari a circa 10 volte quella della Terra.

questo significa che nella fascia di Kuiper o al suo esterno potrebbe circolare davvero un nono pianeta, dopo che Plutone è stato degradato dal ruolo.

e con questo eccoci a due passi dai deliri parascientifici degli ultimi anni.

già, perché l’esistenza di un pianeta con queste caratteristiche, Nibiru, è stata indiscutibilmente annunciata il secolo scorso da un visionario, Zecharia Sitchin, sulla base di sue personali letture di testi sumerici.

questo pianeta, conosciuto già dai Sumeri secondo lui, ruotava attorno al Sole in 3.600 anni e, scontrandosi con un altro pianeta che si trovava in corrispondenza della fascia degli asteroidi, avrebbe generato la Terra.

e lasciamo pure perdere che, secondo lui, l’uomo è il frutto di esperimenti di ibridazione genetica condotti sulla Terra da misteriosi alieni.

sta di fatto che l’eventuale coincidenza suggestiona…

* * *

ma ancora di più suggestiona o dovrebbe suggestionare il reale storico cambiamento della nostra visione del sistema solare negli ultimi anni.

da armoniosa sede di corpi celesti ancora quasi di tradizione tolemaica, pur se ruotanti attorno al Sole e non alla Terra, a coacervo tumultuoso e disordinato di decine di migliaia di corpi diversi per dimensioni e caratteristiche, che costantemente lo attraversano interferendo fra loro.

così che ogni momento di più l’equilibrio stesso della vita che si mantiene sul nostro pianeta appare un assoluto stupefacente miracolo.

di cui dovremmo essere non solo consapevoli, ma grati: peccato che non si sappia a chi.

4 risposte a “oltre Nibiru; scoperto un nuovo sistema solare: il nostro – 348.

  1. se non sbaglio qualcuno aveva provato, simulando al PC lo sviluppo del nostro sistema solare trovando, che mancava un pianeta. Si pensava potesse essere stato espulso. Infatti pare ci possano essere un bel po’ di pianeti interstellari. Però magari non è così e lui è ancora qui 🙂

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...