chi ha paura di Rita Katz e dello Stato Islamista? – 106.

* * *

nessuno di noi sa che dietro i video degli islamisti, diffusi per fargli propaganda gratis dai media occidentali che imbarbariscono il pubblico come loro, ci sta il SITE, Search for International Terrorist Entities, e che questo e` diretto da Rita Katz.

e` lei, pare, che ricerca sistematicamente nella rete questi filmati, che altrimenti resterebbero assolutamente di nicchia, e che da` loro risonanza mondiale, aiutando in ogni modo gli islamisti a procurarsi l’appoggio di squilibrati di mezzo mondo.

ed ecco che l’eccidio di qualche pazzoide aderente all’islam diventa un problema politico che sconvolge la vita dell’Europa.

non occorre neppure che ci sia alle spalle chissa` quale rete organizzata perche` un esaltato vada ad una sinagoga, ad un convegno, ad una redazione, e apra il fuoco.

quanti di questi morti sono quindi anche sulla coscienza di Rita Katz e chi e` costei?

* * *

ora entreremo assieme in una storia romanzesca e incredibile.

perche` la prima cosa che dobbiamo stabilire e` se Rita Katz esiste davvero, o meglio se si chiama cosi`, o meglio ancora se e` anche altre persone.

perche` appena ho cominciato a fare una piccola ricerca online su di lei mi sono imbattuto in questo video su You Tube.

si intitola: Rita Katz VS Sofia Smallstorm

e non lascia proprio nessuna ombra di dubbio, secondo me, che Rita Katz e` ANCHE Sofia Smallstorm.

ma allora chi e` Sofia Smallstorm?

* * *

oh, rispondere e` semplice: Sofia Smallstorm e` anche Sofia Shafquat (nome che in arabo significa peccato).

e costei?

e` l’autrice di un video del 2013 sulle scie chimiche.

in rete si e` diffusa la notizia che sia scomparsa perche` aveva capito i segreti del progetto del NWO.

in realta` non e` affatto scomparsa, continua a rispondere alle mail, e ha cambiato nome dopo una causa che le era stata intentata per violazione di copyright.

cosi` e` diventata Sofia (ma anche Sophie) oppure Monica Smallstorm.

ora, attenzione, perche`, prima del documentario di un’ora sulle scie chimiche, Sofia Shafquat aveva prodotto un video complottista sull’11 settembre.

* * *

grande regista questa Shafquat/Smallstrom, perche` in questa seconda veste ha prodotto anche un video sulla sparatoria di Sandy Hook, un massacro di 27 persone avvenuto il 14 dicembre 2012 in una scuola americana ad opera di un soggetto di cui i media si erano affrettati a dire che era affetto dalla sindrome di Asperger, e che si suicido` alla fine della strage.

ma se ora ammettiamo che la Shafquat/Smallstrom e` anche Rita Katz, come fa pensare l’identita` della faccia, che credito daremo alla sua biografia?

qualcuno ci abbocca comunque in maniera acritica:

Di certa c’è la sua biografia che lei stessa ha raccontato in un libro.

io non darei il minimo credito a questo romanzo in forma di autobiografia, se mancano i riscontri. 

comunque eccola: ecco la vita di Rita Katz, secondo Rita Katz (delle altre, nessuna traccia): visibilmente, un fumettone a fosche tinte.

* * *

Nata nel 1963 a Bassora, seconda città dell’Iraq, da una famiglia ebraica, aveva cinque anni, nel 1968, quando suo padre fu arrestato dal regime di Saddam Hussein con l’accusa di spionaggio in favore di Israele, torturato e impiccato sulla piazza centrale di Baghdad, davanti a una folla di mezzo milione di persone.

Per l’occasione, Saddam organizzò pullman gratuiti dalla provincia e allestì accanto alla forca un palco dove un gruppo di ballerine si esibì nella danza del ventre.

Dopo che i beni della famiglia furono confiscati, la madre riuscì a fuggire in Israele con tre figli piccoli e si stabilì a Bat Yam, una città sul mare.

La giovane Rita Katz ha studiato all’università di Tel Aviv e ha svolto il servizio militare nella Israeli Defense Force.

Parla arabo ed ebraico, e benché da sionista convinta avesse più volte dichiarato che un ebreo non deve mai lasciare Israele, nel 1997 seguì il marito, un endocrinologo, negli Usa, dove gli avevano offerto un incarico come ricercatore.

Madre di tre figli, Rita Katz non ha mai fatto la casalinga.

Negli Usa, prima entrò come ricercatrice nell’Istituto di ricerca sul Medio Oriente, e pochi anni dopo si mise in proprio, fondando la Site, un’agenzia di analisi del terrorismo.

Tipo tostissimo, non si limitava a scrivere analisi, ma agiva sul campo.

Si infiltrò in alcune formazioni terroristiche presenti negli Usa e raccolse preziose informazioni, che passò al Federal Bureau of Investigation (Fbi).

Da allora, collabora stabilmente con le autorità investigative americane e le sue analisi sono tenute in considerazione anche dalla Casa Bianca.

Nel 2007 fu la Katz a far pervenire alla Casa Bianca l’ultimo video di Osama Bin Laden.

E un video del vice-capo di Al Queda, Ayman al-Zawahiri, entrò in possesso della Site prima ancora che fosse pubblicato sui siti internet dei militanti.

La Site di Rita Katz, che in origine era senza fini di lucro, ha cambiato statuto ed è ora finanziata dai servizi di intelligence Usa e da gruppi privati.

* * *

ecco: i video delle decapitazioni provengono da questo personaggio, una sionista convinta che lavora per la CIA.

il presidente sudanese Omar Hassan al-Bashir ha recentemente accusato i servizi segreti israeliano e americani di essere dietro le azioni degli islamisti:

Queste azioni sono brutali e sono un affronto all’Islam, un’immagine distorta dell’Islam.
Le uccisioni di giornalisti o prigionieri, bruciati vivo come il pilota giordano, non hanno nulla a che vedere con i valori dell’Islam.
Nessun musulmano sarebbe disposto a commettere tali atti, attacchi, omicidi, poiché l’Islam li vieta esplicitamente.
.
in effetti del resto il tagliateste mascherato parla oltretutto con un perfetto accento inglese.
.
Io dico che la CIA e il Mossad sono dietro queste organizzazioni perché non c’è altra organizzazione o paese che ha un interesse affinché tali gruppi prosperino: solo l’interferenza degli Stati Uniti nella regione e il supporto di Israele possono spiegare perché molti giovani si uniscono a queste organizzazioni, ai gruppi che distruggono l’immagine dell’Islam.
.
* * *
.
voglio prendere con le pinze queste dichiarazioni.
.
mi ricordano le crisi di coscienza dei gruppi di estrema sinistra quando comparvero le Brigate Rosse alla meta` degli anni Settanta e cominciarono ad uccidere.
.
non volevamo ammettere che fossero formate da militanti di sinistra e pensavamo, con la forza della disperazione, che fossero degli agenti che FINGEVANO di esserlo.
.
non era vero: le Brigate Rosse erano veramente formate da giovani marxisti esaltati.
.
ma era altrettanto vero che i servizi segreti e la CIA conoscevano delle tecniche di condizionamento psicologico a distanza molto precise, per guidarne le azioni.
.
credo che lo scenario si stia ripetendo.
.
gli islamisti sono autentici.
.
ma proprio per questo sono teleguidati.
.
chi li appoggia o li giustifica, appoggia la CIA e il Mossad.
.
* * *
.
la realta` e` davvero complicata.
.
e Rita Katz e` talmente brava che a volte arriva ai video ancora prima che gli stessi gruppi islamisti li pubblichino.
.
e` lei la centralina operativa di questa propaganda disgustosa che ci mantiene nel terrore.
.
tanto pochi argomenti hanno ancora i nostri governanti criminali per estorcere la nostra fiducia.
.
questa campagna terroristica che usa senza pieta` vite umane e dolori non risparmia neppure le nostre vite.
.
e sarebbe inspiegabile se non ci fosse qualche preciso interesse ad alimentarla.
.
e poi questa Rita Katz cerca soltanto nella rete i filmati oppure contribuisce a crearli?
.
* * *
.
chi ha paura di Rita Katz, allora?
.
io.
Annunci

7 risposte a “chi ha paura di Rita Katz e dello Stato Islamista? – 106.

  1. Immagino sia questo il post a cui ti riferivi.
    Sai come la penso sul complottismo anti-americano in genere.
    Questa cosa, però, non rientra in quella categoria. Qui si iniziano a collegare i fili, si vede una regia.
    Temo, però, che fino a quando nello stesso mondo islamico non si leveranno gli scudi contro questi terroristi che stanno creditando secoli di fede ci sia poco da fare oltre che indignarsi e infuriarsi da lontano

    • oggi ho fatto forza a me stesso e mi sono imposto di guardare il video sui 21 copti egiziani sgozzati in riva al mare, anche attratto da uno strano commento di Libero che riporta i risultati delle analisi di esperti che dettagliatamente ne documentano le incongruenze tecniche.

      ti metto il link, dato che la vista ne e` emotivamente sopportabile, soprattutto se ci si sforza di guardarlo freddamente per scoprire se e` autentico oppure no:
      http://tv.liberoquotidiano.it/video/11756888/Libia–il-video-della-decapitazione.html

      bene, dimmi se non sembra subito anche a te che si tratti di un montaggio prettamente hollywoodiano, pieno di effetti speciali, e di nuovo con un protagonista che parla in perfetto inglese!

      e non puo`, non potrebbe essere, lo stesso che decapita in Siria…

      QUESTO filmato e` certamente una bufala gigantesca.

      e lo sai che non sono assolutamente tenero con i complottisti neppure io!

      si`, credo anche io che tocchi agli islamici levarsi contro questa barbarie, che e` anche e soprattutto manipolazione.

      non mancano segnali, ma dobbiamo aiutarli.
      https://bortocal.wordpress.com/2015/02/22/oslo-no-allantisemitismo-no-al-razzismo-contro-lislam-104/

  2. Io purtroppo non ho tempo, né energia, né connessione internet funzionante come si deve… ma ti invito a cercare HSBC finanzia terrorismo, possibilmente in inglese. Sono cose che vengono dette in giro a Parigi, ma che io non sono in grado di controllare in questo momento

    • l’ho appena fatto (in italiano) e sono stato travolto da una massa incredibile di informazioni: occorerranno almeno 10 post e molti giorni di lavoro per districarsi, pero` da domani ricomincio a fare il manovale e poi avro` il trasloco nel prossimo week end, spero.

      oggi ci ho dato dentro, pero` direi che 5 post sono anche esagerati…

      pero` ci torno su appena posso, promesso.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...