Renzi, voglio i nomi – 86.

si`, io voglio i nomi.

voglio i nomi di quei deputati di un partito che ha la faccia tosta di chiamarsi Democratico e che pretende di cambiare la Costituzione per cui si e` fatta la Resistenza e si e` lottato per difenderla per settant’anni con la forza di un 30% dei voti.

* * *

voglio i nomi di quei deputati ai quali continuiamo a pagare indennita` e privilegi vari anche se sono stati eletti con una legge elettorale incostituzionale.

ognuno di loro potrebbe essere parte dei 140 che siedono in Parlamento abusivamente dando al governo una maggioranza che non gli spetta.

verra` pure un giorno un governo legittimo che chiedera` a questi 140 abusivi la restituzioni di quello che hanno incassato e non spettava a loro.

* * *

voglio i nomi di quei deputati venduti che non rappresentano il popolo, ma obbediscono agli ordini della finanza internazionale che ha chiesto pubblicamente di cambiare le costituzioni del Sud Europa perche` sono troppo anti-fasciste.

e loro obbediscono.

* * *

io voglio i nomi, uno per uno, perche` anni fa a questa Costituzione io ho dovuto giurare fedelta` e la fedelta` a quei valori la mantengo, a differenza di loro.

* * *

siamo sul confine di una rottura radicale di ogni legittimita` del governo e del parlamento.

ogni forma di disobbedienza civile diventa lecita se questo modo di procedere non si arresta.

* * *

che cos’altro dovra` fare Renzi perche` gli italiani distolgano lo sguardo da Festival di Sanremo e partite.

credono forsr che tutto questo non avra` un prezzo molto concreto?

ho sentito accennare a forme di disobbedienza fiscale di massa: che venga, io sono pronto.

non intendo pagare le tasse ad uno stato che oramai sta diventando l’illegittima espressione di un potere totalmente arbitrario.

(e coloro ai quali dicevo un anno fa che il vero rischio di una dittatura in Italia era Renzi e non Grillo? quelli che hanno tirato a Renzi la volata alle europee, polemizzando contro i suoi avversari e non contro di lui?

dove sono, ora, le teste cosparse di cenere?)

* * *

Renzi e` un gigante di paglia, un pallone gonfiato, una tigre di carta.

purtroppo, pero`, e` sempre di questa pasta che sono fatti i dittatori e non ce ne ricordiamo (non me ne ricordo) mai abbastanza.

la dittatura non sarebbe dittatura se non fosse la dittatura della stupidita`.

* * *

eppure la sua ora e` segnata e questi suoi sono soltanto i gesti dell’arroganza che spera di cavarsela fingendo la sicurezza che non ha.

solo se riuscira` a  costringere le menti a non pensare, questo mediocre dittatorello da sagrestia restera` in piedi.

ma dipende solamente da noi.

* * *

POST SCRIPTUM

i deputati della minoranza del Partito Democratico che antepongono la disciplina di partito alla loro coscienza (che deve avere una vocina molto flebile) stanno violando a loro volta la Costituzione, che li ha chiamati a rapresentare il popolo senza vincoli di mandato.

tanto meno verso il partito o verso un ducetto di partito.

il loro è opportunismo della peggiore specie e sono i peggiori di tutti, se non fanno seguire alla parole comportamenti coerenti.

Annunci

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...