la rivincita della sciencefiction e la luce in fondo al tunnel, sulla luna – 202.

la scoperta di grandi tunnel naturali nella Luna, scavati dalle lave di antiche eruzioni vulvcaniche puo` essere considerata storica, ma potrebbe anche restare una curiosita` senza conseguenze.

apertura1.630x360

per maggiori informazioni tecniche, vi mando a questo sito, fra i tanti, molto divulgativo:

Tunnel e caverne nella Luna: la colonizzazione è più vicina

* * *

intanto e` straordinario che la scoperta confermi certe immaginazioni della fantascienza:

I primi uomini sulla luna di Wells (1901),

e persino del fantacinema, dato che il primo film vero e proprio della storia del cinema, fu, giusto l’anno successivo, Il viaggio sulla Luna di Melies (1902), qui nella versione originale restaurata, che era a colori, perche` ogni fotogramma era dipinto a mano!

* * *

insomma, niente di piu` naturale che immaginare di collocare li’ dentro delle colonie umane, grazie ad una adeguata climatizzazione e alla protezione offerta dagli sbalzi termici e dalle radiazioni stellari.

i giornali gia` si sbizzariscono, compresi alcuni scientifici.

ma forse pensano che noi siamo ancora al cinema.

* * *

ne restano di problemi da risolvere.

prima di tutto quello dell’acqua, anche se recentemente si sono trovati piccoli depositi di ghiaccio, i n cretai che li riparano dalla luce del sole, al polo Sud lunare.

poi quello dell’energia necessaria per gli interventi volti a rendere questi tunnel abitabili.

red-rover-tunnel-lava-luna

* * *

e poi l’ultimo, che dovrebbe essere particolarmente interessante per tutti coloro che ritengono che l’universo intero pulluli di forme di vita intelligente, come la definiamo noi, cioe` con tutte le caratteristiche positive e le aberrazioni dell’essere umano.

e cioe`: e se quei tunnel fossero gia` abitati?

la fantascienza e il fantacinema si prenderebbero una bella rivincita.

Annunci

12 risposte a “la rivincita della sciencefiction e la luce in fondo al tunnel, sulla luna – 202.

  1. @bortocal
    Lasciamo stare altri blog. Limitiamoci ad aggiungere una sezione Etica a quelli che ci sono già… 😆

    1. Non so fino a che punto la scienza sia interessata a quello che le persone fanno a letto. Ma penso che tutti abbiano chiaro che se la torta è una e poi tocca dividerla con n fratelli la fetta sarà più piccola. Non credo serva uno studio scientifico per dimostrarlo.
    Ad ogni modo penso sia una cosa da gestire soprattutto a livello educativo, piuttosto che cominciare a castrare le persone. Quindi in questo caso affido ai professori un compito maggiore rispetto agli scienziati.

    2. La scienza indubbiamente ha migliorato le condizioni di vita e ha risparmiato moltissimi morti. Ora è abbastanza facile dire che se non c’erano le cure magari non saremmo arrivati ad una crisi demografica. Purtroppo quando ci si ammala in prima persona, o ad ammalarsi è un proprio caro tutte quelle affermazioni perdono di significato, almeno dal mio punto di vista.
    Sul abuso di farmaci e la perdita di efficacia degli antibiotici per esempio sono d’accordo con te. Anche qui penso che il problema sia più educativo che scientifico. I medici da tempo dicono di non abusare dei farmaci inutilmente, ma non possono andare a seguire il paziente passo a passo durante la giornata.
    I morti risparmiati fin’ora probabilmente si ritroveranno tra qualche decennio quando i farmaci avranno perso di efficacia. Se la scienza medica non sarà in grado di trovare alternative, avremo semplicemente deciso che a morire sarà qualcuno in futuro, che ancora non esiste e che non conosceremo mai.

    3. E’ uno scenario difficile da immaginare. Ma presumibilmente qualcuno da qualche parte ce la farà. Se non sarà così, ci sarà maggiore spazio per le altre specie animali, che per esempio hanno ben ripopolato anche l’area di Chernobyl, non senza difficoltà chiaro.

    4. Esistono insegnanti opportunisti così come scienziati opportunisti. Siccome gli scienziati escono da scuole e università è chiaro che l’opportunismo di questi insegnanti è solo la pista di decollo per qualcosa di più grande e complesso.
    Non si può chiedere alla scienza di essere perfetta, se noi stessi non lo siamo. La scienza non salverà l’umanità, però le darà gli strumenti per farlo. Toccherà poi a noi decidere cosa farne e se vogliamo salvarci.
    Se poi inventi la pistola solo per puntartela alla testa… quello è un altro discorso…

    • direi che la sezione Etica, riferita alla scienza, starebbe molto bene nel tuo.

      da me ho l’impressione che a volte potrebbe sentirsi fuori casa…

      1. c’e` un equivoco; io intendo dire che l’etica si occupa dei comportamenti sessuali umani, non che deve farlo la scienza.
      la scienza, semmai, eseguira` quel che l’etica o la politica le chiedono di fare, se non ha obiezioni.
      mi pare che mi hai attribuito delle intenzioni, ehm, orribili!
      non dev’essere la scienza a preoccuparsi di limitare la libido delle persone; ci pensano gia` le religioni, semmai.

      2. quanto agli antibiotici, nella mia esperienza e` il medico ad ordinarmeli e sono io che cerco di non prenderli, se posso.

      4. proprio perche` e` umana, la scienza non e` ne` migliore ne` peggiore degli esseri umani: e` il loro ritratto.
      purtroppo dovrebbe essere molto migliore, visto che gli uomini grazie alla scienza hanno acquisito il controllo di molti strumenti che non sanno gestire saggiamente.
      ma proprio per questo la scienza e` umana, perche` e` priva di saggezza.

      (e` questo che mi rende cosi` perplesso, fra l’altro, sulla possibilita` che esistano molti altri tipi di esseri umani nell’universo al di fuori del nostro pianeta.

      se esistono specie intelligenti vitali, dovrebbero essere alquanto diverse da noi.

      • Non penso di essere all’altezza di una sezione Etica. Al momento sono un aspirante opportunista, data la mia situazione economica e tutto il resto. Lascio a te l’onore 😉

        1. Penso di aver capito male il ruolo della scienza nei casini recenti. Se la scienza esegue soltanto non vedo in che modo si possa essersi resa responsabile della crisi demografica. La scienza ha migliorato notevolmente anche le capacità produttive agricole, ma non ha alcuna colpa se l’essere umana si è nuovamente espanso fino agli estremi limiti andando in crisi.

        2. La medicina è approssimativa, così come i medici 😀

        • la mia personale morale sulla faccenda e` che la scienza non e` diversa dal resto degli uomini.

          condivide le stesse colpe o meglio responsabilita` di tutti: con qualche attenuante in meno, perche` dovrebbe essere piu` consapevole ed informata.

          non mi sento molto etico, anche se a volte sono moralista, e non ho neppure le tue attenuanti.

          quindi mi par di capire che una sezione etica non ci sara` ne` da te ne` da me… 🙂

  2. con quello che è costata una stazione spaziale in orbita bassa non oso immaginare quale sarebbe l’impegno economico per una stazione spaziale lunare.

    • e questa e` un’altra bella considerazione da aggiungere alla serie.

      ho come l’impressione che tuti questi racconti della scienza ufficiale abbiano uno scopo di rassicurazione sub-liminale.

      non preoccupatevi se vi stiamo distruggendo il pianeta, dicono gli scienziati: tanto vi procureremo un altro posto dove andare.

      e` razionalmente demenziale, evidentemente, ma emotivamente potrebbe funzionare nel tenerci piu` tranquilli.

      • Tanto cosa si potrebbe fare? Gli scienziati mettono a disposizione la tecnologia ma quelli che consumano e mettono a rischio il futuro del pianeta siamo noi.

        Comunque oltre i costi proibitivi ci sarebbero anche altri problemi. Stare sotto terra aiuta certamente contro le radiazioni ma non risolve il problema della mancanza di atmosfera, che andrebbe bene anche se non respirabile. Bisogna isolare e pressurizzare tutti questi tunnel naturali.

        • appurato che sarebbe un lavoro enorme, difficilmente immaginabile oggi (ma magari ci portano un po’ di energia nucleare?).

          non sono del tutto d’accordo con la tua idea del rapporto fra scienziati e gente comune: ritengo che questa sia ampiamente manipolata dai primi e che sarebbe altrettanto facile convincerla a rinunciare alla scienza (vedi talebani e islamisti vari).

          • Ho capito quello che intendi. Gli scienziati sono però essi stessi persone. A volte non sono in buona fede, altre volte possono fare semplicemente scelte sbagliate. La scienza non deve obbligare nessuno ad accettarla, non è infallibile e non offre certezze. Se la scienza condiziona a volte il popolo è il più delle volte per scopi nobili. Ma è chiaro che non sempre è così.

            • mediamente parlando, il più nobile degli scopi che si danno gli scienziati come gruppo è quello di mantenersi (abbastanza bene) e di giustificare la loro esistenza.

              le eccezioni altruiste non contano molto, anche se sono spesso citate, e tuttavia il numero di coloro che perseguono cinicamente, invece, scopi di potere o di arricchimento personale è forse più elevato.

              questo tuttavia è l’aspetto meno importante del problema del ruolo della scienza nella storia umana: mi pare che, arrivati al punto in cui siamo, possiamo dire chiaramente che la scienza ha assicurato all’umanità un miglioramento straordinario delle sue condizioni di vita e nello stesso tempo permesso uno sviluppo demografico altrettanto straordinario, ma non si è affatto preoccupata delle conseguenze.

              al punto che oggi i due obiettivi risultano incompatibili l’uno con l’altro e si pone il problema di come evitare l’autodistruzione, ammesso che sia ancora possibile.

              • La scienza non controlla tutti gli aspetti della vita umana. Purtroppo non può controllare la moltiplicazione umana… non è etico farlo. Se intendi dare la colpa alla scienza per aver migliorato le condizioni di vita allora fai male. Se prima o poi dovesse esserci un declino non sarà l’intera razza umana a scomparire. Si tornerà probabilmente a numeri post rivoluzione tecnologica. Come prima, cosi come vorresti tu.

                Comunque concordo con te sulla prima parte che hai scritto in riferimento agli scienziati, ma anche ai semplici appassionati di scienza e tecnologia. In genere i fini superiori sono personali. Esattamente come molti giovani insegnanti non più guidati dalla passione per l’insegnamento e il lavoro con le giovani menti, ma dalla stabilità di un settore poco movimentato e l’aspirazione di uno stipendio costante nel tempo e senza troppi rischi.

                • wow, qui occorrerebbe fondare un nuovo bloG solo per approfondire la discussione di tutti i punti che proponi?

                  1. perche` non sarebbe etico controllare la riproduzione umana? non sarebbe etico evitare l’autodistruzione? e, scusa, di che cos’altro si occupa l’etica se non, in larga parte, appunto di controllare la riproduzione umana?
                  il problema e` che sono cambiate le condizioni e l’etica invece rimane conservatrice.
                  nelle epoche passate era molto etico dire agli esseri umani di fare sesso solo per moltiplicarsi, sperando che almeno qualcuno dei molti nati scampasse alla morte.
                  oggi e` etico dire agli uomini il co ntfrario: di moltiplicarsi parcamente e a ragion veduta, pienamente consapevoli. e questo non sarebbe etico?
                  semmai non tocca direttamente alla scienza dirlo; pero`, insomma, qualche parolina gli scienziati potrebbero dirla lo stesso/

                  2. ovviament eil merito e il demerito della crescita demografica e` proprio della scienza e di nessu altro.
                  come possiamo dubitarne dopo i vaccini, gli ntibiotici e quant’altro.
                  aspetta solo che gli antibiotici perdano effetto per il loro uso sconsiderato e vedrai che, se la scienza non riesce a sostituirli, bastera` questo a farci rgeredire di un secolo…

                  3. se la distruzione del pianeta permettera` a qualche esemplare umano di sopravvivere e` presto per dirlo, ma potrebbe essere molto meno facile di quel che sembra.

                  4. sui giovani insegnati non mi pronuncio: mi pare pero` che quel tipo di insegnanti oppotunisti sia sempre esistito in una quota importante.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...