fuori da questo blog i collaborazionisti – 515.

. . .

non fosse bastata l’intervista estiva ai Casamonica, ora viene la trasformazione dell’assassino Sicignano in eroe nazionale.

la mostruosita`, degna di un nazismo virtuale totalmente fuori controllo, e` diventata normalita` e non suscita neppure reazioni nei borghesi pissoli piccoli che costituiscono la base di ogni nazismo.

a questo punto, occorre dirlo forte e chiaro e senza paura del ridicolo che colpisce chi ci vede nel paese dei ciechi: chiunque guarda ancora la televisione in Italia e` un criminale, in quanto succube e complice dei poteri mafiosi che stanno distruggendo il nostro paese e la nostra civilta`, anche attraverso questo strumento.

chiunque non si disfa del suo televisore e non rifiuta di pagare il canone e` un collaborazionista.

a mali estremi, estremi rimedi: chissa` di che cos’altro c’e` bisogno per rendersi conto che i mali sono estremi.

. . .

non meravigliatevi se da oggi i commenti su questo blog saranno riservati solamente a chi dichiara di non guardare la televisione di stato e a chi aderisce ad una azione nazionale di boicottaggio della televisione immonda di uno stato immondo.

il dialogo con i collaborazionisti non mi interessa e, semmai, preferisco il perfetto silenzio.

4 risposte a “fuori da questo blog i collaborazionisti – 515.

  1. Condivido.
    Fermo restando che al di là di tutto si dovrebbe utilizzare il proprio cervello che non è un optional.
    A quando l’introduzione della pena di morte?
    Ma non si era contrari alla fabbricazione e uso delle armi?

    • qualcuno lavora consapevolmente per cancellare civilta` e cultura dal nostro orizzonte.

      che lo faccia imponendo di finanziare con una tassa il suo sporco lavoro, questo lo trovo davvero intollerabile.

  2. sono 15 anni che non ho tv, ma non è che l’informazione online o dai giornali sia migliore. D’altronde se in pochissimi fanno attenzione alle fonti delle notizie vuol dire che solo a questi pochissimi interessa la veridicità delle stesse. sì è triste

    • si`, ma qui adesso occorre, secondo me, trasformare un fuga sparsa dall’immondizia televisiva italiana, in un’azione coordinata, pubblica e trasparente di boicottaggio e dosobbedienza civile.

      anche gli altri media partecipano al degrado generale, questo e` vero, ma si tratta poi pur sempre di media privati.

      quello che e` assolutamente intollerabile e` dovere pagare una tassa per un servizio che si autodefinisce pubblico e che lavora per il degrado della nostra vita civile, cioe` per la distruzione del capitale umano, come dicevo nel post precedente.

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...