l’ultimo 2% di blog – 257.

* * *

questo blog ha raggiunto il 98% dello spazio messo gratuitamente a disposizione dalla piattaforma wordpress.

decisiva nell’esaurire lo spazio residuo e` stata la scelta recente di ribloggare i post di bortoround sul mio viaggio intorno al mondo dell’anno scorso, ciascuno dei quali contiene una fotografia del peso di circa 2 mega, che non credevo venissero caricate anche su questo blog col reblog, e invece hanno consumato molto in fretta il gia` poco spazio residuo.

* * *

ho quindi ancora poco piu` di 100 post a disposizione, dato che, per una scelta totalmente arbitraria, capricciosa, ma indiscutibile, non mi va di pagare neppure la piccola cifra assolutamente simbolica che mi viene richiesta per aumentare quel limite.

mi sembrerebbe ostinazione terapeutica e incapacita` di accettazione del limite.

usero` alcuni artifici minori, per prolungare l’agonia, ma sostanzialmente questo blog si avvia alla chiusura per morte naturale.

* * *

la mia non voglia di salvarlo dipende anche dal fatto che mi pare che il suo progetto nato dieci anni fa, nonostante qualche apparente risultato e un buon successo iniziale, sia sostanzialmente fallito.

io scommettevo sull’esistenza di uno strato di blogger, chiamiamoli classe media colta del web, che avesse voglia di discutere liberamente di diverse questioni culturali e politiche, senza inquadramenti e al di fuori dei siti specializzati, mettendosi in gioco di persona per amore della discussione e del ragionamento comune.

ho incontrato diverse persone di questo tipo, ed alcune continuano a frequentare questo blog: sono persone preziose e, purtroppo devo dire anche speciali (mentre dovrebbero essere la normalita`) e le ringrazio.

con molti di loro il tempo ha creato spaccature insanabili, e forse questto e` stato per difetti principalmente miei.

ma, in tutta evidenza, il loro numero non e` sufficiente per giustificare l’impegno che occorre per costruire un blog simile.

* * *

e` probabile anche che io non abbia l’autorevolezza necessaria o le capacita` per diventare un punto di attrazione di un pubblico simile; pero`, a quel che vedo non mi pare che la piattaforma pulluli, altrove, di molte presenze di questo tipo.

forse, mi sono detto, allora, questo modo di vedere le cose e` storicamente superato.

scrivo probabilmente un blog vecchio, mentre i giovani sono interessati ad altro.

* * *

e cosi`, di fatto, ultimamente, il mio blog e` diventato un progetto diverso, e sta smettendo di essere un vero e proprio blog: e` un quaderno di appunti personali, compilato in pubblico, come per cinquant’anni ne ho avuti, e restavano chiusi nei cassetti.

e` diventato, silenziosamente e a mia insaputa, un quaderno  di appunti di un vecchio, che non pare abbia molto da dire se non a se stesso.

non cosi` vecchio, tuttavia, che io non possa accorgermene, come vedete.

ma il fatto di stare qui consente loro di ricevere commenti preziosi e nuovi spunti: la cosa non e` per nulla da sottovalutare, anche se rimane fine a se stessa.

* * *

ma, insomma, se il progetto e` diverso, non sarebbe male che si trasferisse in un nuovo contenitore.

mi pare vicino il tempo per farlo.

questa specie di consuntivo serve a preparare il momento dell’addio.

d’altra parte sono anche in un’eta` nella quale e` bene cominciare a prepararsi mentalmente al distacco.

* * *

per la verita` non e` mai troppo presto per farlo, ed e` una delle cose che sappiamo fare di meno, mentre ci servirebbe di piu`.

Annunci

16 risposte a “l’ultimo 2% di blog – 257.

  1. Giuda ballerino, quasi tre giga in dieci anni? Ma quanto hai scritto? Dai, tutta la Treccani stà abbondantemente sotto il giga.
    Mi spiacerebbe davvero che chiudessi. Piuttosto aprine un altro.
    AFAICS non c’è limite al numero di blog ed ognuno ha tre giga. O mi sbaglio?
    Ridimensiona le immagini. Se sei sotto linux basta un “convert nomefile -quality 30 -size 800 altronome.jpeg” per ridurrne drasticamente la dimensione, spesso anche di decine di volte, passando da foto di 3-mb a 50-100kb senza significativa perdita di “visibilità”.

    • vorrei dirti di non impressionarti troppo, che la maggior parte dello mspazio e` occupato dai video; il blog bortoround, che carica una foto per post, al 70esimo post e` gia` al 6% dello spazio occupato e probabilmente non riuscira` neppure ad esaurire tutti i post che lo aspettano.

      ma questa risposta minimizzante effettivamente asosmiglia ad un tentativo di depistaggio: devo ammettere che mi sono accorto di avere scritto tantissimo, sia qui sia nei 24 blog diversi che ho tenuto sull’altra piattaforma prima di confluire qui (e uno era in tedesco).

      me ne accorgo quando provo a raccogliere qualcosa: l’anno scorso avevo in mente di fare un libro virtuale dei miei post di tre anni fa sul viaggio in Birmania: ne e` uscita in effetti una bozza di 500 pagine circa, ovviamente impubblicabili.

      qui dentro poi ci sono alcuni veri e propri libri virtuali, piu` o meno rifiniti, dissimulati sotto forma di post: per ricordare solo gli ultimi, la serie su Napolitano, lo studio per dimostrare il carattere di falso delle lettere paoline, lo studio sul divorzio nelle origini cristiane, ecc. eec.

      grafomane? la risposta ai posteri.

      chiunque scrive per divertimento e` un grafomane, in fondo.

      il titolo viene tolto solamente a coloro che scrivono qualcosa di inetressante a giudizio degli altri.

  2. Un caro amico l’altro giorno seguendo un mio ragionamento che nulla ha a che vedere con ciò di cui tu parli, mi ha detto “fai bene a porti quel tipo di questioni, ma trovo sia stupido cercare di rispondersi”
    Leggendo il tuo post ho pensato che potrebbe dire la stessa cosa a te.

    • quando ho visto la notifica del tuo commento, ho pensato: vediamo che cosa ha detto menteminima di geniale.

      pero` ad un borforisma simile la mia immaginazione non era arrivata.

      ovviamente te lo rubo (citandoti).

      pero` come interpretarlo? forse la risposta giusta e` che non devi rispondere tu, quanto qualcun altro per te, cosi` hai un punto di vista diverso che ti arricchisce. 😉

    • giusto, ma per quella non basta pagare la bolletta dell’Enel e anche l’abbonamento mensile alla linea telefonica?

      ha ragione Chiara: non e` assurdo dover pagare per pubblicare, quando semmai dovrebbe essere pagato chi scrive.

      tuttavia per qualche anno sull’altra piattaforma ho pagato un abbonamento e maggiore di quello di wordpress per poter essere blogger Pro e avere piu` spazio…

      ma adesso mi e` passata… 😉

      • Il computer server dove è caricato il tuo blog sta da qualche parte negli Stati Uniti. Quindi presuppongo che consumi energia lì ed abbia anche bisogno di gestione e manutenzione.

        Siccome nessuno ci obbliga a scrivere, non vedo perché qualcuno debba essere obbligato a pagarci. Ma puoi sempre creare un sito a pagamento volendo.

        • dai, avevo detto un semmai puramente paradossale.

          niente di quello che scrivo meritsa di essere pagato, anche perche` se cercassi questo, dovrei scrivere delle cose completamente diverse.

          non sono stato mai pagato per scrivere, neppure le pochissime volte che ho pubblicato qualcosa, tranne – ora me lo ricordo, alla fine degli anni Sessanta, quando scrivevo i discorsi per un deputato socialista… ahhhah.

          le spese del server penso siano bilanciate mdalle entrate pubblicitarie; naturalmente se la nostra piattaforma non riuscisse a fare profitti cosi`, mi metterei una mano del cuore, pur di continuare ad essere pubblicato.

          in effetti nella precedente piattaforma divenire Pro ti permetteva di eliminare la pubblicita` dal tuo blog.

          e allora perche` pagavo per farlo, e oggi no?

          credo che la spiegazione sia psicologica: allo0ra su quella piattaforma io vedevo la pubblicita` che girava sul mio blog e mi dava parecchio fastidio.

          qui invece non vediamo la pubblicita` che vedono i lettori e dunque ci passa sopra leggera leggera.

          forse qui la pubblicita` ha una consistenza maggiore… e dunque la piattaforma fa mke no sforzi per farsi pagare per eliminarla…

          • Mi sembra che se compri il dominio da wordpress poi si può fare richiesta per wordadds e guadagnarci qualcosa per coprire la spesa di qualche decina di euro annui per il dominio. Si può anche provare mettendoci un pulsante donazioni paypal per coprire le spese di gestione. L’ideale però sarebbe conprare host e dominio propri. Mi pare comunque che hai un numero di visite che può portarti a pareggiare i costi per il blog.

            • comincio a capire di avere bisogno di un amministratore. 🙂

              ecco una serie di questioni alle quali non ho mai minimamente pensato…

              in realta` mi pare che il costo annuale del sito proprio, con un ampliamento notevole dello spazio disponibile, sia davvero irrisorio (anche se devo risparmiare in vista del prossimo viaggio intorno al mondo…): se non sbaglio, un euro e mezzo al mese.

              ho la sensazione che dietro questa questione, posta in un certo senso da me in modo tecnico, se ne nascondano altre piu` complicate e che hanno a che fare piuttosto con certi problemi esistenziali, come accennavo in fondo.

              accettare il limite, nel blog e altrove… 🙂

                • qui ci sta qualcosa di strano.

                  viaggiavo anche prima di internet, naturalmente, e allora facevo video e foto, che poi restavano in casa, guardati al massimo due o tre volte.

                  direi che vivevo benissimo; ma poi e` arrivata internet ed e` pian piano subentrata la voglia di pubblicizzare, che oggi e` importante.

                  qui e` lo strumento possibile che ha creato un nuovo desiderio…

  3. Non so se serve. ma se vai nelle impostazioni delle immagini, c’è modo di ridimensionare la loro dimensione. Ho imparato, così dicono quelli che sanno, che 600 è la dimensione perfetta ( non chiedermi cosa che non so, ma vedrai che puoi ridimensionarle)
    Io lo sto facendo di tutte le mie immagini, perché anche per me pagare per scrivere non ci sta.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...