Beethoven in stazione: la mia #rassegnastampa del 6 settembre 2015 – 423.

. . .

1. notizie da leggere effettivamente per essere informati:

(in prima posizione nella rassegna stampa di oggi, per la loro importanza straordinaria)

1. 1 l’accoglienza della Germania e dell’Austria democratiche ai profughi arrivati attraverso i Balcani.

semplicemente grandioso.

e restera` nell’immaginario collettivo l’immagine visiva di una Germania solidale che cancella agli occhi del mondo il ricordo della Germania nazista del secolo scorso, recuperando se stessa e gli aspetti positivi della propria storia, e svelando il significato etico del rigore tedesco all’Europa.

Europa che appare oggi la terra promessa ai disperati, come era nel secolo scorso l’America ai nostri migranti.

un’Angela Merkel paladina dei profughi, che sputtana con un gesto politico geniale la miseria morale di chi in Italia ne ha fatto caricatura, strazio e oggetto di odio livido.

non staro` a dire che non e` tutto oro quello che luccica, non oggi.

oggi e` il giorno dell’Inno alla gioia di Schiller e della Nona Sinfonia di Beethoven:

Gioia, bella scintilla divina, (…)
le tue meraviglie uniscono di nuovo
quel che le convenzioni rigidamente separano. (…)

Abbracciatevi, milioni!
Questo bacio al mondo intero!
Fratelli (…)

486997370-k7UD-U43110734860652YOD-656x492@Corriere-Web-Nazionale

foto del Corriere della Sera

. . .

2. puttanate del giorno da non leggere assolutamente:

2.1  l’articolo di lode ad Orban,  sul blog di Beppe Grillo:

si` proprio di lode del primo ministro ungherese costruttore della barriera di filo spinato anti-profughi,.

o, se proprio si vuole leggerlo, farlo attraverso l’analisi di bortocal, in giornata su questo blog.

.

2.2 un articolo delirio di Repubblica sui sondaggi in Inghilterra sui profughi, che riesce a dire contemporaneamente che il 36% degli intervistati vorrebbe accogliere più profughi, il 14% è contrario, ed il 24% vorrebbe lasciare le cose come stanno, e che il 29% non vorrebbe che neanche un profugo siriano fosse accolto, il 15% ne accetterebbe 10.000 ed il 12% 3.000.

secondo lo stesso articolo, scritto evidentemente da un giornalista renziano, il 29% sarebbe la maggioranza.

mentre Cameron rifiuta il piano dell’Unione Europea e si dice disposto ad accoglierne soltanto 15.000.

da europeo dico: rifondiamo l’Europa escludendo i paesi razzisti.

mi spiace solo che di questa Europa, in quanto italiano, non saro` membro.

.

2.3 gli articoli della stampa di destra sulla Cina che minaccia la terza guerra mondiale.

sono informazioni semplicemente FALSE, propalate da chi questa guerra alla Cina la vorrebbe veramente.

scusate se ripeto, per chi se lo fosse fatto scappare, un pezzetto di post mio del 3 settembre:

La Cina ridurrà di ulteriori 300mila soldati l’Esercito di liberazione popolare.

Lo ha annunciato oggi il presidente Xi Jinping, inaugurando a Pechino la parata militare indetta per celebrare il 70/mo anniversario della fine della Seconda guerra mondiale.

La Cina “per quanto forte diventi” non “cercherà mai l’egemonia” sugli altri Paesi, ha aggiunto Xi.

.

2.4 il ministro della giustizia, Orlando, che annuncia al festival dell’Unita` sanzioni di carattere patrimoniale in alternativa al carcere.

confische di patrimoni, al posto dei mesi di carcere, e perfino la confisca per sproporzione: “ti confisco il patrimonio quando non sai dimostrare come lo hai accumulato”.

finalmente! mi verrebbe da dire: la mossa giusta contro l’economia criminale fatta anche di persone in apparenza assolutamente rispettabili.

e penso ai due rispettabilissimi bresciani, gestori di una pizzerie, ammazzati il mese scorso: la stampa ha dato grande rilievo al fatto che gli assassini erano immigrati, ma ha trascurato che la famigliola aveva in casa letteralmente nel materasso 800.000 euro in contanti di origine sconosciuta.

idea giustissima e rivoluzionaria, quella del nostro ministro della giustizia, ma aspettiamo a leggerla che diventi realta`.

. . .

3. notizie veramente importanti date dalla stampa italiana controvoglia:

anzi, in questo caso non data per nulla.

3. 1.  qualcuno si e` accorto che alle ultime elezioni vi era uno schieramento politico, quello di Berlusconi, che proponeva il taglio delle tasse sulla casa, e un altro, quello che voleva Bersani capo del governo, che era contrario e che ha vinto le elezioni, anche se per una legge elettorale truffaldina?

e allora, come mai abbiamo un presidente del consiglio, del partito di Bersani, che sta realizzando il programma politico di Berlusconi?

e siamo sicuri che i suoi elettori siano contenti?

non mi pare una domanda difficile da fare, se la stampa volesse farla.

. . .

4. articoli che consiglio:

4.1 l’articolo di Scalfari su Repubblica di oggi per un punto:

Cameron (…) ha ricordato che la Gran Bretagna accoglie più immigrati di qualunque altro Paese europeo e forse mondiale.

Quella affermazione è vera e non è vera.

Gran parte di quelli che oggi Cameron definisce immigrati sono cittadini britannici da quando sono nati nei loro Paesi di origine, che non erano più colonie, ma membri dei Commonwealth con tutti i diritti che quello ” status” gli aveva concesso, tra i quali la cittadinanza.

Alla fine del colonialismo molti di quelli (indiani soprattutto) si trasferirono in Gran Bretagna.

Sono immigrati? No, non lo sono.

perfetto: ma ci fosse qualcuno che ricorda che l’ondata migratoria di massa e` iscritta nel nostro caotico futuro da due fattori concomitanti: la crescita della popolazione mondiale, alimentata anche dalla scellerata politica contraria al controllo delle nascite della maggior parte delle religioni e di quella cattolica in particolare, e l’effetto serra che inaridisce e desertifica vaste parti del mondo, a partire dai tropici, che stanno diventando inabitabili.

purtroppo e` molto piu` trendy diffondere ottimismo di fronte al baratro e parlare di bonificare le terre d’origine…

. . .

5. e per farsi due risate finali:

5.1. Zegna in Giappone: chi ha paura del vestito nero?

pubblicato dal Corriere sotto l’occhiello Crescita.

crescita: riescono ancora a fare passare l’incubo per una speranza, questi manipolatori delle menti.

15 risposte a “Beethoven in stazione: la mia #rassegnastampa del 6 settembre 2015 – 423.

  1. Bravo borto. Anche io trovo straordinario e da libri di scuola l accoglienza dei profughi in Germania con gli applausi . Sicuro che c’è. Un secondo fine. Aspetto di saperlo da te

    • 🙂

      e grazie! grazie davvero.🙂

      qualche lettura del fenomeno ce l’ho, pero` ci devo pensare ancora bene perche` vorrei dirla soltanto quando mi sento un poco piu` sicuro della mia analisi.

        • no, non solo.

          anche un calcolo razionale sulla crisi demografica tedesca.

          timidamente vedo comparire proprio in queste ore queste considerazioni anche in Italia s parte della nostra stampa, ma in Germania sono parte dell’informazione informata quotidiana.

          http://www.repubblica.it/economia/2015/09/08/news/lavorano_e_fanno_figli_cosi_i_migranti_finanziano_l_europa-122423704/?ref=HREC1-3

          e` incredibile il livello di ignoranza pura, accuratamente alimentata, che avvelena la nostra opinione pubblica.

          all’Europa i migranti servono, la migrazione e` sempre stata una risorsa storicamente per gli stati che l’hanno ricevuta.

          ieri ho letto, ma purtroppo non ho salvato, l’intervista di un gorsso industriale tedesco che diceva che in generale i migranti sono piu` motivati come lavoratori e lui preferisce loro.

          da noi si dimentica istantaneamente l’appello al merito, che funziona soltanto quando pensi che il meritevole sei tu, per accodarsi alle accuse idiote della Le Pen allo schiavismo tedesco.

          • si condivido. saggio, come sempre… è che la nostra distorta visione italiana dove la gente, non tutta, pensa “cosa vengono qui… neppire noi abbiamo il lavoro” – pochezza intellettuale – rende difficile pensare che qualcuno in europa ne abbia bisogno. qui in Italia, servono a chi sfrutta il lavoro nero… altroche se servono…

            • e cosi` in Italia raccogliamo l’immigrazione meno qualificata, mentre in Germania si recano volentieri ingegneri e altri laureati.

              poi noi ce la pigliamo con l’immigrazione che noi stessi generiamo.

                • dovrei farti un discorso complesso e non so se e` il caso.

                  sintetizzando al massimo, per capire la Merkel, occorre capire il modo di pensare tedesco, che e` molto diverso dal nostro.

                  i tedeschi non sono degli improvvisatori pasticcioni come noi; procedono con metodo ed organizzazione.

                  di fronte al fatto che non riuscivano a fornire assistenza adeguata, hanno fermato provvisoriamente l’accoglienza e si stanno organizzando per riaprirla al piu` presto.

                  lo faranno quando potranno fornirne una decente, e stanno sgobbando per arrivarci.

                  inutile ascoltare i media italiani, credimi; e` un mare di menzogne, soprattutto poi quando si tratta di dare addosso alla Merkel: figurarsi una donna leader, vista dai media italiani.

                  li abbiamo gia` visti all’opera con la Fornero, la Kyenge, la Bindi…

                    • carissima, il finale da horror, ma horror sul serio, non mi pare affatto da escludere, ma in uno scenario piu` vasto.

                      siamo di fronte probabilmente non piu` ad una normale migrazione di gruppi, come quelle degli anni passati, ma ad un vero e proprio tentativo di migrazione di popoli interi o quasi.

                      e sulle sfondo delle guerre folli alimentate dall’Occidente riconosco anche, come un numero crescente di voci di esperi sottolinea, l’inizio della catastrofe climatica, che potrebbe travolgerci completamente.

                      la migrazione dei popoli e` lo scenario della fine dell’impero romano, che non riusci` a fermarla con i suoi muri di allora.

                      sinceramente mi domando quanto a lungo la situazione potra` restare in ambito pacifico: gia` sta debordando.

                      ma sono un po’ catastrrofista, per carattere, lo sai.

                      ma la dimensione di questa fuga di massa potrebbe travolgere ogni disponibilita` soggettiva alla solidarieta` e lasciare lo spazio alle armi.

                      chi aggredisce i migranti non pensa che potrebbero arrivare armati?

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...