IRPEF, TASI e avvocati: rassegna stampa dell’11 settembre 2015 – 433.

. . .

oggi la rassegna stampa la fa anche Francesco Vitellini, che ieri mi ha mandato questo commento:

Ti consiglio anche questo spunto per una riflessione

Architetti e avvocati, futuro in crisi da sovraffollamento

bortocal:

ma gli architetti sono in eccesso in Italia piu` o meno da quando sono bambino io!

e quanto agli avvocati, meno male che qualcuno comincia a preoccuparsi: il loro numero e` una vera tragedia nazionale.

la cosa tragica e che trovano lavoro comunque in un paese che, anche grazie a loro e all’esigenza di farli vivere, e` la patria mondiale della cavillosita`, spacciata per diritto e giustizia.

comunque accantono l’argomento per la rassegna stampa di domani.

sarebbe bello se ci fossero altri lettori che fanno come te! e mi segnalano gli argomenti utili.

un abbraccio.

Francesco Vitellini 

in fondo se non ci aiutiamo tra di noi a che serviamo? 🙂

bortocal 

la domanda e` di grande peso, ma la tua risposta credo che sia l’unica possibile.

(anche se concettualmente rimanda ad una specie di catena di sant’Antonio in cui ciascuno, non riuscendo a giustificare la propria vita, giustifica almeno quella di un altro, che lo aiuta…).

sempre che ci si ponga il problema di essere utili, evidentemente.

perche` i moltissimi che non si fanno la domanda, non hanno bisogno neppure della risposta…

. . .

ecco, sarebbe molto bello che anche altri partecipassero a questa riflessione rapida sulle notizie del giorno.

avanti il prossimo!🙂

. . .

io aggiungo solo un’altra notizia trascurata di oggi, prendendola dal Corriere:

Spunta il rincaro della tassa sui turisti

Il governo studia una stretta sulla tassa di soggiorno, l’imposta che paga chi dorme in hotel.

Aumentare le tasse soprattutto a chi non vota in Italia, e cioè i turisti stranieri.

Un aumento del tetto massimo – oggi fissato a 5 euro per notte a persona, con l’eccezione di Roma che arriva fino a 7?

Già oggi la nostra tassa di soggiorno è molto pesante. A Parigi, solo per fare un esempio, non si va oltre un euro e 50 per notte.

Negli ultimi mesi sono in aumento i casi di «evasione» della tassa di soggiorno. In hotel l’imposta si paga separatamente dal conto. E se il cliente non la vuole saldare l’albergatore non lo può obbligare.

L’idea è recuperare i soldi evasi dai turisti direttamente dall’hotel.

. . .

della serie: come finire di far colare a picco anche il turismo, gia` in crisi in Italia per i prezzi folli.

l’idea e` quella di aumentare le tasse agli stranieri: dopotutto la promessa di Renzi, come prima di Berlusconi, era di diminuire le tasse agli italiani.

Berlusconi faceva cassa con una tassazione folle dei permessi di soggiorno, ma ora una Corte Europea ci ha condannato: Renzi tassa i turisti, indifferente alla legge economica che dice che se i costi per i turisti aumentano, questi diminuiscono, perche` si spostano da un’altra parte (come del resto sta avvenendo da anni che vedono l’irresistibile declino del turismo in Italia).

In ogni caso la stretta non servirebbe a compensare i sindaci dai soldi che l’anno prossimo non avranno più da Imu e Tasi sulla prima casa, che il governo ha promesso di abolire. I due piatti sulla bilancia sono troppo diversi.

Se la tassa di soggiorno vale 270 milioni di euro, Imu e e Tasi valgono 3,5 miliardi.

Pareggiare i conti significherebbe moltiplicare la tassa di soggiorno più di dieci volte.

. . .

ma la vera notizia grande che sta dietro alla notizia piccola e` che Renzi un’idea precisa di dove andare a prendere i soldi che servono per la sua regalia ai ricchi non ce l’ha ancora.

ha promesso di togliere l’IMU sulle case di lusso (per rilanciare i consumi, dice lui, ma i ricchi che hanno case di lusso non consumano gia`?), gabellando questo suo nuovo favore ai ricchi per una riduzione delle tasse al popolo.

ma io mi domando e dico: se si pensa di eliminare le tasse sulla casa, perche` non comincia dalla follia tutta italiana di considerare un reddito la proprieta` della casa dove si abita?

come se uno non se la fosse comperata usando il suo reddito, che ha accantonato, ma la casa fosse un reddito diverso e a parte, un reddito in piu` che gli entra ogni anno.

e` l’IRPEF sulla casa che si deve eliminare, per tutti, non l’IMU sulle case dei ricchi!

. . .

la TASI, poi! la Tassa Sui Servizi Indivisibili.

e` il contributo dei proprietari di case alle spese comunali come manutenzione delle strade o illuminazione pubblica.

eliminarla significa far pagare questi servizi anche agli altri, cioe` a chi non ha una casa di proprieta`.

in poche parole la manutenzione delle strade finisce col pagarla l’inquilino, con la tassazione generale, e non il proprietario.

Robin Hood alla rovescia.

e se guardate il mio avatar, potete immaginare come mi si sono girate, giusto per restare in argomento!

far pagare la tassa generale sul reddito perche` possiedi la casa dove abiti, ma poi dare al proprietario la pulizia delle strade e la luce stradale gratis, perché tanto a pagano tutti, anche quelli che non hanno una casa propria.

non c’e` nessuna logica in questa follia!

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...