quelli che… il Corano incita alla violenza – 16.

e non hanno mai letto la Bibbia. 

* * *

109. consultiamo gli islamici von Bortocal @ Sonntag, 12. Mär, 2006 – 12:18:21

chi mi ha letto in passato su questo argomento sa che ritengo preoccupante nella religione islamica, alcuni contenuti caratterizzanti, ovviamente espressi nel suo testo sacro, e le modalità invalse per leggerlo e interpretarlo, che rappresentano il trionfo di un clericalismo ottuso legato alla ripetizione letterale di un testo non storicizzato – mi pare di poter dire queste cose senza astio antiislamico e documentatamente.

sono stato nel gennaio dell’anno scorso in una delle moschee del Cairo, dove si ospita una delle più importanti “università islamiche” del mondo; ricordo l’enorme sala colonnata ricoperta di tappeti rossi sui quali, inginocchiati, centinaia di ragazzi di tutto il mondo, dalla Malesia alle Antille, dal Bangla Desh al Senegal, oscillavano come orsi in gabbia ripetendo a memoria le formule coraniche – qualcuno ha trovato il tempo di sorridermi, ciononostante.

tuttavia, occorre dire con altrettanta nettezza che di formule simili di invito all’odio contro i nemici, di legge del taglione, di inviti ad uccidere è pieno anche il nostro testo sacro, la nostra Bibbia, almeno della parte che condividiamo con gli ebrei, il cosiddetto Antico Testamento, che la religione cristiana ritiene comunque ispirato da dio.

ho aperto la Bibbia a caso, giuro, e leggo:

Numeri 15, 32-36:

“Ora, mentre i figli di Israele erano nel deserto, trovarono un uomo che raccoglieva legna il giorno di sabato.

Coloro che l’avevano sorpreso a raccogliere la legna lo codussero davanti a Mosé, ad Aronne e a tutta la comunità, e lo misero sotto buona guardia, perché non era deciso che cosa si dovesse fare di lui.

E il Signore disse a Mosè:

“Muoia lapidato da tutta l’assemblea, fuori dal campo”.

Allora tutta l’assemblea lo condusse fuori dal campo e lo colpí con sassate, fino a che morì, come Dio aveva comandato a Mosè”.

è sconfortante, no?, pensare che noi dobbiamo ritenere questo testo ispirato da dio.
confrontato con questo testo il Corano è perfino più umano…

conosco la Bibbia, l’ho letta tutta: potrei senza fatica trovare molti altri passi più terribili, che consigliano lo sterminio dei nemici, esattamente come nel Corano.

il problema è tutto nelle religioni rivelate dell’area occidentale, legate a un testo scritto, definito ispirato da dio; non sussiste per una religione come l’induismo, che si trasmette oralmente e non ha veri e propri testi sacri di riferimento nel senso nostro. non si pone neppure per il buddhismo, che riconosce ai testi di Buddha un valore in sè , ma senza farli discendere direttamente da Dio (come dovremmo fare noi con quelli di Jeshua, mi permetto di dire).

ma per le tre “religioni del libro” il problema è che questi “libri” sono stati scritti secoli fa, in altre culture, con altri valori di riferimento, e appaiono barbari, lontani dalla nostra sensibilità, ancorati a situazioni del passato.

eppure non possono essere né modificati né messi da parte.

nel cristianesimo, per risolvere il problema, si é affermata la tradizione dell’interpretazione allegorica e della lettura collettiva parziale (si legge in chiesa forse il 5 % del libro sacro che meno stride col mondo di oggi); nel mondo islamico il problema è aperto.

e tuttavia, non possiamo vietare il Corano solamente; la Bibbia, che ha un valore importante anche per gli islamici, è la nostra coda di paglia.

dobbiamo scommettere che anche tra gli islamici gradualmente si dica sempre di più che va colto il valore di quel che era scritto, ma non la lettera delle prescrizioni.

se questo non avviene, l’islam è una religione e una cultura che non è compatibile con la nostra. a questa contraddizione non si sfugge.

faccio un esempio solo: l’islam sancisce l’inferiorità della donna rispetto all’uomo. allora, o si attribuisce a queste frasi un valore solo morale di massima, una indicazione generica e non vincolante dei compoertamenti da assumere all’interno della vita di coppia, oppure – se esse rappresentano per qualcuno una legge da imporre a tutti noi – l’islam dovrebbe essere posto fuori legge, come forma di pensiero contraria ai diritti umani.

* * *

91. Esdra e le mistificazioni della Bibbia. von Bortocal @ Samstag, 28. Mär, 2009 – 17:43:39

(…) il resto è un impressionante ulteriore documento di questo fanatismo costitutivo del popolo ebraico nella nuova identità che gli diede Esdra (…) :

[5] Ma voi vi comporterete con loro così: demolirete i loro altari, spezzerete le loro stele, taglierete i loro pali sacri, brucerete nel fuoco i loro idoli.
[6] Tu infatti sei un popolo consacrato al Signore tuo Dio; il Signore tuo Dio ti ha scelto per essere il suo popolo privilegiato fra tutti i popoli che sono sulla terra.
[7] Il Signore si è legato a voi e vi ha scelti, non perché siete più numerosi di tutti gli altri popoli – siete infatti il più piccolo di tutti i popoli -, [8] ma perché il Signore vi ama e perché ha voluto mantenere il giuramento fatto ai vostri padri, il Signore vi ha fatti uscire con mano potente e vi ha riscattati liberandovi dalla condizione servile, dalla mano del faraone, re di Egitto.
[9] Riconoscete dunque che il Signore vostro Dio è Dio, il Dio fedele, che mantiene la sua alleanza e benevolenza per mille generazioni, con coloro che l’amano e osservano i suoi comandamenti; [10] ma ripaga nella loro persona coloro che lo odiano, facendoli perire; non concede una dilazione a chi lo odia, ma nella sua stessa persona lo ripaga.
[11] Osserverai dunque i comandi, le leggi e le norme che oggi ti dò, mettendole in pratica.
[12] Per aver voi dato ascolto a queste norme e per averle osservate e messe in pratica, il Signore tuo Dio conserverà per te l’alleanza e la benevolenza che ha giurato ai tuoi padri.
[13] Egli ti amerà, ti benedirà, ti moltiplicherà; benedirà il frutto del tuo seno e il frutto del tuo suolo: il tuo frumento, il tuo mosto e il tuo olio, i parti delle tue vacche e i nati del tuo gregge, nel paese che ha giurato ai tuoi padri di darti.
[14] Tu sarai benedetto più di tutti i popoli e non ci sarà in mezzo a te né maschio né femmina sterile e neppure fra il tuo bestiame.
[15] Il Signore allontanerà da te ogni infermità e non manderà su di te alcuna di quelle funeste malattie d’Egitto, che bene conoscesti, ma le manderà a quanti ti odiano.
[16] Sterminerai dunque tutti i popoli che il Signore Dio tuo sta per consegnare a te; il tuo occhio non li compianga; non servire i loro dei, perché ciò è una trappola per te.
[17] Forse penserai:

Queste nazioni sono più numerose di me; come potrò scacciarle?

[18] Non temerle!
Ricordati di quello che il Signore tuo Dio fece al faraone e a tutti gli Egiziani; [19] ricordati delle grandi prove che hai viste con gli occhi, dei segni, dei prodigi, della mano potente e del braccio teso, con cui il Signore tuo Dio ti ha fatto uscire; così farà il Signore tuo Dio a tutti i popoli, dei quali hai timore.
[20] Anche i calabroni manderà contro di loro il Signore tuo Dio finché non siano periti quelli che saranno rimasti illesi o nascosti al tuo passaggio.
[21] Non tremare davanti ad essi, perché il Signore tuo Dio è in mezzo a te Dio grande e terribile.
[22] Il Signore tuo Dio scaccerà a poco a poco queste nazioni dinanzi a te; tu non le potrai distruggere in fretta, altrimenti le bestie selvatiche si moltiplicherebbero a tuo danno; [23] ma il Signore tuo Dio le metterà in tuo potere e le getterà in grande spavento, finché siano distrutte.
[24] Ti metterà nelle mani i loro re e tu farai perire i loro nomi sotto il cielo; nessuno potrà resisterti, finché tu le abbia distrutte.
[25] Darai alle fiamme le sculture dei loro dei; non bramerai e non prenderai per te il loro argento e oro che è su di quelle, altrimenti ne resteresti come preso in trappola, perché sono un abominio per il Signore tuo Dio; [26] non introdurrai quest’abominio in casa tua, perché sarai come esso votato allo sterminio; lo detesterai e lo avrai in abominio, perché è votato allo sterminio.

queste sono le radici della fede ebraica e quindi anche le radici della fede cristiana!

* * *

il problema dunque che riguarda l’islam si ripropone per le altre religioni monoteiste e, sia pure in forme diverse, per le religioni in genere.

nello stato indiano dell’Orissa qualche anno fa fanatici indu` bruciarono vivo un missionario cristiano e i suoi due figli; il buddismo appare piu` tollerante solo fino a che non si presentano nel suo territorio nuove religioni: nel Myanmar e nello Sri Lanka i buddisti che sono in maggioranza perseguitano la minoranza islamica o induista, ne bruciano le case e ne uccidono i componenti; i massacri compiuti dai cristiani nella storia non si possono neppure contare e non hanno nulla da invidiare a quelli delle altre religioni, sono forse persino peggiori, anche se concentrati in tempi meno recenti.

non e` tanto il Corano che incita alla violenza, ma ogni religione in se stessa, perfino quelle che predicano la pace e il perdono.

del resto, che cosa aspettarsi quando l’uomo vuole farsi Dio?

Annunci

2 risposte a “quelli che… il Corano incita alla violenza – 16.

    • eh gia`.

      del resto i papi l’hanno applicata fin che hanno potuto, la pena di morte.

      se il cristianesimo non e` piu` sanguinario e non brucia piu` eretici e streghe in piazza e` perche` si e` molto diffuso l’ateismo.

      l’unica visione del mondo capace di migliorare una religione e` questa (nonostante i delitti altrettanto mostruosi degli ateismi di stato).

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...