la scorciatoia del giudizio.

. . .

la scorciatoia del giudizio si chiama linguaggio.

mai giudicare le persone da come parlano o da quel che dicono, ma soltanto da quello che fanno.

. . .

e` la difficolta` di osservazione dei comportamenti che ci induce a giudicare invece le parole.

ma e` come voler giudicare il mondo dalla televisione.

. . .

e` per questo che le relazioni in rete sono bacate: qui la gente si presenta soltanto per come parla, non per come fa.

. . .

cominci a conoscere la gente davvero solo quando arrivi alla sua vita reale.

attraversando la nebbia delle parole.

Annunci

24 risposte a “la scorciatoia del giudizio.

  1. Eh, caro il mio bortocal, parole sante. Parole sante. Letteralmente. E paradossalmente più che evangeliche, paoline.
    A questo punto confesso di non aver ancora letto la tua serie sull’argomento, ma da queste poche parole si capisce che alcuni concetti – forse i più importanti – ti sono entrati nell’animo. Mi auguro che tu sia riuscito a trasmetterli a qualche tuo studente.
    A proposito, cosa insegnavi?

    • aspetta aspetta: su evangeliche ancora ancora mi ritrovo (indegnamente, eh): non chi dice Signore Signore, ecc.

      ma sullo specificamente paoline no, mi muovo a tentoni (considerando anche la mia antipatia per la relativa teologia…).

      la mia serie sull’argomento, come la chiami tu, e` una palla mostruosa, del tutto disallineata rispetto agli studi correnti; credo che puoi anche trascurarla, o vederla come una stranezza di uno che si e` laureato in lettere classiche, che ha lasciato perdere il posto di assistente in Filosofia Antica alla Statale di Milano per insegnare nella sua preistoria alle superiori dai 19 (sic!) ai 37 anni e poi e` diventato preside per concorso, e poi si sfoga sui blog.

      sui miei studenti non so: ne ho uno al Senato e uno alla Camera, ma non credo certo per merito mio… :).

    • alla prima domanda rispondo certamente di no: non direi mai che è l’azione che ci rende autentici; nel mondo dei fatti possiamo essere molto meno autentici che in quello delle parole, perché le parole ci appartengono più dei fatti.

      nel mondo delle azioni siamo più veri, piuttosto, ma forse anche per questo meno autentici, meno padroni di noi stessi.

      che è come dire, me ne rendo conto rileggendo, che l’autenticità è ben poco realistica.

      come avviene il giudizio non lo so bene.

      il giudizio su quanto ci circonda mi pare una forma di generalizzazione dell’esperienza, sulla quale si sovrappone la valutazione morale del nostro super-io, con i suoi concetti di lecito oppure no.

      insomma, forse in noi convivono due livelli di giudizio: quello immediato, che condividiamo anche con gli animali, in forme un poco più complesse delle loro, e il giudizio morale, che invece è tipicamente nostro.

      esempio forse inopportuno: scimpanzé e bonobo fanno sesso in pubblico, gli esseri umani fino a poco tempo fa no. 😦

  2. Pingback: squarcidisilenzio·

  3. Le parole sono anche fatti, in certi casi. E poi ci sono persone le cui parole sono affidabili, altre no. In linea di massima sono d’ accordo, ma tenendo presente questo: che non puoi del tutto separare linguaggio e fatti.

    • d’accordo anche io con te.

      e` l’affidabilita` delle parole il ponte che congiunge le parole ai fatti.

      ma le parole sono affidabili quando corrispondono ai fatti, appunto.

        • qui mi hai letto nel pensiero.

          molte parole sono già dei fatti in se stesse, volevo dirlo, ma poi ho rinunciato perché di solito appesantisco già troppo le risposte.

          e pensando a quali sono e parole che diventano fatti di per se stesse,, mi dicevo che sono soprattutto quelle che vengono comunicate e non restano nella mente di che le pensa.

  4. E mi viene da dirti che la stessa persona talvolta ha differenti comportamenti quando scrive da quando parla. Quando parla da quando agisce.
    La parola, soprattutto se solo scritta, permetti agi che le azioni non danno.

    • ecco la versione positiva e ottimista della mia stessa osservazione!

      possiamo essere d’accordo che la parola ci permette di essere migliori (a parole, appunto) di quel che davvero siamo? 😉

        • perfetto, direi. 😦

          aggiungerei soltanto che a volte la cosa viene fatta con cinica e abituale lucidita`, a volte invece chi si scopre peggiore nella realta` dei comportamenti che nel sogno delle parole puo` anche restarci male.

          a volte infine e` a durezza della realta` che non ci consente di essere all’altezza delle nostre parole.

          • e io aggiungo che stiamo parlando di chi le parole le sa usare.
            Io stavo proprio pensando alla tua prima categoria alla quale appunto vanno aggiunte altre mille categorie di parole, positive e presenti, non maschere, ma aggiunte preziose alla vita in cui si agisce 🙂

                • l’ho appena visto, grazie della citazione :), e passo a commentarlo, perché l’organizzazione in un solo discorso compatto delle osservazioni già regalate qui in modo sparso dà loro un significato più netto.

                • mi appunto anche qui, per promemoria mia, il commento al tuo post GLI AGI DELLE PAROLE https://squarcidisilenzio.wordpress.com/2015/08/24/6700/

                  bortocal ha detto: agosto 24, 2015 alle 22:58

                  grazie della citazione, prima di tutto.

                  ho soltanto un dubbio, fermo restando che entrambi vediamo la scissione fra parole e azioni, anche nel web: le parole sono la nostra maschere, oppure la nostra maschera sono le nostre azioni?

                  siamo più veramente noi stessi quando agiamo, oppure quando usiamo le parole per dare voce ai nostri sogni?

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...