montagne russe in Myanmar. – 504

10 ottobre 2012 mercoledì  02:58 

.

questo non breve filmato, invece, finito il montaggio, è una specie di lieta sorpresa per me.

intanto lo chiamo filmato, perché, a differenza di molti altri, che infatti chiamo piuttosto montaggi video, ha una base assolutamente prevalente di riprese: dentro ci stanno in tutto forse meno di 10 fotografie, che servono più che altro ad inframmezzare le scene in movimento.

il ricordo che ho di quelle lunghe ore nelle quali ho predisposto il materiale, che qui è stato allineato attraverso un montaggio molto semplice di puro affiancamento quasi sempre semplicemente cronologico, è di me che mi annoio terribilmente sui tornanti di una strada di montagna ampiamente in rifacimento, e dove non ci sono i lavori ci sono tratti di buche paurose, quelle tipiche dei paesi a clima monsonico, dove le piogge annuali violente rendono una fatica di Sisifo e una battaglia continuamente persa quella per mantenere le strade in ordine.

e dunque affacciandomi dal pick-up o camioncino, altrettanto dissestato delle buche che percorre, sballonzolato in modo incredibile, riprendo i paesaggi, le svolte, il fiume che a tratti sembra infossato come in una gola marocchina, i gruppi di capanne di foglie di bambù strettamente intrecciate, le scene della gente che si lava ad un rusticissima e povera fontana, e sono anche gli autisti che cercano di togliersi di dosso (stavo per scrivere “di sozzo” ;)) la polvere irrespirabile che ti penetra nella pelle e negli abiti.

bene, sorpresa: di tutto questo non mi ero pienamente reso conto: riguardando il video mi accorgo ora di avere passato delle ore su una macchina da lunapark lunga chilometri nelle vallate che portano al lago d’Innle, al centro di una regione abitata da una nuova minoranza etnica, quella degli shan dell’est del paese, che compare improvvisamente nel video nell’abbigliamento tradizionale di due ragazze incrociate rapidamente lungo la strada in cui camminano tenendosi per mano con un tipico e nuovo copricapo azzurro, nuovo per noi naturalmente, che finora eravamo abituati piuttosto al cappello conico di paglia intrecciata dei birmani.

le oscillazioni della videocamera erano talmente violente, che – come in qualche altro caso – ho utilizzato lo strumento della stabilizzazione del video offerto da You Tube: ma qui per la forza del tremolio delle riprese di base ne sono usciti a volte risultati del tutto surreali, che ho lasciato, anche se non li ho cercati consapevolmente, perché rendono l’idea di una realtà mutevole, onirica, quasi da incubo, che si deforma sotto gli occhi dell’osservatore come se fosse un orologio di Dalì.

non mi ero contro di avere passato tante ore in una specie di divertenti montagne russe; e soprattutto non mi ero reso conto che nel lunapark casereccio rappresentato dal rugginoso pick-up non c’erano misure di sicurezza e che correndo alla disperata sui cigli di quei burroni si sfidava la morte senza neppure accorgersene, semplicemente annoiati.

fino all’approdo finale alla deliziosa Guest House di Nyaungshwe, la cittadina base delle escursioni al lago d’Innle che saranno l’oggetto dei prossimi video, e che accoglie, come un ritorno alla casa sicura della stabilità delle cose, attraverso il sorriso amichevole di due bambine, figlie dei gestori.

con tutto questo non oso augurarvi buona visione, perché può essere che questo quarto d’ora scarso di vita sul pick-up possa suscitare solo il mio entusiasmo e avere interesse soltanto per me.

3 risposte a “montagne russe in Myanmar. – 504

  1. noto che i tuoi resoconti di viaggio sono quasi tutti privi di commenti.

    mi fai venire in mente che tantissimi lustri or sono dopo il primo soggiorno in giappone sono tornato carico di entusiasmo e di diappositive molto belle..!

    una sera dopo aver organizzato una bella cena a 3 coppie di amici,incoraggiato anche dalle loro domande sul pianeta giappone,ho proiettato le immagini piu’ significative……!
    dopo 10 minuti ho interrotto tutto perche’ gli sguardi erano francamente annoiati tranne enzo che addirittura si era appisolato.

    da tanti anni viaggio senza camera o macchina fotografica.
    quel che vedo anche di bellissimo lo conservo solo per me perche’ ha valore solo per me..!!

    • beh, però arriva qualche mi piace, perfino sui montaggi video in You Tube e qua e là si sviluppa anche qualche sorprendente discussione.

      del resto invece i resoconti di viaggio veri e propri hanno suscitato commenti anche molto vivi, sopratutto sull’altra piattaforma, che era un poco più ruspante e meno fighetta di wordpress, prima di entrare in una crisi distruttiva.

      addirittura nel mio primo viaggio in Cina, per aggirare la censura che impediva di scrivere un blog da lì, mandavo delle mail ad una indimenticabile amica di blog, firdis, che si prendeva la briga di ripubblicarle sotto forma di post in un blog appositamente creato, bortocina…

      no, non posso lamentarmi della compartecipazione dei blogger ai miei viaggi…

      del resto, quando avrò finito i miei montaggi video è possibile che ne presenti una selezione in una serata nella mia città, mi è stato chiesto da gente curiosa, che probabilmente se ne pentirà anche.

      il bello del blog è che non obbliga nessuno, e rimane il fatto che io mi diverto moltissimo a farli, motivo più che sufficiente per continuare.

      quanto a rendere davvero le emozioni di un viaggio ad altri è difficilissimo, ma anche per un motivo non secondario: che alla maggior parte delle persone viaggiare non piace affatto.

      io invece mi diverto moltissimo con i blog di viaggio altrui, sono abbonato a diversi, e mi pare sempre che ci sia troppo poca scrittura di viaggi in giro per i blog. 🙂

      secondo me tu hai fatto male a rassegnarti così presto, e sappi che se cambiassi idea avresti sempre un lettore almeno garantito: me. 🙂

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...