i sondaggi sul filo del rasoio – 332.

* * *

se si dovesse votare per stabilire se e` il Sole che gira attorno alla Terra o viceversa, le societa` di sondaggio ci direbbero che il risultato e` sul filo del rasoio, dato che certamente chi gli ha dato l’incarico vorrebbe una maggioranza tolemaica.

ecco che cosa sono i sondaggi: una forma particolare di prostituzione del ricercatore, che – su incarico di un committente – cerca di rafforzare la componente puttanesca dell’opinione pubblica, gia` propensa di suo al pecorile correre dove corrono tutti gli altri.

e qui i cani pastori sondaggisti sono addetti a far correre il gregge elettorale verso l’ovile.

* * *

secondo Pound – che di allucinazioni si intendeva benissimo – Dante fece davvero un viaggio all’Inferno, almeno soggettivamente e sotto forma di incubo.

e nel girone degli adulatori, ecco, Virgilio lo invita che

la faccia ben con l’occhio attinghe                   

di quella sozza e scapigliata fante 
che là si graffia con l’unghie merdose, 
e or s’accoscia e ora è in piedi stante.                       

Taide è, la puttana che rispuose 
al drudo suo quando disse “Ho io grazie 
grandi apo te?”: “Anzi maravigliose!”. 

Taide era certamente una sondaggista ante litteram dei tempi di Dante, visto che a domanda conferma al drudo suo la sua grande popolarita`.

* * *

per una settimana e perfino all’uscita dei primi exit poll ci hanno rifilato in tutte le salse per il referendum greco che i si` erano leggermente avanti oppure che il risultato era sul filo del rasoio.

oramai la cosa e` talmente puerile e smaccata che non sarebbe male proibire del tutto i sondaggi durante tutte le campagne elettorali.

oppure prenderli come un avanspettacolo comico: lo specchio dei desideri che all’incontrario va.

* * *

comunque, giusto per non fare del trionfalismo, questi sono i veri risultati del referendum greco, che troverete soltanto qui:

anche in Grecia il referendum lo hanno vinto gli astenuti, che sono il primo partito e sono stati il 39% e non il 15% come dicevano i sondaggi.

Syriza e` il secondo partito a ruota, col 37% dei voti circa.

e il si` ha preso un po` meno del 24% dei voti.

per i sondaggisti prostitute il si` era al 49-51%.

* * *

e in rete ho trovato questa frase capolavoro di mancanza di logica, ripresa acriticamente anche da un blog amico:

Confermati insomma, anzi consolidati, i risultati dei sondaggi e degli exit poll diffusi nei primissimi minuti seguenti alla chiusura delle urne, che mantenevano forchette estremamente prudenti – una previsione azzeccata solo nella municipalità di Atene.

e registriamo piuttosto le meraviglie greche di risultati elettorali che arrivano nel giro di un’ora o due.

oppure di un Consiglio di Stato (l’equivalente della nostra Corte Costituzionale) che decide della validita` del referendum in 5 giorni e non in 8 anni.

in Italia lo avrebbero prima fatto fare, poi qualche anno dopo avrebbero deciso che non era costituzionale e alla fine che comunque bisognava tenerlo per buono lo stesso.

* * *

ma, se i sondaggi sono sul filo del rasoio, usiamo il rasoio che Occam suggeriva per tutte le parole inutili, e tagliamo via il bubbone infetto dei sondaggi dalla vita politica e dall’informazione, please.

Annunci

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...