Srebenica: quegli ottomila islamici massacrati dai cristiani in Europa vent’anni fa – 334.

* * *

e` molto facile essere dei razzisti in buona fede: basta perdere la memoria!

e chi si ricorda piu` del massacro dei bosniaci di Srebrenica, 20 anni fa esatti, 11 luglio 1995?

quanti morti esattamente? ufficialmente ne sono stati contati 8.372, ma erano certamente di piu`.

* * *

8.372 musulmani, cioe` aderenti ad una religione di odio e violenza (lo disse persino un papa finito molto male, Ratzinger), massacrati in un vero e proprio genocidio da serbi ortodossi cristiani, e il cristianesimo e` chiaramente una religione di pace, invece.

che poi abbia fatto crociate, processi alle streghe e agli eretici, sterminato gli indios teorizzando che non avessero l’anima, e distrutto la civilta` africana con secoli di tratta degli schiavi, senza risparmiarsi genocidi e violenze per cosi` dire locali, non cambia il nostro giudizio di auto-assoluzione.

se gli uccisi sono altri da noi, anzi sono di coloro che qualche mente malata (oppure umanamente troppo normale) considera come nemici per propria natura, per le loro idee o per la loro nascita, noi semplicemente alziamo le spalle e facciamo finta di non vedere.

facciamo muro, stavo per dire; ma ho qui sotto la fotografia di un muro di Srebenica, e il doppiosenso diventa troppo macabro davvero.

* * *

Massacro di Srebrenica, l'Observer:

alcuni nomi delle vittime del massacro di Srebrenica (reuters)

solo a Srebenica piu` di 8mila morti. 

ma non li abbiamo classificati come musulmani, ma come bosniaci.

e gli assassini non li abbiamo considerati cristiani, ma serbi.

ecco come il razzismo contro genti comunque balcaniche e` utile a sfuggire alle proprie responsabilita`.

* * *

Il 2 marzo 2007 il Tribunale Penale Internazionale dell’Aja defini` quel massacro un genocidio, ma nello steso tempo assolse la Serbia dalle responsabilità e dunque dall’obbligo di pagare un indennizzo di guerra alla Bosnia.

Dispose l’arresto dell’ex leader politico serbo bosniaco Radovan Karadzic e del suo capo militare Ratko Mladic, ma considero` il genocidio avvenuto come una specie di genocidio di privati.

La Serbia non fu responsabile di genocidio perché “non vi sono prove di un ordine inviato esplicitamente da Belgrado” né di complicità perché non vi sono prove che “l’intenzione di commettere atto di genocidio fosse stata portata all’attenzione delle autorità di Belgrado”.

una recente inchiesta dell’Observer pero` solleva il velo su molte domande rimaste senza risposta in questi vent’anni, anche sulla base del libro Il sangue della realpolitik, il caso Srebrenica di Florence Hartman.

e conclude: Onu, Usa, Francia e Gran Bretagna permisero il genocidio.

anzi, aiuta anche a capire lo scellerato patto del silenzio che sta dietro alla stupefacente assoluzione della Serbia appena ricordata.

* * *

Srebenica era una delle zone messe sotto protezione dell’Onu nel conflitto balcanico del 1995, ma quando il 9 luglio 1995 fu attaccata dalle truppe serbo bosniache di Ratko Mladic il contingente ONU rimase stranamente inerte.

c’erano 600 caschi blu, ma erano, si disse poi, scarsamente armati e non potevano far fronte da soli, le vie di comunicazione erano scadenti; e poi, diciamo la verita`, vorrete mica che 600 soldati olandesi vadano a rischiare la vita per dei bosniaci, oltretutto islamici?

Il colonnello Karremans diede l’allarme e chiese un intervento aereo di supporto il 6 e l’8 luglio 1995, oltre ad altre due volte nel fatidico 11 luglio.

Le prime due volte il generale Nicolaï a Sarajevo rifiutò di inoltrare la richiesta al generale Janvier nel quartier generale dell’ONU a Zagabria perché le richieste non erano conformi agli accordi sulle richieste di intervento aereo.

Non si trattava ancora, infatti, di atti di guerra con battaglie a fuoco.

L’11 luglio, quando i carri armati serbi erano penetrati nella città, Nicolaï inoltrò la domanda di rinforzi a Janvier, che inizialmente rifiutò.

La seconda richiesta dell’11 luglio fu onorata ma gli aerei (F-16) che stavano già circolando da ore in attesa dell’ordine di attaccare avevano nel frattempo ricevuto ordine di tornare alle loro basi in Italia per potersi rifornire di carburante.

* * *

oggi sappiamo bene, per alcuni cablogrammi declassificati Usa, che la Cia stava assistendo quasi in diretta alla strage dai loro uffici di Vienna attraverso i satelliti e dagli aerei spia.

Tutte informazioni immediatamente condivise con gli alleati.

ma la decisione di lasciar massacrare gli islamici di Srebenica era stata presa molto in alto, e il nome io mi sento di farlo, visto che e` anche di attualita` ricordarlo: Clinton, allora presidente degli Stati Uniti.

Mentre i massacri procedevano a tutta potenza (il grosso durò dall’11 al 13 luglio) i negoziatori occidentali incontrarono sia Mladic che Misolevic senza mai sollevare con loro il ‘problema’ della carneficina in corso.

* * *

non basta che l’Onu non si fosse opposto alla conquista della citta` e al successivo massacro dei suoi abitanti maschi adulti (ma vi furono anche bambini fra le vittime).

i caschi blu olandesi, che avevano la missione di proteggere i bosniaci islamici, sotto minaccia dei serbo bosniaci ortodossi, riconsegnarono ai carnefici di Mladic anche quei musulmani che avevano cercato protezione nei loro accampamenti. 

non basta neppure: arrivarono a fornire 30 mila litri di benzina ai serbi per portar nei campi della morte i bosniaci dalle aree protette dall’Onu.

Come racconta per la prima volta il generale Onno Van der Wind del ministero della Difesa olandese, “le Nazioni Unite fornirono 30.000 litri di benzina ai serbi che li usarono per portare sui loro camion le loro prede fino ai campi dove vennero massacrati e per nascondere con i loro buldozer i cadaveri in fosse comuni”.

* * *

Realpolitk: l’Onu appoggio` il massacro in cambio di un accordo di pace firmato poi 4 mesi dopo.

La caduta di Srebrenica era parte di una politica delle tre grandi potenze, Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti e dei vertici Onu per la ricerca ad ogni costo della pace.

“Non si può affermare che le potenze occidentali, i cui negoziati portarono alla caduta di Srebrenica, fossero a conoscenza dall’entità del massacro che sarebbe seguito ma le prove dimostrano che erano a conoscenza dell’intenzione esplicita di di Mladic di ‘far scomparire completamente’ la popolazione bosniaca musulmana dall’intera regione”.

Come sapevano dell’esistenza della cosiddetta “direttiva 7” dell’esercito serbo bosniaco che ordinava “la permanente ‘rimozione’dei musulmani bosniaci dalle aree protette”

(e il termine rimozione ricorda ovviamente fin troppo bene la soluzione finale nazista del problema ebraico).

* * *

questo e` lo spessore morale di chi governo l’occidente cristiano e rinfaccia all’islam di essere una religione violenta.

e, sia detto per inciso, e` da questo contesto che viene la Clinton, candidata alla presidenza degli Stati Uniti per il Partito Democratico americano.

Annunci

4 risposte a “Srebenica: quegli ottomila islamici massacrati dai cristiani in Europa vent’anni fa – 334.

    • e` questa perdita (interessata) della memoria di cio` che non ha ferito noi che poi ci impedisce di capire le reazioni di chi invece si e` sentito colpito a sangue nella sua identita`. 😦

  1. Prova a chiedere a un italiano a caso chi sia Mladic, ti chiederà in che squadra gioca.
    È facile ricordare le vittime del nazifascismo (togliendo però rom e omosessuali), basta omettere le responsabilità di Europa e America che sono state a guardare fino a quando il problema non ha toccato direttamente i loro (Usa e Inghilterra) interessi, mentre noi italiani salviamo la faccia grazie ai Partigiani.
    Le guerre dei Balcani, da sempre dirette dall’occidente, devono restare nell’ombra, perché tanto sono slavi, a noi che importa?

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

lazonafrank

A volte commetto lo strano errore di complicarmi la vita, sostenendo tuttavia di semplificarla

firdis's Blog

The greatest WordPress.com site in all the land!

Bufale un tanto al chilo

Harder. Better. Faster. Bufaler.

Yanis Varoufakis

thoughts for the post-2008 world

Le cronache di Papa Francesco

Papisti sì, bergogliosi no!

Giuseppemerlino's Blog

ASTRONOMIA, SCIENZA, RELIGIONI, ESOTERISMO, FILOSOFIA

Those Men...

Una manciata di uomini.

ABC Economics - Ideas shape the course of history

Independent views on political economy and macro-economics

i discutibili

perpetual beta

sharkouni

The greatest WordPress.com site in all the land!

Tutto sulla Germania

Si dice che per visitare la Germania occorrono più di 10 anni...inizio questo viaggio con voi...Tra castelli fiabeschi e piccoli paesini incantati,tra vicoli romantici e insegne di birrerie,tra il divertimento e la cultura,tra l'efficienza e l'ordine di questa bellissima terra. Inizio quello che è il mio sogno...Buon Viaggio

rilievoaiaceblogliveri

dire e approfondire

zeroconsensus

Cuore, batti la battaglia!

analectaconfuciani

''Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario''

Il Bandolo del Matassa

per provare a riannodare i fili ingarbugliati della vita

pasquinoweb.wordpress.com/

"Il mondo si è riempito di mezzi di comunicazione ma abbiamo abolito tutti i luoghi di comunicazione"

existence!

Le site de Jean-Paul Galibert

Sail Sapito

Giro del mondo in catamarano

randagias

A great WordPress.com site

Il simplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come.

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

Sull'orlo di una crisi di nervi

Di eroi ne abbiamo piene le tasche, ora ci servono i santi.

O capitano! Mio capitano!...

"Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno." [Oscar Wilde]

pierluigi fagan | complessità

"Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza." (I. Kant)

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

gregorybateson

What pattern connects the crab to the lobster and the orchid to the primrose and all the four of them to me? And me to you?

sporchi banchieri

Se vi sentite offesi o siete sporchi o siete banchieri (o entrambe le cose).

Ohmarydarlingblog

Un volo di farfalle

lapianurainfiamme

SINCRONICITA'

ToxNetLab's Blog

Web, Tech e Fotografia

I tesori di Amleta

il mio mondo diverso

allegriadinubifragi

ovvero essere ironicamente seri

mondoteo

pensieri ed immagini della mia vita

Il Signore delle Stelle

Conversazioni Oltre le Nuvole

Il Pensiero del Dud

Un luogo della Mente

Wildestwoman's Blog

Una donna senza qualità.

Giuseppe Ferrari

Ricordi e appunti

New Ice Age

perché vivere la vita se basta sognarla? - QUESTO BLOG PUO` NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE DEI FANATICI DI QUALUNQUE TIPO. SE RITIENI DI POTER ESSERE OFFESO DALLA CRITICA APERTA AD OGNI TIPO DI POTERE, DI RELIGIONE O DI IDEOLOGIA DOGMATICA ASTIENITI DAL LEGGERLO, ma rispetta la liberta` di chi invece non ne ha paura, lasciando che se lo legga in pace, e se hai un Dio, vai sereno con lui, fratello.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: