modesta ricetta per un 2015 più felice – 724.

I non troppi rapporti reali e diretti che ho con gli altri in Italia mi confermano sempre piu` nell’impressione di essere una persona piu` felice mediamente di coloro che mi circondano e a volte, ritrovando vecchi amici quasi dimenticati, dopo una serata di tumultuosi scambi di esperienze, la cosa mi viene in qualche modo fatta notare.

E fra tutti un motivo ricorrente e` che sono mentalmente giovane, cioe` pieno di energia e di cose da fare, aldila` di quel che degli anni che passano dimostra il fisico – e so bene che alla lunga sara` lui a vincere segnando con i suoi rilievi impietosi il senso di quel che faccio e riducendolo a stranezza senile.

A volte penso addirittura che la mia tendenza ad isolarmi dagli altri dipenda proprio da questo, dal desiderio di non essere contaminato troppo dal mugugno, dall’immusonimento, dal grigiore mentale e dalla perdita di desideri e sogni che sembrano ampiamente circondarmi.

E altrettanto a caso dev’essere anche per questo che amo piuttosto stare con le persone giovani, e non e` piu` tanto  la loro avvenenza fisica ad attirarmi, ora che mi pare uno stato provvisorio e perfino un poco imperfetto della strada che porta all’invecchiamento.

Ma oggi so anche che gli individui malati psicologicamente, come sono secondo me quelli grigi e immusoniti che mi circondano, sono principalmente le manifestazioni  di qualche disturbo di gruppo.

Esistono prima di tutto famiglie malate e a volte perfino societa` malate e questa tristezza, che va chiamata col suo vero nome di depressione, e` anche un disturbo della societa` italiana.

E` ampiamente la depressione del benestante insoddisfatto e la paranoia di chi ha, ma mai abbastanza, e vive nel terrore di perdere le sue proprieta`.

Per cui credo anche di avere trovato una modesta e facile ricetta per la felicita` o meglio contro l’infelicita`.

Che e` quella di non sentirsi italiani, ma cittadini del mondo.

Che e` quella di criticare il mondo nel quale viviamo.

Criticate questo pianeta sovraccarico di nevrosi e staccatevi mentalmente dalla specie animale mental mente disturbata alla quale apparteniamo.

Esercitate il vostro sguardo ironico su quanto e quanti vi circondano: dall’ironia il sorriso e l’umorismo usciranno inevitabili.

E dalla voglia di contrapporsi in modo originale alla tristezza presente, migliorando le cose, nascera` un mondo nuovo di possibilita` alternative che vi riempira` l’esistenza.

Per chi lo desidera e` una specie di regalo  mio per l’anno nuovo.

E` per tutti e non soltanto per i bambini buoni; anzi e` utile soprattutto per quelli che, aldila` degli anni, non si sentono tali.

Siate cattivi, anticonformisti, miscredete un po` e con giusta misura, non risparmiate il tagliente sarcasmo a nessuna verita`: siate sempre adolescenti nel criticare il mondo, e vi sentirete meglio.

E spero di avervelo consegnato, questo mio povero regalo che e` come una manciata di finto carbone fatto di zucchero nero, abbastanza in tempo perche` nessuno dica che l’ha portato la Befana.

Annunci

8 risposte a “modesta ricetta per un 2015 più felice – 724.

  1. in rampa di lancio per un 2015 spumeggiante 😀
    *brinda*
    siamo la quiete e la tempesta.
    dobbiamo essere ottimi navigatori.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...