come diventare tutti piu` stupidi.

se la persona geniale, o soltanto intelligente, o soltanto capace, e` costretta ad impiegare una parte delle sue capacita` non tanto per emergere, ma semplicemente per difendersi dagli invidiosi e dagli stupidi che cercano di sovrastarla e ridurla al silenzio…

… allora, eccola, un po` meno capace, un po` meno intelligente, un po` meno geniale.

ed e` gia` una vittoria della mediocrita`.

Annunci

8 risposte a “come diventare tutti piu` stupidi.

  1. @ stileminimo

    per essere quello che davvero si è, ci vuole un grandissimo coraggio, ci vuole moltissima forza – dici.

    sono completamente d’accordo, e credo di rientrare fra coloro che ci riescono, dicendolo senza ipocrisie.

    ma credo di avere avuto la fortuna di averla, questa forza, e so benissimo che molti non ce l’hanno, ma non perché non la vogliano, ma perché proprio gli manca.

    quanto alla depressione, ci sono vissuto in mezzo, sia per via di mia madre (ma allora la malattia non era riconosciuta, sono io oggi che ripensando a lei mi rendo conto che aveva questo problema), sia per via di una carissima amica che ne ha sofferto e ne soffre in forma devastante: in certi periodi ha rischiato letteralmente la vita.

    l’interpretazione che tu dai della depressione vale soltanto per un tipo particolare: questa è capitata anche a me, in un periodo in cui fu sottoposto ad un mobbing fortissimo sul mio lavoro; tecnicamente le hanno dato una specie di soprannome “depressione da rimbalzo”, e io me la feci diagnosticare per il risarcimento che ottenni dal giudice del lavoro.

    ovviamente, passato quel periodo, questa depressione in me è scomparsa.

    ma altre forme di depressione cominciano a manifestarsi già in età infantile: probabilmente anche il contesto familiare incide e incide essere in una famiglia che fa soffrire.

    ma avere una madre depressa è un ottimo viatico per essere depresse a propria volta, soprattutto per le bambine.

    però anche la famiglia d’origine, come la natura, non ce la scegliamo e non la possiamo scegliere.

    insomma, anche ammettendo fattori ambientali e non solo genetici, la depressione è uno di quei problemi che dimostra che per ampia e decisiva parte la nostra vita non dipende da noi (a mio parere).

        • non credo che siamo noi a poter decidere, ma la nostra natura che precede e condiziona la nostra volonta`.

          c’e` chi sente di abbreviarsi la vita a combattere e sceglie di non reagire; c’e` chi sente che se la abbrevierebbe a non combattere, a forza di maldifegato.

          io, per natura mia, ho fatto la seconda scelta finora e solo adesso che comincio a sentirmi un poco vecchio penso di lasciar perdere qualche volta: comunque ho vissuto piu` dei miei genitori, e da quest’anno comincia il confronto con i nonni, eh eh.

          • Parli come se noi e la nostra volontà fossero due cose distinte. La nostra natura non siamo forse noi? E se è così, non siamo noi stessi che scegliamo? Certo, tu stai dicendo che non possimo sceglierci la nostra natura, ma non sono del tutto daccordo; io credo che noi possiamo indirizzare la nostra volontà verso scelte che non sono nella nostra natura… altrimenti non si spiega perché il mondo è pieno di depressi.

            • si’, certo: noi siamo la nostra natura.

              ma la nostra natura non siamo noi a sceglierla.

              quanto ai depressi, mi pare che diano piuttosto ragione a me 🙂

              ti sembra che ne esisterebbero tanti se noi fossimo liberi di scegliere quel che siamo? 😦

              e non sarei così sicuro che la depressione sia il frutto di scelte sbagliate: ad esempio pare sia correlata all’intelligenza, cioè quanto più risulti intelligente tanto più facilmente sei portato alla depressione,

              (interessante discussione, mi pare…)

              • Sì, interessante.E se non siamo noi a sceglierla, chi è che la sceglie per noi, la nostra natura?
                Io credo che molti siano depressi perché sono succubi di un contesto che li porta a scegliere strade che non gli somigliano. E perché non sono messi nelle condizioni per capire davvero quali sono le strade che più gli somigliano. Hai mai visto una persona, seppur intelligente, ma soddisfatta delle sue scelte di vita, del suo lavoro, dei suoi progetti… depressa? Io no. Io ho visto molte persone depresse perché costrette a uniformarsi a una serie di modi di essere che non hanno nulla a che vedere con la loro propria natura. Moltissime. La maggior parte, direi. Perché per essere quello che davvero si è, ci vuole un grandissimo coraggio, ci vuole moltissima forza.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...