consumatori e no.

tutti questi disadattati che continuano, dal Sessantotto in poi, a polemizzare contro il consumismo che uccide l’essere uomini!

volessero accorgersi per una volta che essere uomini non e` mai stato piacevole.

gli uomini hanno rinunciato volentieri ad essere uomini ogni volta che hanno potuto…

e` una grande e sgradevole fatica essere uomini.

* * *

essere consumatori, invece che uomini, e` il massimo.

e` molto piacevole essere soltanto consumatori, se soltanto si ha abbastanza denaro per occupare una nicchia qualunque nella tipologia delle diverse possibilita` di consumo.

duri quel che duri, ma nessuno ci rinuncia volentieri.

neppure chi predica contro l’esasperazione suicida dei consumi e si limita a costruirsi qualche personale modello di consumo, che definisce alternativo.

* * *

per chi volesse coerentemente cercare la strada del rifiuto del consumismo, raggiungere l’autosufficienza dei consumi sarebbe l’unica via coerente.

e rivoluzionaria in modo pacifico, come voleva il Sessantotto.

da decenni le leggi combattono duramente chi ha questa pretesa: pongono divieti continui a qualunque forma di produzione autonoma, per costringere tutti a rivolgersi al mercato per soddisfare i propri bisogni.

* * *

raggiungere l’autosufficienza, che era gia` un obiettivo proposto dalla filosofia cinica antica, sarebbe piu` importante oggi che raggiungere il nirvana.

Annunci

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...