Renzi compleanno 1: un anno di tweet per gufierosiconi – 105.

ma insomma vogliamo farlo un bilancio in concreto di un anno di renzismo?

giusto per piantarla con i moralismi di chi pensa che un capo del governo sia prima di tutto un educatore della nazione.

bando alle chiacchiere dei professoroni e stiamo al concreto.

e dunque, quanto ha realizzato Renzi del suo programma di un anno fa esatto?

* * *

vado a documentarmi e faccio fatica io stesso a credere ai miei occhi, tale e` la forza dell’apparato di propaganda.

quasi soltanto il Jobs Act!

cioe` l’abolizione dell’art. 18, cioe` delle garanzie contro i licenziamenti arbitrari (che non era affatto nel programma su cui il governo Renzi ha avuto la fiducia delle Camere).

e l’ha approvato soltanto ieri, altrimenti sarebbe stato lo zero assoluto o quasi.

un anno di chiacchiere a turbo, e basta!

(non conto gli 80 euro perche` quelli sono stato il piu` colossale voto di scambio della storia d’Italia, altro che le scarpe spaiate di Lauro negli anni Cinquanta…)

* * *

occorre uscire dalla palude, aveva detto pomposamente Renzi silurando Letta alla Direzione del Partito Demokrat, ed ecco la seconda strage di san Valentino con Letta che presenta le dimissioni a Napolitano il 14 febbraio.

il fatto e` che pero` ha realizzato molto di piu` in 10 mesi l’inetto Letta che il turbolento Renzi in 12, come mostrano tutti gli studi indipendenti (vedi, per esempio, qui).

* * *

il primo punto del nuovo programma tutto in politichese era la riforma costituzionale col Senato non elettivo.

Renzi ci ha messo un anno per fare approvare la legge in prima lettura al Senato e alla Camera; ora per legge devono passare almeno tre mesi dalla prima per la seconda lettura: poi ci sara` il referendum.

consultivo, vorrebbe Renzi, per tenere il parere nello stesso conto nel quale ha tenuto il parere consultivo unanime delle Camere sul jobs act.

ma per Costituzione bastera` che lo chieda il numero previsto di parlamentari, e lo chiederanno, e sara` invece confermativo, oppure dis-confermativo, come mi auguro, sempre se ci si arrivera`.

* * *

il secondo punto di questo progetto per deliimitare fortemente la democrazia era la legge elettorale.

e` stata approvata al Senato, con modifiche (voto determinante di Forza Italia): ora torna alla Camera.

auguri: anche se dovrebbe passare facilmente, considerando il premio di maggioranza illegittimo di cui dispone il Partito Demokrat.

* * *

il terzo punto era l’abolizione delle Province, per passarne le competenze alle corrottissime Regioni, lontane dal controllo popolare diretto.

Province che non sono state affatto abolite, ma semplicemente rese non elettive: sono i sindaci a nominare i consiglieri provinciali e non piu` la popolazione.

evidentemente c’e` una cosa che Renzi, mai eletto a livello nazionale, vede come il fumo negli occhi e sono le votazioni popolari.

ne sta conseguendo un autentico caos, di cui la popolazione si e` ancora accorta poco.

* * *

per il resto un flusso initerrotto di un anno di tweet e di apparizioni televisive.

un frastornamento continuo della mente e del cuore.

un lessico cosi` trito da essere gia` venuto a noia.

non si esagera se si dice che gli unici che hanno avuto un bilancio decisamente positivo nell’anno passato con Renzi al governo sono gufi e rosiconi.

* * *

fra cui il sottoscritto, che ovviamente ringrazia per tanta pubblicita` gratuita.

affetto-tra-gufi

 

Annunci

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...