tri-nonno in viaggio – My roundtheworld n. 121 – 637.

e cosi` stamattina 1 novembre alle ore 9:30, ora italiana, e` nata Vera, la mia terza nipotina, questa volta da mia figlia Marta.

eccomi nonno per la terza volta: hai voglia a far finta di essere giovane, tipico esempio di una generazione che non accetta di invecchiare.

* * *

non mi ha aspettato, Vera e ha anticipato il tutto di un mese, 30 giorni esatti; ha anche aspettato il momento giusto che la mamma terminasse il periodo lavorativo e non le ha concesso di godersi neppure un giorno del congedo per gravidanza nell’ultimo mese prima della data prevista del parto.

mi sembra un tipino tosto, questa bimba, sin d’ora :), ma l’importante e` che tutto sia andato bene.

* * *

naturalmente questo significa che e` anche un giorno nel quale si fa sentire piu` forte la nostalgia, gia` in agguato per conto suo.

ho ciondolato qua e la` per Ciudad de Mexico, ma con la testa da un’altra parte; quindi niente di strano se rinvio la cronaca della giornata.

sento troppo bene le piccole grandi gioie che mi sto perdendo da quaggiu`.

vorrei che il volo della mente per un momento potesse farsi realta`, affacciarmi un momento e vederla…

vedere Marta, vedere Marco, stare con i fratelli in festa.

* * *

invece l’unico volo che mi aspetta e` quello di domattina per Cuba.

e mi pare di essermi quasi emarginato da solo dai miei affetti piu` cari.

 

17 risposte a “tri-nonno in viaggio – My roundtheworld n. 121 – 637.

    • grazie, Raimondo, per gli auguri.

      non ricordo piu` dove, ma mi pare prorio in questo viaggio, di avere letto che una felicita` non e` davvero tale se non e` condivisa.

      quindi dovrei essere io in effetti a ringraziare chi la condivide con me.

  1. Tanti auguri, bortocal.
    Credo di aver provato la tua sensazione, in condizioni molto diverse: essermi auto-emarginata da affetti lontani e non essere presente in circostanze in cui avrei voluto esserlo. Ma tu sai perché è accaduto e non è il caso di ripeterlo qui.
    I tuoi familiari che leggono i tuoi post sapranno quanto sei presente con il cuore.

    • lo so, e la tua auto-emarginazione familiare, purtroppo non ha neppure avuto i contraccambi positivi di cui almeno godo io.

      quanto al fatto che leggano i miei post, non credere…

      mi ha appena scritto mio figlio per chiedermi se ero informato… 😦

      grazie per gli auguri.

    • per ora ha un nome che la costringera` ad amare la verita` come il nonno.

      e` logico che la voglia di viaggiare per rendersi conto con i propri occhi viene di conseguenza!

      grazie per gli auguri!

  2. Congratulazioni e tanti auguri di cuore. Il nome che hanno scelto è veramente stupendo e l’altro augurio che mi viene da fare è che per lei diventi anche un aggettivo calzante. 🙂
    Le distanze danno valore e la tua emaginazione sta per finire, no? 😉

    • ancora 4 settimane, ma arrivato a Cuba faccio fatica a chiamarla emarginazione…

      anche io trovo questo nome cosi` bello e, se posso dirlo, bortocaliano…

      grazie per gli auguri 🙂

  3. Auguri nonno! Che bella sensazione. Ma vedi, goditi questo viaggio, questa esperienza meravigliosa di contatto profondo con te stesso e il mondo. Tornerai a casa e potrai goderti i tuoi nipoti, c’è tempo per quello.
    Un abbraccio grande!

    • grazie carissima.

      mi e` appena arrivato da mio figlio un paio di foto meraviglioso degli altri due nipotini dalla casa di montagna, alle prese con una cavalla dei vicini a chi abbiamo concesso di farla pascolare nel nostro prato.

      come sono felici!!!

      e io anche, da Cuba!!!

  4. Ma non ti sei emarginato da nulla caro Bortocal, pensa al l’emozione del piccolo fagiolino Vera quando leggerà che, a migliaia di kilometri di viaggi, il suo nonno pensava a lei! La tua vita è tua e la sua è già sua, ma grazie alla tua “emarginazione” siete già a parlarvi! Un abbraccio.

  5. un caro amico tempo fa’ parlando dei nostri nipoti,notando una vaga mia inquietudine nel constatare l’avvicendarsi delle generazioni, mi disse..:” un muro sta’ in piedi grazie ai mattoni della base”

    • altra frase da consegnare alla storia.

      e purtroppo vera, visto che questi nostri bravi figli sono costretti a dipendere, qual piu` qual meno, dal nostro aiuto per cavarsela, visto che l’onesto e qualificato lavoro di papa` e mamma non e` sufficiente in Italia a mantenere dignitosamente una famiglia.

      • le stagioni le nascite,le morti…tutto il creato ci rammenta la ciclicita di tutto.
        voler a tutti i costi e scelleratamente resistergli e’ stato mirabilmente espresso da Seneca in maniera lapidaria..:

        VITAE AVIDUS QUISQUIS NON VULT MUNDO SECUM PERUENTE MORI

        • Seneca aveva bisogno di una bella dose di buddismo.

          cioe` avrebbe dovuto apprezzare molto di piu` il npostro budda occidentale che era Epicuro.

          ma era lui troppo avido di vita e di potere per accettare il vivi nascosto.

  6. Pingback: 1. elenco dei post sul #roundtheworld, il viaggio attorno al mondo. | bortoround·

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...