la sovranita`dal popolo alle agenzie di rating – 216.

le agenzie di rating hanno pubblicamente approvato ieri a caldo l’Italicum, fresco di firma dell’ectoplasma, ed espresso tutta la loro soddisfazione, dopo che Renzi gli ha fatto il favore di farlo passare, e adesso che si trovano la strada spianata davanti.

il popolo italiano approva la nuova legge elettorale un po` meno, a stare ai voti realmente presi dalle forze politiche rappresentate in Parlamento e perfino ai sondaggi, che vedono il gradimento di Renzi, da mesi, sotto il 40%.

percentuale modesta per instaurare una dittatura, sia pure soft, se non lo aiutasse l’inconsistenza dell’opposizione (come sempre avviene all’avvento delle dittature, del resto).

* * *

una legge elettorale approvata da una minoranza del popolo che e` maggioranza in parlamento grazie ad una legge incostituzionale e` veramente una cosa che non si era mai vista.

ma non sara` piu` un problema perche` d’ora in poi sara` sempre cosi`.

governera` la minoranza, purche` convergente con i desideri degli iper-plutocrati della finanza.

* * *

adesso possiamo riscrivere la Costituzione anche all’art. 1:

L’Italia e` una repubblica democratica fondata sul lavoro necessario a saziare gli appetiti insaziabili della finanza.

La sovranita` appartiene apparteneva al popolo, che potra` recuperarla soltanto quando avra` finito di pagare i debiti dello stato, cioe` ragionevolmente mai.

Nel frattempo e` passata ai creditori, che se la terranno stretta fino a che il popolo non decidera` di fare a meno di continuare a pagarli.

Annunci

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...