bifolco e bigotto

. . .

non so proprio come mai questo mio commento su un altro blog sia finito qui (devo avere fatto qualche mossa sbagliata 😦 ), lo scopro adesso.

ma oramai che ci è arrivato, ci resta, devo solo cercare di renderlo più comprensibile.

Brugnaro è il sindaco di Venezia che ha vietato che fossero distribuiti negli asili comunali dei libri che informano i bambini all’esistenza di diverse scelte sessuali.

ci aspettiamo adesso che vengano ritirati, con le stesse motivazioni, anche i libri che parlano male della Befana.

. . .

http://giulianoguzzo.com/2015/08/18/je-suis-brugnaro/

RISPOSTE A “JE SUIS BRUGNARO”

bortocal ha detto: agosto 18, 2015 alle 08:25

io non dubito affatto che, come scritto qui sopra, le posizioni di Brugnaro “saranno pure da «bifolco e bigotto», ma sono genuino pensiero di popolo”.

mi risulta infatti che il popolo italiano sia per ampia parte appunto bifolco e bigotto, ha il piu` alto indice di analfabetismo strutturale e l’indice di abitudine alla lettura della popolazione piu` basso in Europa, solo per usare uno dei tanti indicatori pssobili (ma ci sta anche quello del numero dei laureati, per dire).

quanto al bigotto, siamo o non siamo la capitale del cattolicesimo bigotto alla Padre Pio, vero eroe nazionale?

Emanuele ha detto: agosto 18, 2015 alle 10:22

Quanto all’essere bifolchi, nessuno batte il popolo inglese. Un popolo che ben figura solo perché tutti gli standard di valutazione della cultura sono stati da loro elaborati. Ad esempio sarebbero un popolo colto perché leggono giornali: sì, ma soprattutto tabloid, ossia giornalacci che spiano ogni starnuto della famiglia reale e ogni minima tresca, mostrando tra l’altro un livello di moralismo abbastanza inquietante.

Ma se chiedi a uno studente medio inglese dove è l’Albania, ti indicherà il sud America.

Quanto poi alla bigotteria, è un termine che va correttamente tradotto. Ci vuole il dizionario italiano-laicistese. In laicistese “bigotto” vuol dire “cattolico”, dato che qualunque manifestazione di fede, specie se contro corrente, è in sé da condannare con un vocabolo che di per sé non indica niente.

Quindi il popolo italiano è un popolo cattolico? Magari lo fosse davvero. Vedremmo meno disuguaglianza e più rispetto per la vita.

bortocal ha detto: agosto 18, 2015 alle 11:14

non credo che il cattolicesimo, e a maggior ragione il cristianesimo, sia necessariamente bigotto.

ma certamente, a mio giudizio lo è la venerazione di padre Pio, così ampiamente diffusa in questo paese.

e quanto a bigotteria, molti paesi ci battono di gran lunga, evidentemente, ad esempio alcuni islamici, anche se con un bigottismo diverso.

sulla maleducazione o sull’ignoranza degli inglesi in genere non mi pronuncio, per mancanza di conoscenza diretta; saranno bifolchi o più o meno degli italiani? ecco un bel dilemma.

mi pronuncio invece sulla bifolcheria degli italiani, che purtroppo conosco benissimo, e mi pare difficile da battere, almeno nell’Europa civile, avendo potuto fare il confronto con la realtà di altri paesi.

contesto poi decisamente che cattolicesimo sia sinonimo di lotta alla disuguaglianza (affermazione dal sapore decisamente ereticale) e di rispetto per la vita (sempre che per vita non si intenda quella biologica nel’accezione datale da Woityla).

grazie comunque per la civilissima risposta.

Attilio Turcoha detto: agosto 18, 2015 alle 11:30

sarà per questo che la sinistra è al governo?

e sarà per questo che la sinistra sta cercando di imporre un modello sociale degli acculturati anglosassoni?

se l’esempio massimo della cultura è elton (il minuscolo è voluto), preferisco di granlunga l’analfabeta italiano.

bortocal ha detto: agosto 20, 2015 alle 16:31

chiedo scusa, ma non vedo il nesso.

la sinistra e` al governo, senza essere affatto maggioranza nel paese, soltanto per la scellerata ed incostituzionale legge elettorale cde Berlusconi aveva fatto per se` e che gli si e` ritorta contro…

non mi risulta neppure che la sinistra stia davvero facendo nulla per sottrarre lo stile di vita di questo apese civilmente arretrato in Europa ai condizionamenti clericali e bigotti.

Elton chi?

Andrea ha detto: agosto 18, 2015 alle 16:02

Scusa ma la tua è la classica posizione da italiano medio esterofilo, convinto che l’ erba del vicino sia sempre più verde.

E’ vero che tanti italiani son bifolchi, ma come ti è già stato fatto notare, esistono popoli ancor più bifolchi.

Idem per quanto riguarda i bigotti, non fosse altro per il fatto che non esiste solo l’ Europa dell’ ovest ma anche quella dell’ est, per non parlare del resto del mondo, che è ben peggiore dell’ Italia.

ps: questi discorsi son comuni tra moltissimi italiani, specie se di sesso maschile, anche per quanto riguarda la questione della corruzione.

Ora, che l’ Italia sia un Paese corrotto è fuori discussione, ma come è vero che ce ne sono di meno corrotti (Danimarca, Nuova Zelanda e Finlandia su tutti), è altrettanto vero che la gran parte dei paesi del pianeta Terra è ancor più corrotta: Somalia e Corea del Nord su tutti; ma si potrebbe citare anche l’Afghanistan, la Libia, nonché una caterva di paesi asiatici e sudamericani.

Ah, dimenticavo: pure una caterva di paesi africani.

In confronto l’ Italia è un paradiso.

bortocal ha detto: agosto 20, 2015 alle 16:27

ovviamente ognuno ha il diritto di scegliersi i termini di paragone che preferisce: se a te va bene l’Africa, per dire che noi siamo meglio, buon per te.

io comunque specificherei meglio perche` magari va a finire che troviamo anche qualche paese africano piu` civile di noi.

e personalmente preferisco cercare di assomigliare a chi e` meno corrotto di noi che consolarmi guardando a chi sta peggio.

io non sono il tipico italiano esterofilo, sono una persona che ha vissuto e lavorato all’estero per alcuni anni e dunque parlo a ragion veduta; guarda caso, non ho ancora trovato UNA SOLA persona che abbia condiviso questa esperienza, nel paese in cui sono stato io o in altri del mondo civile, e che non condivida i miei giudizi.

guarda caso questi giudizi sono invece sempre rifiutati da chi non ha mai messo il naso fuori dall’Italia o al massimo per andare in qualche centro vacanze…

si chiamano contemplatori del proprio ombelico e guai a chi cerca di togliergli il paraocchi. 🙂

Annunci

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...