la guerra civile islamica e la Resistenza contro il nazi-islamismo – 311.

* * *

si puo` provare a mantenere la testa lucida anche nell’emotivita` che nasce dei massacri odiosi, anzi insopportabili, di oggi?

(30 turisti occidentali ammazzati in una delle splendide spiagge di Sousse in Tunisia; 25 fedeli sciiti uccisi nel Kuwait, che restano in secondo piano nel sistema un poco razzista della nostra informazione; quanto ai 45 soldati africani del Burundi del contingente di pace in Somalia, morti in un attacco oggi, la notizia quasi non viene neppure data).

non lasciamo distruggere la nostra facolta` di ragionare dai terroristi: sarebbe la loro piu` grande vittoria.

* * *

in entrambi gli attentati la fazione islamista colpisce nel mondo islamico e mira a distruggere l’islam diverso da lei, per imporre a islamici che non la vogliono la sua visione fanatizzata di quella religione.

e` inutile dissertare a lungo se puo` esistere un islam moderato e provare a dimostrare di no (a meno che non si voglia proprio fare un favore agli islamisti terroristi): del resto ci provo` gia` papa Ratzinger a Ratisbona, e non ebbe grande successo.

la diversita` di letture possibili dell’islam esiste oggi nei fatti viventi, che superano ogni teoria farlocca, sia in un paese come la Tunisia, dove l’islam fanatico e` stato democraticamente sconfitto, sia in Iran e altrove, con una disseminazione di comunita` sciite o di sparuti gruppi sufi, in molti paesi arabi, che restano irriducibili alla lettura sunnita del messaggio di Mohammed.

senza ricordare paesi come l’Indonesia dove l’islam si e` strutturato in tempi piu` recenti sopra precedenti tradizioni induiste o buddiste che hanno portato ad una sua lettura molto originale e lontana dal culto della violenza.

insomma, l’islam e` plurale anche sul piano teologico per la presenza di diverse letture del Corano, che offrono differenze paragonabili a quelle che esistono nel mondo cristiano tra diverse varianti religiose e questa varieta` di interpretazioni lo adatta alle diverse culture locali.

nelle quali la propensione al fanatismo ha un peso specifico suo: penso ad esempio al Senegal islamico, ma pure tollerante.

* * *

attualmente nel mondo islamico e` sorta una lettura che e` semplicemente nazista del Corano (con l’appoggio fondamentale iniziale dell’Occidente, in particolare dell’America, per la quale Osama Bin Laden combatteva i russi alla caduta dell’impero sovietico).

questa lettura non e` l’islam, anche se pretende di esserlo: e` una sua variante interna.

anche il nazismo in Europa non era la cultura europea; eppure e` nato con qualche appoggio iniziale della chiesa cattolica in funzione anticomunista, ma sostanzialmente e` poi rimasto al di fuori del cristianesimo (anche se ci furono pesanti compromissioni).

il moderno nazismo nel mondo islamico si appoggia invece ai testi sacri di quella religione, sia per una oggettiva maggiore disponibilita` all’uso in questo senso, sia perche` la teocrazia e` l’orizzonte culturale di un mondo che non conosce la separazione della religione dalla politica, che caratterizza invece l’Occidente, anche se in un modo un poco artificiale e neppure sempre coerente.

ma la crisi globale del mondo arabo (notare bene: ho detto arabo e non islamico), il drammatico peggioramento delle condizioni di vita locali, le guerre che da decenni scovolgono quella regione hanno determinato alla fine la nascita di questo mostro politico, cosi` come la guerra civile dell’Europa cristiana, che chiamiamo prima guerra mondiale, determino` nel mondo tedesco, che era solo una parte della civilta` cristiana, quel mix fanatico di frustrazione e voglia di vendetta che genero` il nazismo.

e cosi` come anche l’Europa ha conosciuto l’orrore dei tagliatori delle teste poltiicamente avverse, che si dicevano rivoluzionari e facevano lavorare la ghigliottina: era solo due secoli fa.

* * *

e cosi` oggi il nazismo e` rinato nel mondo arabo ottant’anni dopo che era nato in Europa.

chi combatte nel mondo islamico contro gli integralisti del nazi-islamismo sono i nuovi resistenti .

ricordiamoci di essere dalla loro parte e non neghiamo loro il nostro appoggio.

* * *

il razzismo anti-islamista e` fatto di una pasta troppo simile al nazi-islamismo e oggettivamente lo appoggia.

la vera comprensione fra i popoli fara` terra bruciata attorno ai nazi-islamisti e aumentera` le loro difficolta`.

un confuso razzismo anti-islamico rischia invece di fare terra bruciata attorno ai resistenti contro il nazi-islamismo e aumentera` certamente le loro difficolta` di resistere a questa nuova offensiva della voglia di morte sotto bandiere altrettanto nere.

* * *

nello stesso tempo non ripeto considerazioni gia` svolte in passato sulla necessita` di applicare una dura legge marziale, che preveda anche la pena di morte in alcune circostanze, selettivamente, contro questi terroristi con i quali siamo in guerra e ai quali va applicata una legislazione straordinaria di guerra, sospendendo transitoriamente le garanzie costituzionali.

in quanto aderenti ad uno stato nemico, che ci ha dichiarato guerra e dal quale dobbiamo difenderci ad armi pari, non con le mani legate dietro la schiena; non in quanto islamici, ma in quanto nazisti.

173124649-e53e0e5f-3644-4447-8b9b-4dcdcd1543b0

una donna blocca uno dei terroristi a Sousse in Tunisia

Annunci

21 risposte a “la guerra civile islamica e la Resistenza contro il nazi-islamismo – 311.

  1. Amico, come fai a essere così ottimista e ingenuo alla tua età? Discorsi del genere me li aspetterei da un ventenne!

    Allora, vivo in UK in una città dove i maomettani stanno diventando la maggioranza. Ho visto come si comportano e cosa fanno quando iniziano a raggiungere la maggioranza e il potere, e quindi buttano via la maschera di tolleranza e di integrazione che hanno indossato quando erano pochi e vulnerabili. I maomettani sono merda, e i Wahabiti non sono neanche i peggiori tra loro. Il maomettano medio sarebbe felice di fare imporre la Shari’ah su tutti, anche sui non maomettani. Il maomettano sarebbe felice di ridurti a un cittadino di seconda classe e a costringerti a scegliere tra fuga all’estero, miseria (dhimmitude) e conversione forzata. Il maomettano ritiene giusto e naturale violentare una donna occidentale, dato che per lui è “bbottana” dato che gira vestita e truccata e che ha rapporti fuori dal matrimonio. Il maomettano ritiene giusto rubare a un infedele, dato che gli infedeli per lui sono esseri subumani. Se credi davvero di potere integrare creature del genere nella società umana, vuol dire che sei davvero molto ingenuo o che non le hai mai viste nel loro stato naturale.

    • be’, grazie per il complimento per quel che riguarda il ventenne.

      forse ti sfugge che chi non vede gli islamici nel loro ambiente naturale sei tu e non io: un islamico immigrato in una societa` poco accogliente come quella inglese non e` un islamico allo stato naturale.

      ho viaggiato per anni in paesi islamici: tre volte in Tunisia, tre volte in Turchia, due volte in Marocco, spesso di passaggio a Dubai, e poi in Libia, Giordania, Yemen, Egitto, Indonesia e qualche zona islamica dell’India, per non parlare del Myanmar dove la minoranza islamica e` pesantemente perseguitata dai buddisti non violenti a suon di massacri.

      credo quindi di conoscere bene la loro ospitalita`, le loro piccole ruffianerie e ho incontrato perfino musulmani molto curiosi e tolleranti che stavano ad ascoltare le mie considerazioni da ateo.

      ho molti amici islamici di varie nazionalita` e forse sono migliori gli islamici che almeno si rispettano fra loro di certi cristiani che fregano tutti senza fare differenza.

      il tuo e` un discorso accecato dal razzismo.

      espressioni come i musulmani sono merda non sono ammesse sul mio blog; se vuoi continuare la discussione cerca di assumere un tono civile.

        • no, certamente, non dipendono dal razzismo.

          come neppure gli abusi sessuali contro bambini avvenuti ad opera di deputati inglesi, oppure quelli del Belgio, in cui e` coinvolta una cricca molto potente; vogliamo poi parlare della pedofilia nella chiesa cattolica?

          ma dai, non posso credere che tu possa usare argomenti simili.

          del resto e` ovvio che la RELIGIONE islamica, come ogni altra religione sessuofobica, porti ad una doppia morale, o meglio ad una ipocrisia di massa.

          ma noi paese cattolico siamo maestri in questo al mondo intero.

          pero` mi darebbe fastidio se qualcuno dicesse che, siccome sono nato in Italia, o mio nonno e` nato in Italia, allora io personalmente sono certamente un pedofilo o un mafioso.

          • Appunto, non dipendono dal razzismo. Ci sono tante altre comunità straniere in UK, eppure l’unica ad essersi macchiata di stupro di massa e’ quella maomettana. Lo so che per un ingenuo come te l’idea di responsabilità personale e’ spaventosa, ma prova a pensarci: forse forse se hanno fatto quegli stupri e’ perché gli piaceva violentare le ragazzine infedeli e perché tale cosa e’ permessa e incoraggiata dalla loro cultura, e non per colpa della cattivissima e razzistissima società britannica? Ah, no, e’ un discorso accecato dal razzismo. Evidentemente le ragazzine si sono violentate da sole!

            PS: Quindi i maomettani ti facevano i discorsi tolleranti e facevano finta di starti a sentire? Cercati i concetti di Taquiyya e Kitman, potresti avere una brutta sorpresa.

            • quegli arabi erano davvero interessati a conoscere i miei punti di vista e, per quanto la religione islamica sia piuttosto rigida (come del resto le era quella cattolica nella quale sono stato educato io nella mia infanzia), il tasso di coloro che diventano fanatici e` minoritario anche tra loro; quindi gli interessati e i curiosi autentici ci sono anche nel’islam.

              a te sembrera` incredibile, ma un islamico e` alla fine un essere umano come un altro, anche se diversamente condizionato in alcuni comportamenti, rispetto a noi.

              mi spiace per le TUE rigidita` mentali, quasi di tipo islamico, ma avere avuto una educazione religiosa islamica non significa necessariamente diventare un fanatico.

              solo chi e fanatico a sua volta puo` pensarlo.

              e naturalmente parlo per esperienza diretta, non per elucubrazioni astratte.

              sembra che tu non sappia proprio nulla del terribile scandalo pedofilo della Camera dei Lord oppure del Belgio.

              la pedofilia, purtroppo, non ha nazione; semmai ha una certa propensione storica ad infiltrarsi nella chiesa cattolica.

  2. E’ sempre la solita storia con gli esseri umani.
    Quando un credo che esprime un reale desiderio di perfezione morale o spirituale viene pervertito da chi ci vede solo uno strumento per soggiogare il prossimo, allora chi osserva da fuori tende, inevitabilmente, a condannare chiunque abbia anche un solo punto in comune con tale credo. Fosse anche solo una comune provenienza geografica (“Sei di Teheran? Allora devi essere un terrorista islamico anche tu!”).
    E non importa quanto chi giudica sia effettivamente ignorante della cosa o persona che sta giudicando.
    Il giudizio è giustificazione di se stesso, in questo caso, come in molti altri.

    La cosa, applicata all’Italia, ha una forza decuplicata, considerando che l’Italia è un paese in cui l’ignoranza è abbondantemente foraggiata da chi controlla le notizie e, post hoc ergo propter hoc, l’opinione pubblica, questo mostro tricolore con migliaia di fauci urlanti.

      • direi proprio di sì. Purtroppo seguo da molto tempo questo deterioramento del senso critico degli italiani (in particolare, ma non esclusivamente) nei confronti della pappa precotta che viene loro propinata giorno dopo giorno

        • qui si sta facendo da anni una lotta impari per provare a raccogliere almeno qualche opinione piu` critica… 🙂

          chiunque contribuisce e` il benvenuto: il blog e` aperto e non solo nei commenti.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...