gli isterici a Ventimiglia – 289.

* * *

La frontiera italo-francese non è mai stata chiusa, Schengen non è mai stato sospeso.

L’unica eccezione di brevissima durata risale a ieri, per un’ora o due, sulla strada litoranea tra Ventimiglia e Mentone.

La circolazione è stata temporaneamente interrotta, su richiesta della stessa polizia italiana, nel momento in cui ha lanciato le operazioni.

La frontiera rimane aperta e chiunque abbia il diritto di circolare nello spazio Schengen può continuare a farlo liberamente.

Il controllo e il riaccompagnamento alla frontiera italiana per gli stranieri in situazione irregolare continuano sulla base degli accordi franco-italiani di Chambéry.

comunicato della prefettura francese delle Alpes-Maritimes

* * *

gli accordi di Chambery furono firmati fra Italia e Francia nel 1997, primo ministro nostro Prodi.

si istituivano sulla linea di confine due Centri di Cooperazione di Polizia di Dogana, uno a Ventimiglia, l’altro a Modane.

tra i compiti assegnati a questi centri ci sta quello di “ricondurre nel territorio dell’altro Paese persone rintracciate sul proprio territorio in posizione irregolare di cui si possa provare, attraverso una serie di elementi oggettivi, la provenienza dall’altro Stato”.

basta, ad esempio, un biglietto ferroviario.

se un clandestino si presenta alla dogana francese, la polizia di quel paese ha tutto il diritto, come è ovvio, di rimandarcelo indietro. 

tocca a noi rispedire indietro i nostri clandestini: e indietro vuol dire verso il paese di provenienza, e non furbescamente provare a scaricare la patata bollente su altri.

qualcuno spieghi come stanno e cose a Renzi e a quant’altri, per favore, compresa tutta la stampa italiana.

* * *

sembra perfino idiota dovere fare contro-informazione su queste cose.

sinceramente mi vergogno perfino un po’.

* * *

nell’ufficio di mio padre, in caserma, a Merano/Meran, negli anni Cinquanta, stava appesa incorniciata la famosa poesia di Kipling, Se, che comincia così:

Se saprai mantenere la testa quando tutti intorno a te
la perdono, e te ne fanno colpa.
Se saprai avere fiducia in te stesso quando tutti ne dubitano,
tenendo però considerazione anche del loro dubbio.
Se saprai aspettare senza stancarti di aspettare,
o, essendo calunniato, non rispondere con calunnia,
o, essendo odiato, non dare spazio all’odio,
senza tuttavia sembrare troppo buono, né parlare troppo saggio…

e finiva:

Se né i nemici né gli amici più cari potranno ferirti,
se per te ogni persona conterà, ma nessuno troppo.
Se saprai riempire ogni inesorabile minuto
dando valore ad ognuno dei sessanta secondi,
tua sarà la Terra e tutto ciò che è in essa,
e – quel che più conta – sarai un Uomo, figlio mio!

credo di non essermela ancora tolta di dosso.

Annunci

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...