l’arte di dimenticare.

* * *

l’arte di dimenticare e` il segreto di una vita felice.

fu Freud a evidenziare per primo, mi pare, il valore salvifico della memoria, che cancella progressivamente le esperienze negative (di solito) e lascia sopravvivere soltanto quelle positive per aiutarci a vivere.

tanto che uno dei primi sintomi di una nevrosi o comunque di un problema di funzionamento della mente e`, a me pare, la sua incapacita` di dimenticare qualche esperienza negativa, che rimane invece fissa nella memoria che costituisce l’Io, a rovinarci la vita futura.

Annunci

8 risposte a “l’arte di dimenticare.

    • ecco, ci siamo.

      poi ci sono anche i ricordi che proprio non si possono edulcorare, e allora si finde di dimenticarli, anche se restano vivi emotivamente nell’inconscio. 😦

      • di questi prendendo il mio caso personale non sono in grado di citarne nessuno: cioè, non mi è mai successo che io abbia dimenticato qualcosa della mia vita e che qualcun altro invece se lo ricordasse ancora e me lo potesse raccontare da capo. Si vede che dimentico come minimo meno bene delle persone che mi stanno intorno.

        • questa cosa la trovo stranissima.

          a me capita continuamente che qualcuno si ricordi momenti della mia vita che io ho dimenticato, anche senza pensare ai tempi dell’infanzia dove questo mi pare perfino inevitabile.

          anzi, a volte sono molto imbarazzanti questi ricordi di me che non sono miei e sembrano appartenere ad un io diverso da me.

          nessun presumibile alzheimer, eh? mi e` sempre accaduto, anche da giovane.

          puo` essere che la mia vita per me sia relativamente poco importante cosi` che dedico poca attenzione a memorizzarla? 😦

  1. Su questo ti rispondo commentando l’ altro post. Per Freud a volte è invece importante recuperare un ricordo antico. Non si può rimuovere e basta senza averne delle conseguenze. Ma te lo spiego meglio nell’ altro post.

    • non mi ripeto qui, hoi gia` risposto di la`.

      qui ho parlato di casi generali e del funzionamento normale della mente, non dei casi patologici, che richiedono l’intervento dello psicanalista (secondo Freud) per recuperare un ricordo rimosso male, cioe` senza superamento emotivo.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...