la battaglia ridicola della cosiddetta sinistra Democratica – 32.

per fortuna la ridicola cosiddetta sinistra del Partito Democratico sta andando sulla legge elettorale incontro alla doverosa sconfitta.

ma l’avete vista la loro proposta?

la gran battaglia di portare i nominati del prossimo parlamento al 30% anziche` al 70%!

quando la Corte Costituzionale ha ricordato che i parlamentari NON POSSONO ESSERE NOMINATI.

devono essere ELETTI.

TUTTI, purtroppo per i boss.

* * *

comunque che cos’altro puoi aspettarti da un sedicente parlamento che e` formato tutto da nominati?

 

Annunci

4 risposte a “la battaglia ridicola della cosiddetta sinistra Democratica – 32.

  1. La costituzione dice un sacco di cose, bellissime. Ma è diventata come quella persona anziana che, parlando in continuazione, ci ricorda di fare le cose per bene. E noi, naturalmente, non la ascoltiamo. Anzi, facciamo il contrario.

    • ahha ahha, ora che mi ci fai pensare, in effetti la Costituzione Italiana ha solo cinque mesi scarsi piu` di me.

      quindi tu dici che sia lei sia io faremmo meglio a stare zitti?

      ma che dire allora di quella americana che ha 227 anni e tutti la rispettano benissimo?

      anche la Costituzione tedesca ha circa la stessa eta` della nostra, eppure in quel paese e` inimmaginabile che la si prenda a pesci in faccia come da noi.

      in effetti quelli che la calpestano non ci portano ad un mondo piu` moderno, ma al potere fascista del piu` forte, cioe` a qualcosa di piu` vecchio ancora di lei.

      e il mancato rispettoi della costituzione nata dall’abbattimento del fascismo ha tutta l’aria della rivincita del fascismo congenito della societa` italiana.

      temo che penserai che anch equeste sono prediche senili fastidiose.

      ma uno stato senza costituzione non e` uno stato.

      e adesso che un parlamento incostituzionale la sta cambiando, la cancellazione dell’antifascismo dalla societa` italiana e` completo. 😦

        • hai ragione di nuovo, e anche questo anniversario lo avevo dimenticato.

          ma i fondatori del Partito Comunista si mossero sulla base di valori e scelte sbagliate (a parer mio e anche della storia, si direbbe, e mi riferisco alla variante leninista del comunismo).

          i valori della nostra Costituzione sono invece largamente attuali e configurano in modo analogo le moderne democrazie.

          se vecchi, semmai si aggiornano.

          occorre piuttosto chiedersi che cosa significa diventare uno stato post-costituzionale, cioè post-democratico.

          il fascismo vinse anche nell’anno successivo a quello di quel 21 gennaio; ma bastarono meno di 24 anni a spazzarlo via.

          non dobbiamo stancarci di opporci, anche se in certi momenti il modo migliore di opporsi può essere semplicemente quello di rifiutarsi.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...