la Cueva del Indio e altri passatempi a Vinales, Cuba – My roundtheworld n. 135 – 652.

qualche dissesto mentale produce non so se la lunghezza del viaggio oppure tutta la meravigliosa naturaleza di Vinales:

1. per la seconda volta ho mandato sbagliato il PIN a mia figlia, che non riesce a fare quindi il versamento sul conto corrente da cui posso prelevare qui, del quale avrei bisogno come l’aria.

2. nel calcolo mentale dei giorni me ne sono perso uno, quello del mio arrivo qui, in effetti passato a dormire parte sull’autobus, parte nella prima orribile casa particulare il pomeriggio e risoltosi in una breve esplorazione di villaggio e dintorni di un paio d’ore, troppo poche per essere memorizzate come un giorno intero.

3. di conseguenza ho prenotato per domani – che in questo momento penso che sia GIOVEDI` (MA NON E` VERO!) una gita al Cayo, ossia Capo, Jitias, che avrei fatto bene ad evitare se volevo tornare all’Havana in tempo per cercare venerdi` la mia carta bancomat normale, perduta.

4. ho sventatamente prenotato accontentandomi che uno sguardo superficiale nel portafoglio mi indicasse un numero abbastanza costintente di biglietti da 20 CUC, ma un controllo piu` accurato ha mostrato che gli ultimi due biglietti non sono da 20, ma tagli inferiori, uno addirittura da 3 CUC, per cui sono a filo strettissimo per pagarmi il biglietto dell’autobus per L’Habana e nient’altro.

niente di irrecuperabile, intendiamoci: posso provare a prelevare anche da qui e comunque ho sempre, mal che vada, degli euro residui da cambiare; ma in questo caso dovrei fermarmi qui venerdi` e ritornare all’Avana sabato mattina, approfittando del fatto che il volo e` stato spostato alla sera, saltando del tutto di fermarmi una notte a dormire li`.

insomma, eccomi fra varianti molto diverse fra loro e ad una scelta che potrebbe facilmente rivelarsi sbagliata, se qui non riuscissi a prelevare.

pero` che sciocco: cambiare posso sempre, certamente.

quindi l’ipotesi e` di lasciar perdere il tentativo vano di recuperare la mia carta bancomat Unicredit: cosa che potrebbe crearmi dei problemi in Mexico se il PIN della carta di credito Banco Intesa non e` quello giusto.

STATO CONFUSIONALE: domani e` in realta` MERCOLEDI` e tutti questi problemi non ci sono, a parte quello di procurarsi rapidamente il denaro per arrivare a fine settimana.

ed effettivamente, se non riesco a farlo domani pomeriggio, al rientro dalla gita, previsto per le 4, saro` costretto a fermarmi qui anche la giornata di giovedi` al semplice scopo di completare l’operazione.

* * *

ora voi spiegatemi perche` perdo tempo a scrivere queste cose e soprattutto perche` presumo che a qualcuno possa interessare leggerle…

scriverle puo` risultare utile per me per mettere meglio a punto le mie scelte e recuperare la giusta scansione del tempo che passa, evidentemente resa incerta da una certa confusione mentale.

ma leggerle?

ha un senso che io abbia descritto tante minuzie pratiche che riguardano solo me e il mio modo di viaggiare abbastanza inconsulto e monotematico, per non dire autistico?

un viaggio senza musica, senza discoteche, senza locali: un viaggio ascetico all’inseguimento della pietra verde, cioe` della pietra della speranza filosofica, che viaggio e`?

* * *

ma lasciamo perdere queste considerazioni, a loro volta irritanti, e veniamo alla lunga camminata di oggi, una ventina di chilometri in tutto, ma un po` meno di quelli sui monti della neo-zelandese Wakatane e non solo piu` corta, ma molto meno impegnativa, perche` quasi pianeggiante sempre.

e finalmente ecco alcuni punti del paesaggio assolutamente straordinari e di tipo mai visto: perche` in una specie di restringimento della valle i due frontoni a picco di roccia che si fronteggiano sono incredibilmente sfrangiati, come per il crollo di parte della montagna fra loro due e mostrano, cosa quasi incredibile, delle stalattiti a giorno, sospese in alto fra le rocce.

la valle offre anche un paio di grotte e la prima si percorre parte a piedi e parte in barca, al buio; si chiama la Cueva del Indio, perche` vi sono stati trovati resti pre-colombiani.

la seconda, piu` breve, si attraversa solo a piedi e porta ad un ristorante a tema, in linea con la storia di questa grotta dove si rifugiavano schiavi fuggiaschi o ribelli, e presenta qualche ricordo di questo suo passato, ad uso dei turisti.

ad esempio con alcune danze furiosamente selvagge e di stile tipicamente africano che per un momento fanno pensare di avere cambiato continente.

* * *

ma la parte migliore della giornata e` stata al rientro, verso sera, quando la mia camminata si e` strettamente intrecciata con quelle delle popolazioni locali: ragazze e ragazzi che tornavano da scuola, contadini che rientravano a casa su calessi o cavalli dal lavoro dei campi, donne, operai su camion scoperti.

vedermi camminare, anziche` usare la bicicletta o il cavallo accompagnato, mi faceva sentire come uno di loro, e infatti i saluti si moltiplicavano cordiali.

* * *

in questa uscita sono finalmente riuscito ad identificare i misteriosi uccelli neri, le cui ampie volute mi avevano ispirato pensieri troppo poetici negli ultimi giorni e quindi anche negli ultimi post.

uno di loro si e` infatti finalmente avvicinato molto roteandomi sopra la testa, fino a farsi individuare nella testa rossa, il becco ricurvo e per il resto l’aria vagamente rapace: sono avvoltoi.

e ampio dev’essere il regno della morte, a considerare il loro numero, che oggi risultava piu` alto che mai.

cuba-094mod

foto Tina Di Benedetto, dal blog Viaggio in Progress

Annunci

10 risposte a “la Cueva del Indio e altri passatempi a Vinales, Cuba – My roundtheworld n. 135 – 652.

  1. Pingback: la Cueva del Indio e altri passatempi a Vinales, Cuba – my roundtheworld n. 135 -43 – bortoround·

  2. Pingback: ritorno dalla valle a Vinales – VIDEOCLIP n. 702 – bortoround·

  3. Pingback: Vinales, Palenque dei Cimarrones: danze africane e mangiafuoco – VIDEOCLIP n. 701 – bortoround·

  4. Pingback: Vinales, il Palenque de los Cimarrones – VIDEOCLIP n. 700 – bortoround·

  5. Pingback: Vinales, attraverso la Cueva del indio, la Grotta dell’indio, in barca – VIDEOCLIP n. 699 – bortoround·

  6. Pingback: Vinales, nella Cueva del indio, la Grotta dell’indio – VIDEOCLIP n. 698 – bortoround·

  7. Pingback: avanti nella valle di Vinales – VIDEOCLIP n. 697 – bortoround·

  8. Pingback: favoloso: le montagne di Vinales – VIDEOCLIP n. 696 – bortoround·

  9. Pingback: mattina nella valle di Vinales – VIDEOCLIP n. 695 – bortoround·

  10. Pingback: 1. elenco dei post sul #roundtheworld, il viaggio attorno al mondo. | bortoround·

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...