Grillo, i marò e l’immigrazione clandestina: demenza pura – 37.

questo blog non parte dall’idea di fare la guerra a Grillo né da quella di appoggiarlo.

decide di volta in volta e si conserva una grande libertà di pensiero.

se le volte in cui il mio libero pensiero si volge a critica diventano sempre più numerose, non è colpa mia.

* * *

oggi il blog di Grillo pubblica un intervento sulla faccenda dei marò che giudico penoso.

è uno dei tanti esempi che impediscono di pensare di potere votare Grillo, anche se su molte faccende ha ragione.

e anche se il tentativo in corso di ri-dimensionarlo nel prossimo parlamento mi vede decisamente contrario, comunque, per il rispetto che si deve alla democrazia come valore non legato al momento contingente.

ri-copio integralmente l’articolo del blog di Grillo, che è molto breve: il titolo è Il M5S va in India dai marò

* * *

“Adesso basta!! Sono passati 21 mesi e per i due marò italiani detenuti-sequestrati in India nulla è cambiato.

alè, detenuti-sequestrati: per il banale motivo di avere ammazzato a sangue più o meno freddo, ma certamente senza provocazione, due pescatori indiani nel corso di un pattugliamento militare armato ai limiti delle acque territoriali indiane!

con questo Grillo si accoda alla campagna di stupido nazionalismo sulla faccenda, che sta rovinando l’immagine internazionale dell’Italia.

io qui potrei anche smettere di leggere, per il disgusto che mi danno tutti coloro che negano le verità dei fatti, ma vado avanti per chiudere il discorso.

* * *

Dopo mille promesse, tutte disattese, M5S andrà direttamente in India a conoscere i fatti, così come per il “caso Shalabayeva”.

il metodo galileiano finalmente trionfa!

il Movimento 5 Stelle non è in grado di conoscere i fatti come facciamo tutti, leggendo e documentandoci da casa?

sono stati scritti libri sull’argomento, ci sono centinaia di post e comunicati in rete. 

no, manda in missione i suoi parlamentari (a spese di chi? per riprendere gli argomenti beceri di certa sua propaganda), perché evidentemente i suoi deputati non sono in grado di leggere.

e poi, arrivati a Kochin tra qualche giorno (come farò io il mese prossimo, ma con altri scopi), come pensano di conoscerli, i fatti?

immaginano che i giudici indiani metteranno a loro dipsoizione le prove o gli atti delle indagini preliminari?

ridicoli individui.

loro non sanno, però vanno, si informano e torneranno con la verità: aspettate, popolo bue.

* * *

Il nostro viaggio in Kazakistan è stato fondamentale, tanto che Alma è venuta a ringraziarci personalmente una volta rientrata in Italia.

Il governo invece ancora tentenna sui due Marò, il M5S lo sfida e prepara la partenza per Nuova Delhi prevista per il 20 gennaio.

il governo tentenna…, ah sì?

ci penserà il Movimento  Stelle a dichiarare guerra all’India e a liberare i marò?

oppure si offriranno in ostaggio al loro posto? ecco un’idea allettante.

* * *

Su Latorre e Girone oggi incombe nuovamente il rischio della pena di morte.

è una palla gigantesca, messa in giro dalla nostra propaganda; ho già spiegato perché qui.

Nonostante le promesse dell’inviato del governo De Mistura che di fronte alle nostre richieste aveva garantito la non applicabilità della pena di morte da parte del Governo Indiano.

non sono i governi, nei paesi civili, che decidono le pene, ma i tribunali sulla base delle leggi e dell’andamento dei processi: chissà se i grilletti lo sanno.

l’India è una democrazia, la più grande democrazia del mondo, fondata sulla divisione dei poteri.

ma questi ignoranti neppure sanno che c’è o ci dovrebbe essere la divisione dei poteri in Italia.

* * *

Governo Letta ancora una volta, “solo chiacchiere e distintivo”.

In Commissione affari esteri abbiamo cercato una soluzione a questa brutta storia.

quale? non si sa…

Il 20 partiremo per raggiungere l’ambasciata dove sono detenuti per ottenere informazioni chiare e precise.

da chi? 

Il governo indiano deve parlare con noi, noi siamo il futuro governo di questo Paese.

E’ una questione di giustizia e di orgoglio nazionale.” 

Commissione affari esteri M5S Camera

dilettanti allo sbaraglio, inqualificabili, grotteschi: incredibile!

e orgogliosi, anche, di essere dei pasticcioni irresponsabili.

* * *

provate a mettervi per un attimo dal punto di vista del governo indiano e rovesciate la situazione; immaginate che ci siano due detenuti tedeschi in Italia, mettiamo Priebke e Kappler, accusati di un reato odioso per chi lo ha subito: di avere assassinato degli innocenti a freddo.

immaginate che il governo italiano già dovesse subire le pressioni ufficiali del governo tedesco, che difende – in via di ipotesi – i suoi due assassini (possiamo trovare loro tutte le attenuanti del mondo, ma alla fine – e dico purtroppo – la loro qualificazione è questa, dal punto di vista degli indiani).

come se non bastasse, imamginate che un gruppo politico neo-nazista venga in Italia a chiedere un colloquio col governo affermando di essere il futuro governo del paese e cercando di condizionare la magistratura con questo colloquio.

ma si può?

domanda mia: gli elettori del Movimento Stelle sono tutti dei perfetti imbecilli non in grado di rendersi conto di queste cose?

* * *

gli elettori non so, ma gli iscritti 5 Stelle sono delle persone perfettamente in grado di svegliarsi una mattina, di connettersi ad internet e di scoprire, senza preavviso, che il loro condottiero, o chi per lui, ha deciso che oggi dalle 10 alle 17 si svolgerà la grande e democraticissima consultazione online di tutti gli iscritti sulla abolizione del reato di immigrazione clandestina.

vincolante, per giunta.

il tutto ha talmente l’aria di una barzelletta che sembrerebbe l’invenzione di qualche nemico accanito del Grullo Brillo.

e invece è vero, è tutto vero: perché questo paese è una farsa, almeno al 30% circa, a stare alle percentuali grilline alle ultime elezioni!

la democrazia online è una cosa troppo serie, cari grillini, perchè voi ne facciate uno scempio simile.

vergognatevi.

* * *

se la consultazione è vincolante e se la maggioranza così impastrocchiata sarà contraria all’abolizione, come tutto fa pensare, dato che è evidente che la consultazione è pre-definita nei risultati, potrebbe essere l’occasione buona per tagliare la corda per tutti coloro che non condividono questa scelta e che sono entrati nel movimento di Grillo per sbaglio.

non mi pare il caso, cari grillettanti in buona fede che non siete dei fascistoni puri, di restare lì dentro a fare i portatori d’acqua a un piccolo Le Pen nostrano.

* * *

postilla ore 19:

be’, visti i risultati ho sbagliato almeno sul punto che riguardava la volontà di Grillo di manipolare l’esito della consultazione, per la fretta con cui l’ha indetta:

I votanti sono stati 24.932 sugli 80.383 aventi diritto. 15.839 hanno votato per la sua abrogazione, 9.093 per il mantenimento.

o forse la base grillina – meglio, i suoi due terzi circa – è migliore dei suoi capi.

4 risposte a “Grillo, i marò e l’immigrazione clandestina: demenza pura – 37.

  1. Quindi adesso, se i parlamentari M5S saranno coerenti con quella consultazione elettronica, in parlamento ci sarebbero i numeri sufficienti ad abrogare il reato di clandestinità, …vero?
    Sarà abolito questo reato, vero?
    Oppure il PD intende mantenerlo?

    • direi di sì, miki.

      ma la tua ultima domanda è proprio quella che attende risposta; speriamo che sia no, che non intende mantenerlo.

      certo che, se non lo sai neppure tu!… 😦

  2. Pingback: eccola, la verità che chiedi, marò Latorre – 65. | Cor-pus·

  3. Pingback: discutendo su Grillo – 69. | Cor-pus·

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...