sincerita` inglese.

in quanti modi si puo` essere sinceri ce lo dice la lingua inglese:

sinceresincero, franco

honestonesto, sincero, leale, corretto, retto, genuino

truevero, reale, autentico, fedele, veritiero, sincero

truthfulveritiero, verace, sincero, vero, veridico

heartfelt: sincero

candidcandido, schietto, sincero, franco

plain: semplice, comune, chiaro, piano, liscio, sincero

unaffectednon influenzato, semplice, spontaneo, non affettato, sincero

(da google traduttore)

l’italiano quindi non e` da meno: sincero, franco, onesto, leale, corretto, retto, genuino, vero, reale, autentico, fedele, veritiero,  verace, veridico, candido, schietto, semplice, spontaneo, non affettato

* * *

sinceramente non mi ero reso conto prima che potessero esserci tanti modi diversi di essere sinceri in Italia e nel mondo anglosassone.

in tedesco il traduttore mi restituisce una parola sola: aufrichtig; ma dev’essere un limite suo.

richtig significa giusto, e rimanda all’idea di Recht: il diritto, l’aver ragione.

* * *

dove la sincerita` ha tanti volti, quale sara` la sincerita` vera?

Annunci

2 risposte a “sincerita` inglese.

  1. Ho letto i tuoi tre post sulla sincerità questa mattina e nei giorni precedenti e oggi mentre guidavo mi sono trovato a rimuginarci su e pensare che capisco il diverso punto di vista a cui stai dando rilievo ma non riesco a condividerlo.
    Mi sono scontrato con delle menzogne e mi hanno fatto molto male, affrontare una verità (per quanto possa non sempre essere gradevole) l’ho trovato più agevole alla lunga. Perché qualunque sia la dimensione della verità, se me la trovo di fronte so cosa devo affrontare. Con la menzogna è come essere il titanic in rotta contro un iceberg di cui non riesci a valutare la parte sommersa (e letale).
    Dall’altra parte ci sono una serie di aspetti e riflessioni (che ho letto nei commenti) che in effetti mi hanno persuaso anche del contrario. La verità dovrebbe forse essere asettica ed essenziale e non strumentalizzata per schiacciare il prossimo con la scusa del “sto dicendo una cosa vera e per questo la dico a prescindere da tutto”. Ci sono verità che vanno taciute probabilmente, altre edulcorate e altre urlate.
    La verità forse è un valore relativo.

    • una precisazione, caro Jeremy.

      nei borforismi parto dall’idea della relativita` dei punti di vista; in genere non me ne servo per sostenere qualche nuova verita`, ma soltanto per invitare a guardare le cose da un punto di vista meno consueto.

      e` chiaro che non sono contrario alla sincerita` e solo in apparenza scrivo le lodi della menzogna; spero che il paradosso induca a riflettere.

      tu qui lo stai facendo in maniera esemplare; e il mio intento e` proprio questo.

      insomma se gli uomini mentono tanto, e si e` scoperto che perfino le scimmie sanno mentire, e se la menzogna e` una delle prime manifestazione dell’intelligenza superiore, qualche motivo dovra` pur esserci.

      provare a scoprirlo non puo` farci che bene.

      tu qui hai esaminato il problema della verita` e della menzogna dal punto di vista di chi le riceve; io me ne sono occupato soprattutto dal punto di vista di chi le comunica.

      in nessuno dei due casi riusciamo a sfuggire all’idea espressa per la prima volta da Foucault, se non sbaglio: che ogni comunicazione e` una forma di violenza.

      come e` inevitabile se anche il linguaggio negli esseri umani ha degli scopi primari di aiutare a garantire la sopravvivenza biologica.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...