quelle indecenti mamme di Rignano Flaminio – 361.

anche in appello le maestre di Rignano Flaminio e gli altri accusati di inverosimili crimini pedofili vengono assolti.

l’evidenza della caccia alle streghe promossa da qualche mente genitoriale esaltata era per me chiara fin dall’inizio: e mie solitarie prese di posizione innocentiste (quando il blog era ancora su un’altra piattaforma) si collegarono ad accuse ricevute da altri blogger e commentatori di sostenere posizioni favorevoli alla pedofilia. (!)

* * *

ma Arianna Di Biagio, portavoce dei genitori, non prende atto neppure ora della inconsistenza delle accuse verificata da un Tribunale per la seconda volta (del resto evidente ad ogni persona di buonsenso, secondo me, anche sulla base di una semplice lettura delle cronache).

dice “Io non ho parole”, e non dovrebbe averne, in effetti, dovrebbe sprofondare dalla vergogna di avere contribuito a distruggere la vita di persone innocenti.

e invece parla parla parla, senza pudore né rispetto, continua a diffamare.

* * *

l’avvocato dei genitori presunte parti lese (dalle loro paranoie) è più misurato: 

la parola dei bambini ancora una volta non è stata creduta.

oh, come funziona sempre l’appello ai bambini: come se non si sapesse quanto sono suggestionabili i bambini e pronti inconsciamente ad accontentare l’adulto in quel che si aspetta da loro.

come non si vuole credere ai risultati delle perizie psicologiche che hanno legato la sintomatologia riscontrata sui minori a trauma di natura sessuale.

è certamente probabile che questi bambini abbiano subito dei traumi di natura sessuale: sono quelli legati alle paure ossessive dei loro genitori, ma capisco che i responsabili non siano pronti ad assumersi il fardello delle loro responsabilità.

* * *

nella caccia alle streghe le uniche streghe sono quelle che cacciano.

nella caccia al pedofilo può anche capitare che l’unico vero pedofilo sia il cacciatore.

* * *

c’è una mamma che dice che l’esito del processo è un legalizzare la pedofilia, per l’ennesima volta”.

in attesa di sapere quali altre volte la pedofilia è stata legalizzata, devo ammettere che da questo processo esce purtroppo legalizzata l’ostinata determinazione ad inventarsi dei colpevoli.

esce cioè legalizzata la pedofilia mentale maniacale dei genitori, ai quali è consentito, in un paese dissennato come questo, di continuare a lanciare accuse impuniti contro oneste persone innocenti alle quali hanno rovinato la vita.

dovrebbero essere chiamati a risarcire i danni: forse sarebbero più prudenti e sensati.

* * *

l’avvocato difensore delle maestre fa la domanda più semplice e rivelatrice:

come mai i genitori sono delusi di questa sentenza?

non dovrebbero essere anzi contenti di sapere che nessun abuso è stato consumato contro i loro figli?

perché hanno tanto BISOGNO di credere che sono stati abusati da altri?

* * *

se si potesse scavare più a fondo io non dubito che, invece di abusi delle maestre, ci si potrebbe trovare di fronte a qualche abuso familiare che il bambino ha trasferito alle maestre…

e per abuso non intendo le fantasmagoriche forchette inserite nelle parti intime dei bambini, di cui blaterava l’accusa, ma la ferocia inconsapevole con cui un adulto disturbato riversa le proprie angosce e paranoie sul bambino che gli è stato affidato dalla natura e dalla società.

ma chi salverà i bambini da questi genitori?

Annunci

5 risposte a “quelle indecenti mamme di Rignano Flaminio – 361.

    • di solito non lascio passare insulti cosi` diretti; ma nel secondo commento risulta una sintetica argomentazione che all fine giustifica anche l’invettiva. 🙂

      non perderei di vista, comunque, il caso umano di questi genitori palesemente disturbati, e vai a capire perche`.

      forse qualcuno e` stato abusato da bambini e proietta le sue paure sui suoi figli?

      e abusato si puo` essere in tanti modi, anche soltanto da relazioni familiari malate.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...